Superare l'ansia da separazione

Dopo una lunga giornata di lavoro, finalmente torni a casa e il tuo cane, come al solito, è felice di trovarti.

Ti fa festa e ti segue ovunque in casa. Ma, come ogni volta, lo lasci in pace, sai che troverai qualcosa di distrutto o rotto nella tua casa. Che sia il bidone della spazzatura della cucina che ha rovesciato e sparso ovunque, o un paio di scarpe o pantofole che ha masticato, ogni giorno una nuova stupidità. E se non è così, è il tuo vicino che viene da te a lamentarsi del fatto che il tuo cane, durante la tua assenza, continua ad abbaiare. Se sei in questa situazione, c'è una buona probabilità che il tuo cane soffra di ansia da separazione. Va notato che alcune razze sono più suscettibili all'ansia da separazione rispetto ad altre. Questo è anche il caso dei cani che sono stati abbandonati dai loro padroni o da giovani cuccioli separati troppo presto dalla loro madre.

I nostri consigli per aiutarti a ridurre l'ansia del tuo cane

Ignora il tuo cane durante la tua partenza e anche il tuo ritorno.

Quando esci o quando arrivi, devi ignorare il tuo cane. Non dargli un sacco di abbracci quando lo trovi perché è importante banalizzare il tuo ritorno per fargli capire che la tua assenza è normale e innocua. Al contrario, se esteriori la tua gioia nel trovarla, amplificherà solo la sua ansia in seguito. L'ideale è non parlare al tuo cane, non accarezzarlo, non guardarlo prima di uscire di casa e idem al tuo ritorno, questo durante 5/10 minuti, o più a seconda dell'ansia del tuo cagnolino .

La passeggiata prima di partire

Si consiglia di fare una passeggiata dinamica con il proprio cane prima di partire. In effetti, il fatto di fare una camminata veloce permetterà al tuo cane di trascorrere un sacco di tempo prima di partire e per questo motivo sarà più disposto a riposare durante la tua assenza. Se hai l'opportunità di correre con lui, prima di partire, sarà ancora più efficace di una passeggiata. Una volta terminata la corsa, lascia il cane in un posto tranquillo, favorevole al riposo.

Preparalo al più presto alle tue assenze

L'ideale è abituarlo il più presto possibile, quando puoi farlo, alla tua assenza. Inizia l'esercizio, lasciandolo solo per 5 minuti in una stanza e osservando come si comporta. Se comincia ad abbaiare, mandagli un NO fermo. Se viene a calmarsi, congratulalo calorosamente. Una volta che questo primo passo è stato fatto, lascia la tua casa per 5 o 10 minuti e poi gradualmente, spazio questo momento di assenza: 15 minuti, 30 minuti, ecc.

Non punirlo in caso di stupidità

Quando ritorni, trovi che ha commesso un errore, come ad esempio sventrare uno dei cuscini del divano o mangiare il figlio della televisione, è inutile punirlo, non capirebbe perché. Inoltre, questo atto non è volontario, è solo che il tuo cane è ansioso e che ha bisogno di evacuare questo essere malvagio.

Se nonostante tutto questo, il tuo cane rimane ansioso, altre soluzioni sono a tua disposizione. Puoi parlare con il tuo veterinario, che ti darà un trattamento per l'ansia da separazione, o chi consiglierà di testare i distributori di feromoni, per esempio. Ci sono anche trattamenti omeopatici per lenire il vostro cane. Puoi anche usare un educatore canino o comportamentista per aiutarti a trattare l'ansia del tuo animale domestico. Esistono molte soluzioni, basta trovare quella che sarà più adatta al tuo cagnolino.