Veterinario comportamentale: di cosa si occupano le mutuelle animali?

I problemi comportamentali negli animali domestici devono essere presi molto sul serio.

Per risultati eccellenti, è essenziale consultare un veterinario comportamentale. Questo medico di medicina specialistica stabilisce un protocollo stabilito caso per caso dopo aver studiato l'animale, il suo ambiente e ascoltato i suoi padroni. Alcuni assicuratori mutualisti supportano questo tipo di consultazione.

Ruolo del veterinario comportamentale

Iperattività, aggressività, paura esacerbata, impurità sono tra i molti disturbi comportamentali che richiedono la consultazione con un veterinario comportamentale. È uno specialista in comportamento animale, dopo aver seguito un corso di diploma specifico dopo sette anni di studi veterinari. C'è una differenza tra veterinario comportamentale e comportamentista animale. Solo il primo è un medico autorizzato a fornire farmaci. Questo è un esperto.

Origine dei disturbi comportamentali nei cani

Un cane può avere problemi comportamentali per diversi motivi:

  • Scarsa comunicazione tra il maestro e / o la famiglia e l'animale che crea difficoltà di relazione.
  • Una formazione inadeguata e una scarsa istruzione possono causare problemi di condizionamento.
  • L'abuso causa disturbi dello sviluppo.
  • La variazione genetica è a volte responsabile del comportamento aggressivo nei cani.

Il veterinario comportamentale è in grado di definire con precisione la natura dei disturbi comportamentali ma anche la loro origine.

Condotta di una consultazione con un veterinario comportamentista

Seguire il proprio cane con un veterinario comportamentale è essenziale a diversi livelli. Lo specialista prima stabilisce una diagnosi e poi cerca la fonte del disturbo. Quindi regola il trattamento caso per caso, sia che si tratti di un trattamento farmacologico, di una terapia comportamentale o di una combinazione di entrambi. Potrebbe essere necessario prescrivere ulteriori test per cercare una patologia di base, come nel caso ad esempio se il cane ha una malattia organica. Per quanto riguarda la valutazione comportamentale di un cane pericoloso, dà luogo all'istituzione, da parte del veterinario comportamentale, di una diagnosi di pericolosità.

Un consulente che ascolta il maestro

Questo specialista del comportamento animale svolge anche un ruolo di consigliere per il proprietario del cane. Ecco perché chiede all'intera famiglia di essere presente alla prima consultazione, che di solito dura 90 minuti . Ognuno si esprime sulla propria relazione con il cane, sui suoi sentimenti, ma anche sui suoi atteggiamenti nei confronti dell'animale prima e dopo la manifestazione dei problemi. Durante la consultazione, il professionista osserva il cane per studiare il suo comportamento e il suo rapporto con ogni membro della famiglia. Infine, cerca di sapere come si comporta l'animale con gli altri animali presenti nel suo ambiente, con persone straniere. Ha solo bisogno di conoscere il suo stile di vita.

Il veterinario comportamentale è incoraggiato a invitare il maestro e gli altri membri della famiglia a cambiare alcune delle loro abitudini o a cambiare il loro rapporto con il proprio animale domestico. Ciò è in ogni caso necessario quando la famiglia ha commesso degli errori.

Patologie comportamentali nei cani: trattamento e terapia

Come abbiamo visto, il veterinario comportamentale potrebbe dover combinare terapia farmacologica e terapia. Affinché il cane sia in grado di apprendere sessioni di terapia comportamentale, il veterinario può somministrare farmaci psicotropi. Questi hanno un'azione sul sistema nervoso centrale. Il cane può anche ricevere una dose di feromoni sintetizzati perché agiscono sul comportamento dell'animale e su un farmaco. Il veterinario può trovare utile associare agli integratori alimentari specifici del trattamento che influenzano il comportamento dell'animale. Questo è il caso dei nutraceutici.

Per quanto riguarda la terapia, è deciso caso per caso, in base ai problemi comportamentali del cane, alle caratteristiche proprie dell'animale, alla sua età, al suo stato di salute e al suo ambiente. Le sessioni di educazione canina possono essere prescritte allo stesso tempo. Ma le terapie comportamentali dell'animale coinvolgono tanto il maestro quanto la sua famiglia.

Dopo alcune settimane di trattamento e terapia, una consultazione di controllo è essenziale. È tempo che il veterinario e la famiglia facciano il punto e misurino i progressi già compiuti.

Prevenzione dei disturbi comportamentali nei cani

In molti casi, i problemi comportamentali nei cani possono essere evitati. Questo è particolarmente vero quando hanno origine in un problema di comunicazione tra il padrone e l'animale, o quando il cane è soggetto a maltrattamenti. È stabilito che è durante lo sviluppo del cane giovane che può svilupparsi una patologia comportamentale. Un ambiente adattato facilita lo sviluppo sensomotorio di giovani animali domestici perché l'ambiente e le condizioni di allevamento / allevamento hanno un impatto diretto sul comportamento futuro dell'animale. Ad esempio, è necessario creare un ambiente sociale e fisico stabile e sereno per consentire a una donna incinta di non essere disturbata mentre attende la sua giovane. Ed è meglio evitare che una cagna sia giovane se ha problemi comportamentali come la difficoltà a socializzare, l'ansia estrema o anche una fobia.

Consultare senza indugio un veterinario comportamentale in grado di prevenire la gravità dei disturbi comportamentali nei cani, specialmente nel caso di ipersensibilità-iperattività (Hs-Ha). Ciò che i maestri considerano come normali manifestazioni del cucciolo può peggiorare se non stanno attenti.

Pertanto, la prevenzione dei disturbi comportamentali nei cani inizia durante il periodo prenatale e continua durante il periodo neonatale.

Gestione dei disturbi comportamentali da parte delle assicurazioni animali

È molto importante consultare un veterinario comportamentale quando un cane ha un disturbo comportamentale perché può causare una patologia. Tuttavia, se uno non si è preso cura di assicurare il suo cane, questo follow-up porta a spese più o meno sostanziali. Ad esempio, la prima consultazione con un veterinario comportamentale costa tra 100 e 150 €. Alcune assicurazioni per cani possono coprire tutte o parte delle spese sostenute, a seconda della formula scelta. Questa cura totale o parziale riguarda le consultazioni, i trattamenti, gli esami complementari, la terapia. Ma affinché la gestione sia possibile, è necessario che il protocollo sia stabilito da un veterinario o da un veterinario comportamentale e non da un comportamentista non laureato. La scelta del professionista a cui il maestro vuole affidare la salute del suo animale è quindi importante.

Consultare un veterinario comportamentale è essenziale per la famiglia per comprendere appieno la malattia o il disturbo del proprio cane, quindi l'interesse di stipulare un contratto di assicurazione animale. Capire significa darsi i mezzi per reagire, apportare le modifiche necessarie per risolvere i problemi. Una veloce gestione del cane da parte di un esperto e una perfetta implicazione del maestro e della sua famiglia permettono di ottenere risultati eccellenti.