Chi succederà a Philae, il cane di François Hollande dopo le elezioni?

Questo non ti sarà sfuggito, il 7 maggio 2017, i francesi eleggeranno il nuovo inquilino dell'Eliseo. François Hollande, che condivide il contratto di locazione dell'Eliseo con il suo cane Philae dal 2014, dovrà poi fare le sue carte. Ma cosa farà con Philae dopo le elezioni? E soprattutto, quale nuovo inquilino a quattro zampe seguirà?

Philae è una bellissima femmina labrador rivestita di nero che è stata offerta al Capo dello Stato a Natale 2014 dalla Montreal Veterans Federation.

Quando è arrivata all'Eliseo solo 2 mesi fa, Philae "dimenticava" molto spesso i tappeti del palazzo. La sua piccola dimenticanza era stata persino menzionata durante una cena a Michel Drucker che François Hollande aveva lasciato con 2 pacchi di pannolini per cani.

Nonostante i suoi piccoli problemi di pulizia, il cane era molto abituato a casa sua al punto di aver dato alla luce una cucciolata di 10 cuccioli all'inizio del 2017.

Sembra anche che Philae apprezzi molto i giardini della sua casa elisiana, in particolare per i pomodori che vengono coltivati ​​lì e che ama lavorare allo sgomento del capo giardiniere del palazzo che aveva affidato l'aneddoto sulle onde di EUROPA 1 .

Nel marzo 2016, Philae ha anche provocato una risata generale mentre invertiva, di un impeto di gioia, un giovane lettore del parigino che ha intervistato il presidente. Philae, la stronza del presidente, fa il suo spettacolo ... per leparisien

Cosa ne sarà di Philae?

Philae, un cane faceto che certamente lo ha reso molto affezionato a François Hollande tanto che ha deciso di portarlo con sé quando ha lasciato l'Elysee Palace, secondo il parigino . Fortunatamente, non aderirà alla "Réserve Alma" che normalmente ospita tutti i doni non animali offerti ai presidenti della Repubblica francese.

Da chi sarà sostituita Philae?

All'indomani dell'elezione presidenziale, la presenza canina di Philae potrebbe essere sostituita da Figaro, il mastino argentino di Emmanuel Macron o dai 5 gatti di Marine Pen Miniminette, Kerillo, Jazz, Gavroche e Jusan . È ovviamente il risultato del voto del 7 maggio che ci dirà!

Marine Le Pen e i suoi gatti