Quali frutti per il mio cane?

Il tuo cane sembra godere del frutto ma non sai se puoi darlo a lui? Segui la guida.

Perché dare frutto al tuo cane?

I frutti non fanno normalmente parte della dieta del cane, che, va ricordato, è un carnivoro con una tendenza onnivora. I frutti sono quindi abbastanza facoltativi nella sua dieta. Tuttavia, i frutti sono fonti di nutrienti di interesse come vitamine, minerali e antiossidanti e, se il cane li apprezza, possono quindi essere dati a lui come un piccolo "accanto" ... a condizione che non abusarne .

In caso di eccesso, la ricchezza del frutto in fibra può causare problemi intestinali nel cane e la loro ricchezza in zuccheri semplici può sbilanciare la razione alimentare del vostro cane.

Lo sapevi?

Tuttavia, i frutti sono parte integrante della dieta Biologically Appropriated Raw Food ( BARF ), un modo di nutrire il cane che è il più vicino a ciò che il cane mangerebbe se lasciato in natura. I frutti e le verdure aggiunti a una razione BARF sono destinati a sostituire il contenuto di preda dello stomaco che un cane potrebbe cacciare in natura. Come parte di questa dieta, i frutti sono generalmente crudi al cane, mescolati, 2-3 volte a settimana in quantità non superiori al 5-10% della razione alimentare totale.

Che frutto dare al suo cane?

Frutta consentita per cani

Eccetto controindicazioni specifiche, i frutti che possono essere dati senza problemi al cane sono i seguenti:

  • di mela,
  • fragole,
  • lamponi,
  • more,
  • kiwi,
  • mango,
  • melone
  • anguria,
  • anguria (varietà senza seme),
  • papaya,
  • mirtilli,
  • mirtilli rossi,
  • pesche e nettarine,

Prenditi cura naturalmente di sbucciare i frutti che lo richiedono prima di darli al tuo cane e rimuovere i semi (mela, melone ...) o le pietre nel caso di albicocca o pesca.

Frutta da limitare nei cani

Alcuni frutti, sebbene non tossici, sono limitati nei cani a causa della loro elevata acidità, alto contenuto di zucchero e alto contenuto di fibre. È possibile darli molto occasionalmente e in quantità molto piccole.

È:

  • agrumi come l'arancia o il limone molto acidi per il cane,
  • rabarbaro per la sua acidità e il suo alto contenuto di acido ossalico che promuove la formazione di calcoli renali nei cani affetti da malattie renali,
  • la fig,
  • date,
  • ananas,
  • ciliegie (stazione con pietre).

Zoom sulla banana

La banana è un frutto da limitare nel cane per il suo contenuto di amido, uno zucchero complesso già presente in quantità nelle crocchette e che alcuni cani sensibili possono avere difficoltà a digerire bene se ne consumano in eccesso. Preferisco le banane mature in cui l'amido è digerito meglio dal cane. La banana è un eccellente probiotico : fornisce fibre che fungono da base strutturale per il microbiota, i "buoni" microrganismi che popolano l'intestino del cane. Può essere particolarmente utile per i cani che cercano di ripristinare una flora intestinale sana. In quest'ultimo caso, viene consigliato un consumo giornaliero di banane.

Alcuni frutti ricchi di sorbitolo devono essere anche limitati. Questo tipo di zucchero può essere responsabile di gas, gonfiore addominale, dolore addominale e diarrea nei cani particolarmente predisposti. Troviamo principalmente in:

  • la pera,
  • albicocche secche,
  • prugne.

Frutta secca: attenzione!

È possibile dare frutta secca al proprio cane tenendo presente che un frutto secco concentra fibre e zuccheri (soprattutto perché lo zucchero può essere aggiunto - oltre agli zuccheri presenti in natura - in alcuni frutta disidratata industrialmente). Le quantità date al cane devono quindi essere ridotte di conseguenza.

Frutti proibiti nei cani

Alcuni frutti sono estremamente tossici per i cani e non dovrebbero mai essere nutriti con loro. Questo è il caso dell'uva che è responsabile di gravi intossicazioni gastrointestinali e renali nei cani. La frutta secca è ancora più tossica della frutta fresca.

Anche se mangiato come verdura, l' avocado è anche un frutto tossico per il cane a causa del suo contenuto di persistenza. È responsabile di gravi intossicazioni gastrointestinali e cardio respiratorio nei cani.

Quanto frutta da dare al suo cane?

Se vuoi dare dei frutti al tuo cane come dolcetto, non ci sono raccomandazioni precise di quantità da rispettare. Soprattutto, è logico che contenga: la quantità di frutta fornita al cane non deve sbilanciare l'assunzione giornaliera di cibo, né disturbare il suo equilibrio intestinale. Quindi sii ragionevole nelle quantità di frutta distribuite al tuo cane: limitati ad esempio a un piccolo quarto di mela fresca al giorno per un cane di quindici chili.

Come regola generale, cerca sempre di essere consapevole della quantità di piccoli "raccordi" dati al tuo animale domestico convertendoli al peso di un essere umano. 25g di mela donati a un cane da 10 kg equivale a dare l'equivalente di 2 mele a un uomo adulto da 70 kg. Se queste due mele vengono aggiunte ai pasti già completi, saranno aggiunte più calorie alla sua razione! Pensaci!