Quale crocchette scegliere per il mio cane?

Data la pletora di crocchette disponibili nei negozi o online, scegliere il miglior crocchette per il tuo cane può diventare rapidamente un vero mal di testa. Per aiutarti a fare la tua scelta, ecco le regole da seguire ...

Cibo per cani: fai una prima scelta in base al prezzo

Il prezzo delle crocchette è il primo indicatore da tenere in considerazione per scegliere le sue crocchette. Un prezzo inferiore a 2 € al chilo significa certamente una scarsa qualità delle materie prime utilizzate nella fabbricazione delle crocchette: farina animale, cereali in grandi quantità ... Queste materie prime di scarsa qualità forniscono poche proteine ​​digeribili e quantità di amido che può portare alla peggiore malnutrizione o al massimo disturbi digestivi nei cani sensibili.

Come primo passo, puoi fare una prima scelta eliminando fin dall'inizio tutte le crocchette "sconto" per ridurre l'elenco delle possibilità . Attenzione, scegli il contrario le crocchette più costose del negozio non ti garantiranno che saranno ben adattate al tuo animale. Sarebbe troppo semplice ... puoi immaginare!

Impara a leggere le etichette dei crocchette per cani

Per fare la giusta scelta di cibo per il tuo animale domestico, sarà quindi necessario in una seconda volta che sei interessato all'etichettatura del prodotto dove vengono riportate informazioni preziose.

Sui pacchetti di crocchette, ci sono due elementi da osservare da vicino: l' elenco degli ingredienti e la composizione analitica .

La lista degli ingredienti

Nell'elenco degli ingredienti che appaiono sull'etichetta di un pacchetto di crocchette, gli ingredienti utilizzati prima della cottura nel prodotto sono elencati in ordine di importanza. I primi ingredienti citati sono quindi generalmente presenti in quantità maggiori. Questo è particolarmente il caso per i cereali nelle prime crocchette di prezzo da fuggire!

Attenzione!

La regola del primo ingrediente presente in grandi quantità non è sempre vera. Alcuni titoli possono essere "divisi" in sottotitoli diversi. Questo è il caso ad esempio del titolo "cereali" che può essere "esploso" in sottosezioni come "mais", "grano", "riso" ... in modo che non appaiano in cima alla lista . Dobbiamo essere vigili e non solo leggere gli ingredienti che appaiono prima nella lista, ma leggere il tutto.

Se la carne fresca appare nei primi ingredienti, sappiate che questa materia prima è ricca di acqua ed è possibile che dopo la cottura non sia presente in quantità molto grandi nel prodotto finito. Per avere un'idea della quantità finale presente nel prodotto finito, dividere per 4 la quantità indicata prima della cottura.

Trova nella lista degli ingredienti le fonti di proteine ​​animali fornite da carne, pesce, frattaglie ...: sono più interessanti dal punto di vista nutrizionale rispetto alle proteine ​​vegetali fornite dai cereali (che forniscono anche carboidrati nella dieta) o farine di soia.

Come regola generale, più gli ingredienti sono dettagliati, più è probabile che si tratti di crocchette "high-end", realizzate con materie prime di qualità. I produttori che utilizzano nomi vaghi e categorici (ad esempio "carne" o "sottoprodotti" per esempio) possono sostituire legalmente una materia prima con un'altra in base al prezzo delle materie prime al fine di ridurre i prezzi di produzione. D'altro canto, i produttori che scelgono di essere più precisi nella loro etichettatura menzionando le specie di carni utilizzate nei loro prodotti (esempio: "pollo", "carne di manzo" ...) si impegnano a utilizzare bene questo tipo di materiale. prima. Quindi vai alle crocchette per le quali le liste degli ingredienti sono le più dettagliate e accurate possibili .

Digestibilità delle proteine: informazioni che potrebbero non essere riportate sull'etichetta!

Se questa informazione è disponibile, preferisci le crocchette cotte alla temperatura più bassa possibile. In questo tipo di crocchette, le proteine ​​sono meno degradate dalla cottura e quindi più assimilabili dal cane!

Infine, identificare eventuali additivi chimici che devono essere indicati nell'elenco degli ingredienti. Si tratta di conservanti con sospetta tossicità (BHT, BHA, nitrosammine, etossichina ...), coloranti, agenti testurizzanti, aromi artificiali e esaltatori di gusto sintetici. Punta a crocchette formulate con il minimo possibile di additivi e con conservanti naturali come l'acido ascorbico di vitamina C oi tocoferoli di vitamina E. Ricorda che questo tipo di conservante è meno efficace dei conservanti sintetici e che, di conseguenza, le crocchette che lo contengono saranno conservate meno lunghe delle altre ...

Un esempio per capire bene: cibo per cani comparativo

L'elenco degli ingredienti di Croquetix è vago e categorico: carne, sottoprodotti di origine animale, cereali, verdure ... Quando leggiamo "cereali", non sappiamo se si tratta di riso, mais, grano. Allo stesso modo, quando leggiamo "carni", non sappiamo da che specie provengano queste carni.

Nota anche: nel Croquetix i cereali sono primi nella lista degli ingredienti: è quindi l'ingrediente presente in quantità maggiori nelle crocchette, che è probabile che porti troppo amido nella razione e non abbastanza proteine ​​di buona qualità nutrizionale. Le fonti di proteine ​​animali provengono da sottoprodotti e proteine ​​disidratate e sono anche in grado di fornire proteine ​​a basso valore nutrizionale.

L'elenco degli ingredienti di Carnicroc è molto più preciso e dettagliato. Cranicroc 'specifica in particolare le specie di materie prime utilizzate (pollo, maiale, anatra ...), la natura di frutta e verdura (carote, mele, zucca ...) e le fonti di amido utilizzate nella ricetta (piselli, mele di terra ...).

Conclusione : se ci atteniamo alla semplice lettura dell'elenco degli ingredienti, i Carnicroc sono di qualità migliore rispetto al Croquetix.

Componenti analitici

I componenti analitici possono essere visualizzati con gli altri nomi "Analisi media" o "Analisi nutrizionale". Forniscono informazioni sulla quantità di sostanze nutritive nel cibo.

Quindi, possiamo leggere almeno :

  • Il livello di proteine,
  • Il livello lipidico (grasso),
  • Il contenuto di fibra / cellulosa,
  • Il tasso di cenere grezza.

Pre-selezionare le crocchette che contengono la maggior parte delle proteine ​​e il minimo di carboidrati possibile . Ma attenzione, prese così com'è, queste percentuali non permettono di sapere se una crocchetta è di buona qualità nutrizionale. Non lasciatevi ingannare dai siti web che sostengono che le crocchette "ideali" devono contenere il 20% di carboidrati, il 30% di proteine ​​... è un approccio semplicistico alle cose .

Un alto livello di proteine non è una garanzia assoluta di qualità. Le proteine ​​delle crocchette possono essere portate dalle ossa, i tendini dei sottoprodotti usati per fare le crocchette come pezzi di carne più nobile. Tuttavia, le proteine ​​ossee e tendine sono principalmente collagene, proteine ​​di scarsa qualità che non coprono adeguatamente le esigenze nutrizionali dei cani.

Questo livello di proteine deve essere interpretato incrociandolo con le fonti proteiche elencate sull'etichetta, nell'elenco degli ingredienti e il contenuto di ceneri. Mentre questo tasso è generalmente alto nelle crocchette che è alto nelle proteine ​​animali, un tasso superiore al 12% è quasi sempre un segno di materie prime di scarsa qualità. Riferisce che una grande quantità di ossa nella farina animale o sottoprodotti animali utilizzati - e quindi "cattive proteine" - è stata usata per fare le crocchette. Attenzione, una percentuale ridotta di cenere si può trovare in crocchette ricche di proteine ​​... ma di origine vegetale introdotte in particolare dai cereali. Queste proteine ​​hanno anche una minore qualità nutrizionale per il cane.

Le buone crocchette sono crocchette adattate alle esigenze nutrizionali specifiche del mio cane

Ora che sai come differenziare una crocchetta di qualità da una crocchetta di fascia bassa, devi ancora decidere se questa crocchetta si adatta bene alle specifiche esigenze nutrizionali del tuo animale domestico.

Scegliere in base alla gamma di crocchette non è abbastanza ...

Il grande mercato delle crocchette può essere segmentato in 3 modi, a seconda di:

  • razze canine (crocchette per lo Yorkshire, crocchette per bulldog ...)
  • esigenze alimentari speciali del cane (cibo per cani diabetico, allergico, cardiaco ...)
  • bisogni fisiologici dei cani (cane adulto, cane anziano, cucciolo in crescita, cane sterilizzato, cane sportivo ...)

Ancora una volta, un approccio semplicistico sarebbe quello di scegliere le crocchette in base alla segmentazione delle gamme alimentari: secondo la razza, lo stadio fisiologico o il problema di salute ... ma, in realtà, questo modo di scegliere le sue crocchette non sono sufficienti perché:

  • i bisogni nutrizionali di un cane non dipendono unicamente da questi criteri,
  • queste segmentazioni non sono regolamentate. Pertanto, è possibile trovare crocchette di "cane anziano" che non sono realmente adattate alle esigenze nutrizionali specifiche dei cani più anziani o dei cani di "taglia grande" che non sono adatti alle esigenze specifiche dei cani secondo necessità. calorico ridotto come il Labrador o il Golden Retriever che fanno comunque parte di questa categoria di cani di taglia grande.

Queste gamme possono quindi effettuare una preselezione di crocchette che potrebbero essere adattate alle esigenze specifiche del vostro cane, ma la scelta finale delle crocchette non dovrebbe essere basata solo su questa segmentazione. Oltre a questo, per scegliere le migliori crocchette, passare attraverso il calcolo del rapporto proto-calorico dettagliato di seguito.

Calcola il rapporto proto-calorico delle crocchette

Attenzione, questi suggerimenti sono validi solo per un cane adulto sano. Per i cuccioli, le femmine in gravidanza o in allattamento e i cani affetti da patologia, è imperativo consultare un veterinario per scegliere la migliore alimentazione dell'animale, caso per caso.

Per scegliere correttamente le crocchette che copriranno i bisogni nutrizionali di un cane, è necessario conoscere il loro rapporto proto-calorico (CPP). Questo rapporto valuta la concentrazione proteica di un alimento rispetto alle calorie che porta.

I rapporti proto-calorici necessari ( CPR richiesto ) per i cani sono stati stabiliti per diversi decenni dagli specialisti francesi della nutrizione canina. Questi valori dipendono dal peso ideale dell'animale e dai fattori di diminuzione del fabbisogno energetico come la sedentarietà, la sterilizzazione o l'appartenenza a una razza con metabolismo ridotto.

Il rapporto proto-calorico delle crocchette dovrebbe idealmente essere maggiore o uguale al rapporto proto-calorico necessario (CPR necessario ) al vostro animale in modo che possiamo dire che le crocchette sono ben adattate alle sue esigenze. Nel caso opposto, il cibo causerà probabilmente carenze proteiche e atrofia muscolare. Nota: il rapporto proto-calorico è solo un valore teorico che fornisce informazioni sulla quantità di proteina presente nelle crocchette, ma non fornisce informazioni sulla qualità di queste proteine. È solo un indicatore aggiuntivo che dovrebbe aiutarti nella tua scelta ma non dovresti scegliere le crocchette solo in base a questo criterio da solo.

Determina rapidamente se le tue crocchette sono adattate:

Facciamo un esempio per capire bene:

Tartine è un cane beagle di 6 anni sterilizzato e piuttosto sedentario (fa meno di un'ora di camminata giornaliera e le passeggiate sono al guinzaglio). Il suo peso ideale da mantenere è di 13 kg. Il maestro di Tartine, Vincent, vuole verificare se le crocchette di Croquetix e Carnicroc trovate in un negozio online si adattino bene alle esigenze nutrizionali del suo cane. Usa la calcolatrice.

Esempio n ° 1: Crocchette Croquetix

Ecco la composizione analitica che appare sull'etichetta di queste crocchette:

Analisi nutrizionali Croquetix crocchette

Vincent usa la calcolatrice che gli dà i seguenti risultati:

Contenuto di carboidrati calcolati di Croquetix = 49%

Rapporto proto-calorico di Croquetix = 61 g di proteine ​​/ 1000 Kcal

Conclusione: la CPP tartina necessaria è 94 g di proteine ​​/ 1000 Kcal. Tuttavia, la RCP di Croquetix è di 61 g di proteine ​​/ 1000 Kcal: è inferiore al CPP necessario di Tartine. Inoltre, Croquetix è troppo ricco di carboidrati (49%). Queste crocchette non sono adatte alle esigenze di Tartine.

Esempio 2: caso di crocchette Carnicroc

Ecco la composizione analitica che appare sull'etichetta di queste crocchette:

Analisi nutrizionale delle crocchette Carnicroc

Vincent usa la calcolatrice che gli dà i seguenti risultati:

Tasso di carboidrati calcolato da Carnicroc '= 16%

Rapporto prototipo-calorico di Carnicroc '= 107 g di proteine ​​/ 1000 Kcal

Conclusione: il CPP Tartine necessario è ancora 94 g di proteine ​​/ 1000 Kcal. La CPP di Carnicroc è di 107 g di proteine ​​/ 1000 Kcal: è superiore alla CPR della tartina necessaria : queste crocchette sono quindi adattate alle esigenze della tartina.

Le buone crocchette sono delle crocchette che riescono al mio cane

Come potete vedere, la qualità di una crocchetta dipende soprattutto dalla qualità dei suoi ingredienti e dalla qualità del suo metodo di produzione. Oltre al suo contenuto di carboidrati e alla quantità e qualità delle sue proteine, altri fattori devono essere presi in considerazione, come l'assunzione di Omega 3 (idealmente vicino all'1%) e il rapporto Omega 6/3 (che dovrebbe idealmente 4/1), sulla copertura del fabbisogno di vitamine, minerali e fibre e sulla digeribilità del cibo da parte del VOSTRO cane.

E sì, bisogna sempre tenere presente che le crocchette "buone sulla carta" non garantiscono che saranno sufficienti a coprire le esigenze specifiche del vostro animale domestico. In effetti, ogni cane è diverso ed è possibile che abbia esigenze superiori alle raccomandazioni standard sopra indicate.

È quindi fondamentale convalidare la tua scelta "testando" le crocchette selezionate sul tuo animale per vedere se sono adatte. Per fare questo, osserva:

  • l' aspetto generale del tuo cane : la sua pelliccia deve essere fornita e lucida, la sua pelle deve essere sana e senza forfora e la sua muscolatura deve essere ben sviluppata. Questo aspetto sarà purtroppo osservabile dopo alcuni mesi di alimentazione con le crocchette in questione ...
  • i suoi escrementi Un cane che digerisce bene il suo cibo deve fare dei piccoli escrementi ben modellati. Nel caso opposto, se il tuo cane fa sgabelli voluminosi, frequenti e / o particolarmente puzzolenti, è probabile che le sue crocchette non gli si addicono.

In sintesi

Per selezionare le crocchette "buone", devi:

  • Per fare una prima cernita delle crocchette secondo il loro prezzo e nelle gamme segmentate secondo la fisiologia del cane,
  • Osservando le informazioni sull'etichetta, selezionare le crocchette:
    • i cui ingredienti sono i più precisi e dettagliati possibili (menzione di specie animali e / o ingredienti vegetali),
    • che contengono la maggior parte delle proteine ​​e il meno possibile carboidrati E le cui proteine ​​sono fornite da fonti animali di buona qualità (preferibilmente cotte a bassa temperatura).
  • Calcola il CPR delle crocchette quindi controlla la sua adeguatezza con il CPP necessario per il tuo cane,
  • Convalida la scelta delle crocchette verificando che siano adatte al caso particolare del tuo cane. Basati sulle condizioni dei tuoi capelli, della pelle, della muscolatura e degli escrementi.

fonti:

  • Crocchette o paté? di Dr. Charlotte Devaux - Editions du Point Vétérinaire
  • Scambi con Dr. Sylvia Morand - Cabinet Vet'onaturel

La nostra selezione di crocchette