Non mangeremo più cani a Taiwan

Buone notizie per cani e gatti di Taiwan. Ora è vietato mangiarli.

È ufficiale, dal 12 aprile 2017, Taiwan ora vieta il possesso, la vendita e il consumo di carne di cani e gatti e diventa il primo paese asiatico a legiferare in quest'area.

Pene massicce pianificate

Il parlamento taiwanese ha adottato misure per proteggere gli animali nella legge sulla protezione degli animali, che punisce tutti i trasgressori con una multa fino a $ 250.000, l'equivalente di circa € 7.500. Il governo pubblicherà anche i nomi e le foto delle persone che continuano a vendere o consumare gatti o cani nonostante il divieto. Le pene detentive e le multe fino a 60.000 euro possono essere applicate anche a chi uccide o maltratta cani e gatti.

Un amico animale taiwanese

Sembra che i cani e i gatti taiwanesi debbano molto all'attuale presidente taiwanese, Tsai Ing-wen, che ha presentato la legge in parlamento. In effetti, la causa animale sembra importare molto allo statista che possiede 2 gatti e 3 cani guida in pensione recentemente adottati.

La strada è ancora lunga per fermare il massacro di cani in Asia

Se negli ultimi quarant'anni il consumo di cani e gatti è diventato sempre meno prassi a Taiwan, purtroppo non è ancora il caso in tutti i paesi asiatici. In Cina o Corea del Sud, mangiare cane o gatto è ancora comune secondo Humane Society International, un'organizzazione americana che promuove il benessere degli animali a livello internazionale. I rappresentanti dell'associazione sperano che la nuova legge di Taiwan invierà un segnale forte ai paesi in cui il commercio di cani e gatti è ancora molto attivo.

Un altro barlume di speranza sta nel fatto che il consumo di carne di cane sta diventando sempre più controverso in Asia. Un numero crescente di cinesi, soprattutto nelle classi medie e urbane, ora preferisce il cane come animale domestico che nel suo piatto.