Il mio cane piange: cause e soluzioni

Il tuo cane inizia a piangere, non supporta bene la tua assenza? Non appena chiudi la porta a casa, offre una dimostrazione di cosa può fare con le sue corde vocali?

I tuoi vicini iniziano a lamentarsi e non sai come risolvere questo problema?

Vediamo insieme le soluzioni concrete da mettere in atto in modo che il tuo cane fermi questo comportamento più che imbarazzante, sia per te che per tutte le persone che riesce a raggiungere con le sue infinite vocalise.

Identifica la causa del problema

Soprattutto, inizi a conoscerlo, a qualsiasi problema, non alla sua soluzione, ma alla sua causa. E sì, senza prima isolare la causa del problema, non possiamo risolverlo solo ed efficientemente. È necessario trovare la causa, trovare il grilletto del pianto del cane per proporre un lavoro adatto.

Se il tuo cane piange e spinge le vocalizzazioni senza motivo apparente, sia durante il giorno che durante la notte, devi assolutamente eliminare tutte le cause fisiche . Per fare questo, non esitate a visitare il vostro veterinario per assicurarsi che non provenga da un problema medico.

D'altra parte, se il tuo cane piange solo quando sei lontano, solo quando non ha più alcun contatto visivo con te o quando non ha la tua attenzione, la causa è ovviamente comportamentale . Il tuo cane potrebbe soffrire di ciò che è noto come ansia legata alla separazione del maestro. Per risolvere questo problema, è essenziale insegnare al tuo cane a gestire la solitudine, suggerisco, un po 'più in basso, tutti i miei consigli per raggiungerlo.

Inoltre, quando si adotta un cucciolo o un cane adulto, viene creato un allegato che è ottimo perché rinforza il rapporto che il cane ha con il suo padrone. D'altra parte, è necessario che questo attaccamento non abbia conseguenze comportamentali ingestibili, bisogna procedere gradualmente al distacco .

Sento spesso che i proprietari di cani mi dicono che il loro cane li sta seguendo anche in bagno e che è davvero troppo carino: NO, non è carino, è un disturbo comportamentale.

Cane che piange: 7 consigli per gestire meglio questa situazione

Quindi suggerisco 7 consigli pratici e pratici per insegnare al tuo cane a gestire meglio la solitudine e imparare a gestire la sua frustrazione.

Suggerimento n. 1: essere l'iniziatore dei contatti

Non prestare troppa attenzione al tuo cane, non rispondere sistematicamente alle sue richieste di carezze o giochi perché così facendo non lo aiuti a gestire le sue emozioni, inclusa la frustrazione. Immagina che se noi adulti non avessimo imparato a gestire i sentimenti di frustrazione, saremmo stati in piedi comodi, come i bambini. La vita nella società sarebbe quindi assolutamente ingestibile.

Bene per i nostri amici cani è la stessa cosa. Infatti, quando il tuo cane viene a chiederti un'attenzione particolare, che sia la sua testa sulla tua gamba, le vocalizzazioni, il suo giocattolo ai tuoi piedi, ecc. non rispondere. Sappi che un cane impiega in media da 5 a 15 minuti per andare avanti (sì sì, un vero pesce rosso), sapendo che, aspetta che lui si allontani da te e in quel momento, puoi chiamarlo per iniziare una sessione di gioco, una carezza o altro. In breve: sii sempre su iniziativa di attività con il tuo cane!

Suggerimento n. 2: Apprendimento della solitudine passo dopo passo

Insegna al tuo cane a gestire la solitudine in modo progressivo! Questo è molto importante perché non raggiungerai alcun risultato conclusivo se lascerai il tuo cane da solo senza alcuna transizione.

Dì a te stesso che quando si adotta un cucciolo, passa da un allevamento in cui è 24/24 con sua madre e i suoi fratelli e sorelle, in una casa con un particolare ritmo quotidiano, è un cambiamento molto brutale per lui. Quindi ti consiglio di insegnare al tuo cane che la tua assenza è sinonimo di piacere lasciandogli un giocattolo di occupazione con dolcetti quando esci dalla stanza in modo che lui si prenda cura di lui e associ la tua partenza con qualcosa di positivo .

Quindi puoi anche bloccare il tuo cane in una stanza, sempre con un gioco di occupazione, e aumentare il tempo di solitudine in modo progressivo : 5 minuti, poi 10, poi 15, ecc. Naturalmente, se il tuo cane sta piangendo o si gratta alla porta, non verrà aperto, altrimenti capirà molto rapidamente che è la soluzione per uscire. Aspetteremo che il cane si calmerà per aprire la porta.

Capirai, l'apprendimento della solitudine è fatto dapprima nella tua presenza a casa. Sei sicuro che se il tuo cane non riesce a gestire le sue emozioni quando non è nella stessa stanza con te, che sarà quando sarà da solo a casa ...?

Suggerimento n. 3: un comodo cesto per una zona rilassante in cima!

Offri un cesto comodo al tuo cane e insegnagli come ordinare. Una volta acquisita questa indicazione, puoi chiedergli di andare nel suo cestino quando sarà troppo colla con te. Fare attenzione, il carrello non deve essere sinonimo di punizione, ripetere più volte durante il giorno questa indicazione in modo che sia abituato ad essere nella sua "zona di rifugio".

Aggiungerò anche per il cestino che non dovrebbe essere in un luogo con molto passaggio, privilegiare un angolo del tuo salotto in cui il tuo cane non sarà costantemente disturbato in modo che apprezzi di andare lì per dormire.

Suggerimento n. 4: interrompere i rituali di partenza e arrivo

Quando esci di casa, non dire addio al tuo cane. Ignoralo come se dovessi ritirare la tua posta alla casella di posta. Fai lo stesso quando torni a casa, prenditi il ​​tempo per entrare, togliti le scarpe, indossa il cappotto, la borsa e poi chiama il tuo cane per venire a salutare. Infatti, se ti congratuli con lui per averti saltato su di te, per prima cosa impari che "è buono" saltare e quindi convalida inconsciamente il suo stato di stress. Lasciami spiegare: quando il tuo cane festeggia quando torni, è un modo per lui di esternare tutto lo stress e l'ansia accumulati durante la tua assenza, quindi ignorare questo comportamento.

Suggerimento n. 5: Desensibilizzazione delle azioni relative alle partenze

Sai, il tuo cane passa la maggior parte del suo tempo a guardarti, legge in te come un libro aperto e non hai segreti per lui. Infatti, quando ti alzi per metterti le scarpe, prendi il cappotto, la borsa o le chiavi, il tuo cane fa subito il collegamento con il fatto che rimarrà da solo. Ti suggerisco di desensibilizzare il tuo cane a queste azioni . Per nessun motivo particolare, quando sei a casa, indossa e togliti il ​​cappotto, idem per le tue scarpe, scuoti le chiavi, ecc. In modo che queste azioni non comportino più la tua partenza.

Suggerimento n. 6: più è piccolo, più è sicuro

Riduci lo spazio per il tuo cane quando esci. Non ha bisogno di avere accesso a tutta la casa e, al contrario, causerà ulteriore stress per lui poiché avrà molte porte e finestre per "controllare" e monitorare. Se le assenze non superano le 3 o le 4 ore, consiglio persino una scatola di trasporto perché la fisserà di più, solo se è assimilata a qualcosa di positivo, ovviamente richiede ovviamente un apprendimento a monte.

E, sappi che, NO, non è abusivo lasciare il tuo cane in una valigetta da trasporto purché sia ​​di dimensioni adeguate e il tempo di assenza non superi il massimo di 4 ore.

Inoltre, a questo proposito, lascia che ti racconti un aneddoto: un giorno, la gente venne da me per un consiglio in modo che il loro cane smettesse di distruggere tutto, piangendo e abbaiando quando era sola. Queste persone erano disperate e avevano appena comprato un collare elettrico contro l'abbaiare. Così ho parlato con loro, tra le altre cose, di questa soluzione: la gabbia di trasporto per ridurre lo spazio e quindi l'ansia del loro cane ... Beh, hanno detto che il caso di trasporto era troppo duro e abusivi, che non potevano risolvere per bloccare la loro cagna. D'altra parte, mettilo un collare da shock elettrico: nessun problema! Vai a capire ...

Suggerimento # 7: prenditi cura di esso, spendilo, stimolo

È molto importante occupare un cane quando è solo, così da poter spendere un minimo della sua energia, specialmente con la stimolazione mentale. Non esitate a nascondere le prelibatezze così si diverte e si prende cura di loro. Puoi anche offrirgli un giocattolo da occupazione di tipo Kong con dolcetti all'interno, una bottiglia di plastica farà anche il trucco. Ma soprattutto, prima e dopo ogni periodo di assenza, proponi spese fisiche e mentali al tuo cane. E sì, cosa fa un cane stanco? Beh, lui dorme ...