Il mio cane non mi ascolta più

Se è successo all'improvviso o se è sempre stato trascinato, se il tuo cane non ti ascolta più, questo articolo è per te.

Prima di tutto, è importante porsi la seguente domanda: il mio cane di solito mi ascolta? Sì, può sembrare stupido ma se il tuo cane non ti ubbidisce a casa o in passeggiata, questo è un altro problema e ti invito a scoprire o riscoprire il nostro articolo che tratta questo argomento: il mio cane no ' non obbedire

Quanto a te, il tuo cane ti ascolta relativamente bene a casa o in giardino ... Ma una volta passato il portale, è un'altra questione. Hai letteralmente voglia di avere un altro cane al tuo fianco! Finalmente ... al tuo fianco, viene subito detto perché rende chiaramente la sua vita il più lontano possibile da te e non presta attenzione a tutte le tue richieste non appena c'è qualcosa di più interessante da annusare e / o per continuare.

L'importanza delle passeggiate quotidiane per il cane

Sappi prima di tutto che è essenziale uscire e passare il tuo cane come dovrebbe essere OGNI GIORNO, e per più di 30 minuti durante ogni corsa . Sì, il tuo cane non può passare la giornata ad aspettarti senza avere il diritto a una buona spesa prima della tua partenza e poi al tuo ritorno. È "disumano" offrire al proprio cane solo il giardino (che conosce a memoria, anche se è molto grande) e alcune passeggiate all'aria aperta, di volta in volta, ma che se il tempo è bello e che se i bambini hanno finito i compiti ... Povera bestia!

Inoltre, rafforza il lato "ingestibile" del tuo cane durante le sue rare uscite, che è del tutto giustificato dalla parte del tuo cane!

Inoltre, spesso dicevo che quando qualcosa non va, quando il tuo cane non è ovviamente collegato alla stessa frequenza del tuo, quando non puoi fare nulla con lui ... Beh lui deve porre tre domande essenziali:

  • Ho l'atteggiamento giusto?
  • È il momento giusto per sollecitare il mio cane?
  • Ho già imparato questo o quel comportamento desiderato dal mio cane?

Adotti l'atteggiamento giusto con il tuo cane?

Se il tuo cane non ti ascolta più potrebbe essere perché semplicemente non comunichi nello stesso modo. Quindi, naturalmente, lo so, non abbiamo le stesse modalità di comunicazione dei nostri amici canidi è ovvio ... Ma sta a noi adattarci e assicurarci che i nostri cani ci capiscano. Probabilmente non hai più il decodificatore giusto.

Non dimenticare che il tuo cane non parla francese. Infatti, se gli dici la tua vita e gli parli continuamente, finirà nella sua bolla perché sarà troppo difficile per lui provare a decifrare le tue affermazioni.

D'altra parte, se non parli con il tuo cane di tutta la corsa, e ad un certo momento, per ricordarglielo, dici il suo nome seguito da un promemoria ... C'è una buona possibilità che il tuo cane è incuriosito! Prova, e vedrai!

Inoltre, devi avere un atteggiamento coerente : devi rinforzare positivamente il buon comportamento del tuo cane. Ricorda che un cane andrà sempre a ciò che è bello per lui, quindi comprendi che devi essere molto più interessante del resto. Solo qui, a volte è difficile, se non impossibile (da qui il punto successivo sulla tempistica del segnale). Ma quando ottieni soddisfazione, devi rinforzarlo perché altrimenti il ​​tuo cane avrà più reale interesse ad ascoltarti.

Chiedi al suo cane al momento giusto

Ecco il contesto: esci di casa e, una volta arrivato al parco, lasci andare il tuo cane. Appena 30 secondi dopo averlo rilasciato, lo ricordi perché va troppo lontano secondo te ... Beh, per esempio: è un brutto momento. Il tuo cane potrebbe non essere stato fuori per ore o anche per alcuni giorni infelici! Deve quindi essere permesso di sentire gli odori e godersi il suo relax (a volte raro) e le sue spese.

Nota anche che se non riesci a ricordarlo, non lasciarlo andare. Ovviamente rielaborerà il promemoria a monte e gradualmente prima di rilasciare il tuo cane in un parco pubblico, ad esempio. Nel frattempo, il lombo sarà tuo amico, non esitare a portare a spasso il tuo cane con un cordino da 10 a 15 metri in modo che il tuo cane sia in "semi-libertà".

Un altro esempio piuttosto significativo di cattivo tempismo è quando si vuole richiamare il cane senza una buona ragione (e quindi senza coerenza) e che, alla vista della non ricettività del cane, passiamo a qualcos'altro e abbandoniamo l'indicazione del richiamo ... Beh, congratulazioni! Hai appena insegnato al tuo cane che è inutile prestare attenzione a te e ai tuoi segnali. Fondamentalmente, la tua voce e le tue indicazioni diventeranno per lui, alla fine, un "rumore" della vita di tutti i giorni come potrebbe essere il rumore delle macchine che passano per strada: il tuo cane non presta più attenzione perché è diventato un "Nessun evento", un'abitudine.

Proprio come se ricordassi un cane che in generale ha ben poco promemoria, chi non ha davvero acquisito questa indicazione e che, inoltre, l'ambiente è ricco di distrazioni ... ti metti dentro infila le ruote e ancora una volta insegni al tuo cane a smettere di ascoltarti !!!

Finiamo con l'apprendimento

Non so voi, ma per me è ovvio che non chiederemo a un bambino di 3 anni di fare una divisione, mentre le fasi precedenti di calcolo, cioè addizione, sottrazione e moltiplicazione, non lo fanno non è stato insegnato ... È ovvio, non è vero? Bene per i nostri cani, è esattamente lo stesso. Finché l'indicazione desiderata non viene acquisita al 100%, è del tutto controproducente aspettarsi una buona realizzazione, specialmente nel camminare.

Ogni apprendimento deve essere acquisito gradualmente, passo dopo passo. Prendiamo l'esempio del richiamo, possiamo confrontare il richiamo in un parco pubblico con una moltitudine di distrazioni per "divisione". Ora tocca a te assicurarti che il cane capisca il suo nome (l'aggiunta), risponde favorevolmente al tuo atteggiamento di benvenuto: braccia aperte, posizione curva, voce acuta, ecc. (Sottrazione), e infine che ritorna quando la chiami in luoghi più o meno stimolanti: il tuo giardino, la strada, la foresta, ecc. (la moltiplicazione). E andare al passo successivo solo quando il passo precedente viene acquisito con diversi livelli di difficoltà. Ricorda, per ogni apprendimento, hai tre leve per rendere l'esercizio più forte e più forte: distanza, distrazioni e durata.

Per riassumere

  • Insegna al tuo cane ad ascoltarti iniziando insegnandogli il suo nome.
  • Trova la giusta tecnica di apprendimento per le diverse indicazioni alle quali il tuo cane risponde. Riaggiustati se vedi che non funziona, non sterzare e non arrabbiarti: cambia semplicemente il metodo!
  • Ogni indicazione deve essere acquisita passo dopo passo seguendo il successo di ciascuna di esse.
  • L'apprendimento deve essere progressivo, soprattutto in termini di problemi ambientali sempre più difficili.
  • Rafforza il tuo rapporto avendo un atteggiamento giusto e coerente nei confronti del tuo cane, che tu lo accetti o meno.
  • Se sai che il tuo cane non ti ascolterà: non staccarlo, non metterti in una situazione di fallimento!
  • Non parlare con il tuo cane "per non dire nulla". Dare importanza e rarità a ciascuna indicazione.