Il mio cane è un dominante: un mito?

Ecco un argomento delicato che domina nel cane. Cercherò di guidarti e soprattutto di chiarire alcuni equivoci che sono stati ben consolidati per molti anni.

Innanzitutto, è importante distinguere la dominanza intraspecifica dalla dominanza inter-specifica. Sì, è importante scegliere le parole giuste perché altrimenti corriamo verso scorciatoie e genera nuove idee e rafforza quelle che sono già esistite da troppi anni, e sarebbe un peccato. Ricordiamo che il dominio intraspecifico riguarda, ad esempio, le relazioni tra membri della stessa specie di due lupi. E così, capirai, il dominio inter-specifico (che non esiste, vedremo più avanti) riguarda le relazioni tra due membri di specie diverse come l'Uomo e il cane, per esempio.

Ora che i termini sono chiari e definiti, arriviamo al punto!

Qual è il dominio?

Scusami, abbiamo appena definito due termini, ma mi sembra che il termine più importante da definire sia ancora quello del dominio.

Bene, quando guardiamo la parola dominanza nel dizionario, abbiamo il diritto di "Dominare", grazie per questa incredibile illuminazione, ma torneremo più tardi. A parte gli scherzi, il predominio, per quanto riguarda due esseri, è in definitiva il risultato di una relazione in cui uno dei due individui prende sistematicamente il controllo mentre l'altro arriverà a presentarsi sempre sistematicamente.

Esiste una dominanza intraspecifica?

Un po 'di promemoria, stiamo parlando delle relazioni di dominanza tra due membri della stessa specie quando parliamo di dominio intraspecifico. In un gruppo di animali che vivono in un branco, parleremo più di una gerarchia .

Quello che tutti pensano e quello che tutti sembrano persuasi è che il lupo e il cane = lo stesso combattimento dal momento che il lupo è l'antenato del cane. Come sai, il cane è stato addomesticato per più di 15000 anni, quindi oggi, sia il cane che il lupo sono molto diversi l'uno dall'altro.

Il caso dei lupi

Ma parliamo di lupi, probabilmente hai sentito parlare del famoso "maschio alfa" in un branco di lupi. Questo maschio sarebbe un po 'il tiranno del gruppo e quello che domina tutto il resto del branco. Questa idea è stata diffusa attraverso molti ricercatori che hanno osservato branchi di lupi in cattività e hanno quindi visto questa gerarchia lineare che pone l'alfa maschile al centro di tutto.

Oggi, questi studi sono stati "revisionati e corretti" come si suol dire. In effetti, il solo fatto di aver osservato gruppi in cattività stravolge completamente i risultati di queste osservazioni. Il fatto che i lupi non siano nella completa libertà non riflette realmente la realtà. Inoltre, i lupi scelti per gli studi provenivano da diversi pacchetti e non appartenevano alla stessa famiglia, il che distorceva ulteriormente le osservazioni.

Lucyan David Mech, uno zoologo americano, è uno di quei ricercatori che hanno rivisitato le loro osservazioni diversi anni dopo. E per fare questo, è andato ad osservare per diversi anni in un branco "famiglia" i lupi in totale libertà su un'isola. Ha quindi trovato che esisteva effettivamente una gerarchia, ma non era assolutamente lineare . C'era infatti il ​​padre e la madre che erano i capi del gruppo e che erano i garanti della sopravvivenza del gruppo. Ma per mantenere la sopravvivenza del branco, è la madre e i cuccioli che hanno priorità sul cibo quando c'è carenza per ovvie ragioni di sopravvivenza. Il mito maschile dominante che mangia prima crolla poi.

La gerarchia tra i lupi esiste, ma non è come immaginiamo. È una gerarchia, un'organizzazione creata per la sopravvivenza e l'equilibrio all'interno del gruppo familiare.

Il caso dei cani

Parliamo di cani adesso, è ancora l'argomento che ci interessa di più qui. Ricordiamoci che i cani non sono lupi e quindi non funzionano come loro . Ora, e questo per molti anni, i lupi e i cani fanno parte di specie completamente diverse. Penso in particolare alla caccia ... I lupi cacciano la loro sopravvivenza e quella del loro gruppo mentre i cani ora cacciano solo le loro crocchette (molto meno rischiose in termini di sopravvivenza).

Le osservazioni fatte su gruppi di cani non hanno rivelato una vera gerarchia tra di loro. Le loro interazioni dipendono in ultima analisi dall'ambiente, dal contesto, dalla risorsa in questione e così via.

Infatti, i ricercatori hanno osservato che un cane poteva essere molto dominante su un altro per proteggere il suo cibo, per esempio, e che poteva allo stesso tempo completamente sottomettersi a un'altra risorsa. È finalmente una questione di interesse per la risorsa "messa in gioco".

Può esistere una predominanza intraspecifica nei cani, ma si noti che un cane non è una "barra di punti" dominante . Dipenderà quindi dal contesto e dall'individuo che avrà di fronte anche a lui. Quindi non è più necessario fare generalità e considerare il suo cane come dominante semplicemente perché ha borbottato su un altro. Questo non è inevitabile e il contesto, ti ricordo, gioca molto sulla reazione di un cane.

Personalmente, il mio cane H, un maschio di 4 anni, può essere molto dominante nei confronti di un altro cane maschio, provare a vincere e talvolta anche essere molto scortese e dimenticare alcuni codici cane, mentre lui va mostra molto giocatore e richiesto, a volte anche presentato con un altro. Quindi è molto fluttuante capirai.

Esiste una dominanza inter-specifica?

Parliamo ora del possibile dominio che un cane può avere sul suo padrone o che un padrone può (o deve secondo alcuni) avere sul suo cane.

Penso che se guadagnassi 1 € ogni volta che sentissi: "il mio cane salta su di me, mi domina", "Devo dominare il mio cane ed essere il capobranco per farmi rispettare", "il mio cane ha sempre stato dominante, ma per il resto è adorabile "(e così via), sarei stato per qualche tempo molto ricco.

È diventato un termine di moda che sembra rassicurare o essere sufficiente per le persone che hanno problemi con i loro cani. "Il mio cane non è molto allenato, ma è perché è dominante, quindi fa un po 'quello che vuole". Ben perfetto, ecco un buon modo per non risolvere i problemi! In effetti, trovo che il dominio abbia una buona schiena, è diventato una scusa perfetta per non cercare di risolvere i problemi incontrati o, purtroppo, a volte una scusa per essere violento e offensivo nei confronti del suo animale dicendo che "non è non è molto serio poiché è dominante.

Dovrebbe essere noto innanzitutto che nessuno studio scientifico ha dimostrato l'esistenza di una gerarchia tra due membri di specie diverse. Anche se non è sempre bene nascondersi dietro gli studi, sembra ancora importante enfatizzarlo.

Inoltre, devi sapere che il cane è un animale opportunista, andrà a ciò che è bello per lui. State tranquilli, il vostro cane non si alza la mattina dicendo: Ecco! E se provassi a dominare tutta la famiglia oggi? Sfortunatamente o fortunatamente per noi, i cani non sono abbastanza maturi da pensare a come dominare tutti. Tuttavia, il fatto che il cane vada naturalmente a ciò che gli dà piacere non sempre va di pari passo con ciò che è accettabile per l'uomo e per la società.

Quindi, se il tuo cane ti salta addosso, è perché è felice di vederti, che ti mostra e che potrebbe aver avuto il diritto ad una piccola carezza quando lo ha fatto . Se il tuo cane dorme sul divano, è perché lo trova molto più comodo del suo tappeto e inoltre a volte ha il diritto di coccolare se stesso. Se il tuo cane abbaia per uscire in giardino o andare a casa, è perché ha visto che questo comportamento stava funzionando, ecc.

Sai, a volte non si guarda troppo lontano quando si educa un cane e soprattutto quando si vuole capire questo o quel comportamento che adotta. Pensa sempre che un cane andrà a ciò che gli dà piacere .

Spetta a te cambiare le cose perché non è inevitabile, il tuo cane non si sveglia dominando, né è nato dominante, sii sicuro ora. Devi "semplicemente" riequilibrare la tua relazione, stabilire i limiti e impostare le regole . Non per dominare il tuo cane, ma per rendere il tuo rapporto sano ed equilibrato.

Dire che non esiste gerarchia o nozione di dominio assoluto non esclude il fatto che non è necessario creare una certa organizzazione all'interno del proprio gruppo . Le regole della vita sono ovviamente essenziali per il corretto equilibrio del rapporto tra l'uomo e il suo cane, e anche per l'integrazione del cane nella società nel suo complesso. Un maestro deve sapere come gestire il suo cane, mi sembra ovvio, ma non c'è bisogno di parlare di dominanza o sottomissione per raggiungerlo. Metodi gentili e positivi funzionano altrettanto bene per essere rispettati dal tuo cane e per ottenere una vera sicurezza da lui.

Il rapporto tra uomo e animale (in questo caso il cane, ma mi sembra che dovrebbe essere lo stesso con molte specie) deve essere basato sul rispetto reciproco e sulla cooperazione . Non è necessario che il tuo cane ti ascolti per paura o paura, non è una vita per lui, quindi l'espressione "la vita di un cane", a proposito. Spetta a te mettere le regole in atto e stabilire dei limiti, nella gioia e nel buonumore, senza violenza, sia verbale che fisica, in modo che la tua convivenza sia armoniosa.

Grazie per aver letto questo articolo fino alla fine, significa che sei preoccupato dell'equilibrio della relazione che hai con il tuo cane e soprattutto che sei curioso del funzionamento reale dei nostri amici canidi. Spero di essere riuscito a rimettere alcune idee ricevute al loro posto, vale a dire, molto, molto lontano, il più lontano possibile da altrove.