Il mio cane è stitico

La stitichezza può essere una condizione benigna o più grave per i nostri amici cani. A cosa è dovuto? Quando consultarsi e come alleggerirlo da solo?

Segni di stitichezza

Parliamo di stitichezza nel cane quando l'emissione delle sue feci è troppo rara e le sue selle sono troppo dure .

Per il cane, la costipazione porta a difficoltà a fare i suoi bisogni, persino il dolore durante la defecazione o l'impossibilità totale di defecare nei casi più gravi.

Cause di stitichezza nei cani

La stitichezza nei cani può essere spiegata da varie origini, sia benigne che più serie:

Costipazione dietetica

Cambiamenti dietetici recenti o alimentazione inadeguata nei cani possono causare stitichezza. Infatti, la stitichezza può verificarsi se la sua dieta non è sufficientemente ricca di fibre solubili e insolubili o è, al contrario, troppo ricca di fibre e accoppiata a una diminuzione del suo consumo di acqua .

Allo stesso modo, l' ingestione di elementi non digeribili come ossa, sabbia, capelli, plastica può causare stitichezza con o senza ostruzione del colon.

Un cambio di vita che causa stitichezza

Un cambiamento di stile di vita o una mossa può causare problemi di stipsi nei cani sensibili.

Stitichezza e stile di vita sedentario

La mancanza di attività fisica può portare a rallentare il transito intestinale. Lo stesso vale per l' invecchiamento di cani e cani con obesità . Questo rallentamento del transito provoca quindi la disidratazione del contenuto intestinale che diventa duro e impattato.

Il mio cane non è più necessario perché ha il tratto digestivo vuoto

Un cane non può più produrre escrementi semplicemente perché il suo apparato digerente è vuoto . Questo può accadere quando l'animale non ha mangiato per alcuni giorni o quando ha avuto la diarrea che ha completamente svuotato l'intestino (questo è noto come costipazione post-diarrea). In entrambi i casi, un normale transito digestivo deve riprendersi rapidamente se il cane riprende a mangiare normalmente. Nel caso opposto, l'anoressia che dura oltre 3 giorni dovrebbe suggerire di consultare rapidamente un veterinario.

Stitichezza di origine iatrogena

Molti farmaci come antistaminici, antiacidi o anche diuretici possono causare stitichezza. Non è raro che gli animali sottoposti ad anestesia sperimentino un episodio di stitichezza a seguito di un esame o di una procedura.

Stitichezza di origine comportamentale

La stitichezza può anche originarsi in un rifiuto di defecare il cane . Alcuni cani sono così ansiosi fuori casa che dimenticano sempre di fare i loro bisogni. Gli escreti quindi trattenuti nella porzione terminale del colon potrebbero seccarsi e causare difficoltà nell'evacuarli. La soluzione a questo tipo di "stitichezza comportamentale" si basa sull'implementazione di una terapia comportamentale condotta con l'aiuto di un addestratore comportamentale di cani o di un veterinario comportamentale.

Il dolore che causa la stitichezza

La costipazione può anche essere correlata all'incapacità del cane di accovacciarsi per i propri bisogni a causa di dolore o danno neurologico che lo impedisce. Il dolore può anche essere localizzato nel retto o nella regione perianale in caso di presenza di fistole perianali o di ascessi delle ghiandole anali.

Stitichezza dovuta all'ipomotilità del colon

La motilità intestinale è la capacità del tratto digestivo di far progredire il suo contenuto durante la digestione del cibo mediante contrazioni muscolari. Parliamo anche di peristalsi intestinale. Nei cani questa abilità è talvolta danneggiata e causa stitichezza quando l'animale soffre:

  • una condizione sistemica come ipotiroidismo, ipopotassiemia o ipercalcemia,
  • ad esempio, malattia neuromuscolare localizzata in caso di lesione del nervo pelvico o funzionamento anormale del sistema nervoso autonomo.
  • dilatazione permanente del colon chiamata megacolon.

Stitichezza dovuta all'ostruzione del colon

L'impossibilità o le difficoltà che il cane può provare a fare i suoi bisogni possono finalmente essere dovute a un'ostruzione colica che può risultare:

  • ingestione di un corpo estraneo:

Il cane che ha ingoiato un corpo estraneo cerca quindi di fare i suoi bisogni senza successo. Può anche provare dolore durante i suoi sforzi espulsivi senza successo chiamati tenesmo. Il cane a volte riesce a eliminare piccole quantità di liquidi misti nelle sue feci che possono essere confusi con la diarrea. Il sangue può anche essere espulso quando il corpo estraneo che ostruisce il tratto digestivo ha causato danni al tratto digestivo. Questi sintomi possono essere accompagnati da vomito e un rifiuto di mangiare.

  • un restringimento del retto :

Il restringimento del retto può essere dovuto alla presenza di una massa situata all'interno dell'intestino o all'esterno dell'intestino e arrivata a comprimerla. La massa può essere di diversa natura: tumore, ascesso, aumento della dimensione della prostata, ecc. In questo tipo di situazione, il diametro e l'aspetto degli escrementi che il cane riesce ad espellere vengono spesso modificati.

  • di un'ernia perineale, chiamata anche deviazione del canale anale:

È uno spostamento del retto a causa di un indebolimento dei muscoli di supporto situati attorno all'ano. Oltre alla difficoltà nella consegna delle feci, i cani con ernia perineale spesso hanno gonfiore vicino all'ano.

Stitichezza del cane: quando consultarsi?

È necessario consultare il veterinario per la stitichezza:

  • si verifica in un cucciolo di età inferiore ai 6 mesi, su un cane anziano e / o già affetto da una malattia cronica,
  • si estende oltre 48 ore,
  • è accompagnato da uno o più sintomi digestivi o meno: dolore, presenza di sangue nelle feci, mancanza di appetito, febbre, pancia gonfia, vomito ecc ...,
  • degrada la condizione generale del cane, che appare debole, abbattuto, disidratato ...
  • interviene mentre sospetti l'ingestione di un corpo estraneo dal tuo cane.

Tutti questi fattori di rischio dovrebbero spingerti a chiamare il tuo veterinario molto rapidamente. A seconda della causa della stitichezza, il veterinario ha molte soluzioni terapeutiche per alleviare il vostro cane tra clisteri, cibi arricchiti di fibre, lassativi o persino interventi chirurgici.

Fecaloma e megacolon, due complicanze della stitichezza cronica

Quando la stitichezza si instaura e diventa cronica, si chiama coprostasi . Promuove la formazione di un impattamento fecale, un amalgama di escrementi che ostruisce il colon. Poiché il transito intestinale non può più essere effettuato, le nuove feci si accumulano e fanno crescere il grasso fecale. Quindi provoca colite e un aumento del diametro del colon, chiamato megacolon e che migliora ulteriormente il fenomeno della stitichezza. Se un trattamento non viene messo in atto rapidamente, la parete del colon può rompersi e causare una peritonite settica.

Come alleviare un cane stitico?

Se la condizione generale del cane non è degradata e la stitichezza non presenta nessuno dei fattori di rischio sopra menzionati, è possibile alleviare il cane assicurando che si idrata a sufficienza, proponendo di più attività fisica e arricchimento della sua dieta fibra. Per fare questo, è possibile aggiungere alcune verdure cotte alla sua ciotola o 1/4 a 1 cucchiaino al giorno di semi di psillio .

Se questi pochi passaggi non sono sufficienti per alleviare la stitichezza del tuo cane, persistono oltre le 48 ore o hanno altri sintomi, consulta immediatamente il veterinario.