Otite nei cani

Probabilmente hai sentito parlare di otite ma sai davvero di cosa si tratta?

L'otite è un'infiammazione dell'orecchio, molto dolorosa per il tuo compagno. Non ce n'è uno, ma l' otite che colpisce l'orecchio esterno, medio o interno e dipende anche dalla causa del problema. può esserci otite di origine parassitaria, batterica, fungina, allergica, autoimmune, dovuta alla presenza di un corpo estraneo come una spighetta, una massa che ostruisce il condotto uditivo o secondaria a una malattia endocrino.

Come è l'otite nei cani?

I sintomi dell'otite differiscono a seconda di quale parte dell'orecchio tocca la malattia.

Come suggerisce il nome, l' otite esterna colpisce l'orecchio esterno, dal condotto uditivo al timpano. È l'otite più comune nei nostri compagni a quattro zampe. Da solo rappresenta circa il 10% delle visite al veterinario.

I segni di otite esterna nei cani sono i seguenti:

  • un rossore e calore della pelle del padiglione esterno dell'orecchio,
  • prurito, dolore molto acuto chiamato prurito: il cane scuote la testa e si strofina l'orecchio. Può tenere la testa inclinata in caso di otite altamente evoluta,
  • un odore molto cattivo a volte può venire dall'orecchio infiammato,
  • Secrezioni brunastre, persino pus o sangue possono essere osservate all'uscita del condotto uditivo.

L'otite media e interna influenzano la parte dell'orecchio dietro il timpano. L'otite interna può colpire più precisamente gli organi responsabili dell'udito e dell'equilibrio. Queste forme di otite possono essere dovute all'estensione dell'otite esterna o ad un'infezione orofaringea che viene asportata dalla tromba di Eustachio all'orecchio medio. A causa della vicinanza dell'apparato vestibolococleare e del nervo facciale, l'otite media e l'interno possono causare lesioni di queste due strutture nervose e causare disturbi neurologici secondari come l'emiparalisi facciale (rilassamento della ciglia e palpebra su un lato con flusso di saliva e accumulo di cibo sullo stesso lato) o al contrario ipertonicità dei muscoli che causa spasmi su un lato del viso, sindrome vestibolare, movimento occhi a scatti e involontari (nistagmo), una sindrome di Claude Benard Horner ...

Quali sono le cause delle infezioni dell'orecchio nei cani?

Le cause delle infezioni all'orecchio sono molte e varie.

Alcune razze di cani hanno caratteristiche anatomiche delle orecchie che predispongono alle infezioni dell'orecchio. Questi sono i cani:

  • con orecchie grandi, pesanti e pendule (Spaniel, Cocker ...): il padiglione auricolare copre il canale uditivo e promuove lo sviluppo di germi nell'orecchio
  • con un canale uditivo lungo e stretto (pastore tedesco),
  • che hanno molti capelli alla base delle orecchie (cocker, barboncini, bichon ...),
  • la cui secrezione di cerume è abbondante (Spaniel, Labrador, Springer, Cockers ...),
  • o il cui canale uditivo è tortuoso e pieno di pieghe (Shar Pei, Chow-Chow ...).

Queste peculiarità anatomiche non sono sufficienti a provocare l'otite da sole, ma rendono le orecchie più sensibili alle otiti e indicano che devi essere doppiamente vigile.

Al contrario, ci sono fattori che causano direttamente l'otite.

In primo luogo, ci sono germi patogeni come batteri ( Stafilococchi, Pseudomonas ... ) o lieviti ( Malassezia ... ). Questi germi patogeni gradualmente colonizzano le orecchie sostituendo gradualmente i buoni germi che costituiscono la flora naturale delle orecchie. Finiscono per causare un'infezione.

Possono anche essere identificati parassiti dell'orecchio come Otodectes cynotis o Demodex canis, che causano rogna atriale e rogna demodecica.

Piccoli corpi estranei sono spesso la causa di un'infiammazione in seguito alla loro introduzione nell'orecchio. I corpi estranei più spesso incontrati sono le spighette (vedi articolo "spighette di stazione"), queste erbe probabilmente perforano il timpano e causano l'otite media o addirittura i nostri poveri cagnolini.

L'otite può finalmente essere di origine allergica . Il 50-80% dei cani con allergia alimentare ha otite media. Nel 20-25% di essi, l'otite esterna ricorrente è anche l'unico sintomo. Allo stesso modo, il 50-80% dei cani ha otite esterna durante il periodo estivo, un sintomo che indica un'allergia ambientale stagionale. La dermatite atopica può anche spiegare l'occorrenza di otite. Molto spesso, l'otite è accompagnata da un forte prurito cutaneo.

Altre cause come l'ipotiroidismo, le malattie autoimmuni, la presenza di tumori auricolari possono anche favorire l'insorgenza di infezioni all'orecchio.

Confronta l'assicurazione del cane

Com'è la diagnosi di otite?

È imperativo consultare il veterinario non appena si nota uno dei sintomi sopra menzionati. Infatti, l'otite esterna può, se non curata sufficientemente precocemente, evolvere verso l'otite media e interna, più complessa e quindi più costosa da diagnosticare e trattare.

L'otite esterna può essere evidenziata da una semplice esplorazione visiva del canale uditivo esterno con un otoscopio. Questo esame consente di evidenziare l'eventuale presenza di corpi estranei, di apprezzare l'aspetto di cerume, timpano e canale uditivo esterno.

Il veterinario può anche effettuare un esame citotossico che consiste nell'assunzione di secrezioni dall'orecchio e nell'analisi della presenza di lieviti o batteri al fine di adattare il trattamento nel miglior modo possibile.

La diagnosi di otite media e interna è più complessa e può richiedere raggi X, TC o risonanza magnetica.

Quali sono i trattamenti per l'otite media?

Il trattamento dipende ovviamente dalla posizione dell'otite e dalla causa sottostante.

Il trattamento dell'otite esterna comporta la pulizia del condotto uditivo con una soluzione adeguata prescritta dal veterinario.

I trattamenti antinfiammatori, antibiotici, antiparassitari e / o antimicotici locali in base alla causa identificata di otite devono essere instillati dopo un'accurata pulizia dell'orecchio (vedere come pulire le orecchie del cane). In caso di otite allergica, sarà necessario identificare la causa dell'allergia, cibo o ambiente e, da un lato, evitare l'allergene il più possibile e, dall'altro, desensibilizzare il cane.

In caso di corpo estraneo, il veterinario lo rimuoverà con una pinza, di solito sotto sedazione o anestesia dell'animale. In caso di tumore, verrà preso in considerazione un trattamento chirurgico.

I trattamenti locali basati su gocce auricolari non vanno oltre il timpano. Sono addirittura da vietare in caso di rottura timpanica. Le infezioni dell'orecchio medio o interno sono quindi trattate con un trattamento antibiotico orale generale.

Se l'otite è ricorrente, il follow-up veterinario è essenziale per riadattare il trattamento o considerare di pulire le orecchie sotto sedazione o altre opzioni chirurgiche.