I mezzi di comunicazione del cane

Sarebbe bello se il nostro cane potesse usare la parola per farci capire quello che vuole a volte, o solo per sapere con certezza cosa ha in mente.

Sì, ma qui è chiaramente impossibile, il cane non può parlare umano. D'altra parte l'umano può parlare cane, almeno può osservare e capire la lingua del cane.

Perché conoscere i mezzi di comunicazione del cane?

In ogni relazione, la comunicazione è un vero pilastro, senza che tutto possa crollare. Bene per la relazione inter-specifica tra un maestro e il suo cane, è lo stesso. Senza comunicazione, senza capire l'altro, non può esserci una relazione equilibrata, sana e cooperativa.

Conoscere i mezzi di comunicazione del tuo cane ti aiuterà anche a prevenire certi problemi, ad anticipare le reazioni, a capire il suo "stato mentale" e quindi a interagire meglio con lui.

Come comunica il cane?

Come accennato in precedenza, il cane non parla, ma si esprime ancora in molti altri modi.

Naturalmente, quando pensiamo alla comunicazione, pensiamo al linguaggio "verbale" e alle esternazioni come abbaiare, piangere, vocalizzare, grugnire, lamentarsi, ecc. Ma il cane non ha solo questa gamma di mezzi di comunicazione da comprendere, compresi altri cani (e presto tu, quando leggi questo articolo). Infatti, il cane lavora di più con un linguaggio "muto" e una comunicazione non verbale: è la lingua del corpo !

È per questo motivo che consiglio sempre ai miei clienti di parlare il meno possibile al loro cane perché è il modo migliore per perderli. "Perdere" nel senso che la comunicazione verrà interrotta a causa di un eccessivo fraintendimento da parte del cane.

Quindi, un punto importante da sollevare anche, il cane comunica in modo olfattivo in particolare. Questa comunicazione è destinata ad altri animali, ovviamente perché il nostro senso dell'olfatto non è sufficientemente sviluppato per percepire tutti i messaggi olfattivi lasciati.

I diversi mezzi di comunicazione del cane

Propongo di distinguere tra 4 stati emotivi in cui il cane può essere e soprattutto in che modo lo esprimerà.

Per comunicare un desiderio di giocare

Un cane che vuole giocare lo farà sapere facendo la posizione di salvezza : le zampe anteriori a terra e le natiche nell'aria. Ma non solo, il cane che vorrà giocare può anche farlo capire abbaiando per evacuare il suo possibile troppo pieno di energia o per attirare l'attenzione del cane o della persona con cui desidera giocare.

Per comunicare che si sente bene

Un cane che si sente bene ed è sereno sarà un cane con le orecchie e la coda rilassate, avrà anche la bocca aperta.

Noterai anche che un cane si sente bene se va a letto, soprattutto sul lato o sul retro: queste sono posture di "vulnerabilità" che il cane adotterà solo se è a suo agio.

Allo stesso modo, se vedi / senti il ​​tuo cane che si estende e espira rumorosamente, è perché è a suo agio e sereno dove si trova adottando questo comportamento.

Quindi, il cane adotta anche i mezzi di comunicazione per placare una situazione e comunicare il suo lato "pacifista" agli altri: questo è ciò che chiamiamo i segnali di pacificazione. Quindi, se vedi il tuo cane socchiudendo gli occhi, deviando la testa / il corpo, o salendo sulla schiena, allora è in un processo di pacificazione.

Leccare è anche usato dal cane per comunicare un desiderio di pacificazione e sentirsi rassicurato. Se viene proposto in maniera eccessiva: è necessario rivolgersi a un professionista per aiutarti a capire questo bisogno che il tuo cane si rassicuri definitivamente.

Per comunicare lo stress

Un cane stressante sarà in grado di mostrarlo in vari modi ma è soprattutto osservando il suo comportamento e le sue abitudini quotidiane che possiamo sospettare di un certo stress: il fatto che non ingrassa o addirittura perde peso nonostante il suo dieta equilibrata, il fatto che abbia lacerazioni, il fatto che lui distrugga o sia sporco, il fatto che sia costantemente attaccato al suo padrone, ecc. Questi atteggiamenti non sempre significano ansia da stato emotivo, possono essere spiegati da altri disturbi, ma se un cane è stressato, in ogni caso agisce come dimostrerà.

Quindi, il cane sarà anche in grado di esprimere alcuni segnali che potrebbero avvisarti di improvvisi disagi come sbadigli o leccate ripetute di tartufo.

Per comunicare che si sente minacciato

Il primo modo in cui un cane eviterà una minaccia è la fuga ! Quindi può anche usare i segnali di pacificazione per evitare conflitti: deviare la testa o il corpo, strizzare gli occhi, ecc.

Un cane che si sente minacciato e non può fuggire adotterà gradualmente il pannello di segnali di avvertimento per comunicare il suo disagio (oltre ai vari segnali di cui sopra): grugnito, abbaio, attacco. Quindi, non fermare mai un cane di scappare se lo desidera . Per evitare che sfuggisse aumenterebbe solo il rischio di aggressione.

Per quanto riguarda la lingua emessa dalle posizioni della coda, ecco un piccolo promemoria:

  • La coda è tra le gambe: brutto segno, il cane è ansioso, scomodo e poco sereno.
  • La coda è tesa e dritta: anche il brutto segno! È che il tuo cane è in "modalità di attacco".
  • La coda è rilassata: buon segno, il tuo cane è a suo agio

Tuttavia, per quanto riguarda il linguaggio della coda, è molto variabile in base a ciascuna razza, perché la coda non verrà indossata allo stesso modo per tutti. Ad esempio, per cani come Akita, ad esempio, quando hanno la coda "rilassata", infatti, è completamente piegata sulla schiena. Mentre per i cani tipo Berger per esempio, è rilassato se indossato basso.

Come comunicare con il tuo cane?

Infine, vorrei sollevare un punto che mi sembra ancora importante. Quando comunichiamo con il nostro cane, quando gli diamo ordini o quando interagiamo con lui in generale, il cane sentirà tutte le nostre emozioni e il nostro stato mentale.

Quindi, l' intonazione delle tue parole e l'intenzione di inserire le tue indicazioni, e non la scelta delle parole usate, sarà molto importante. Infatti, che tu dica "Good Dog" o "Biscotte", sarà lo stesso per il tuo cane. Ricorda, lui non parla francese!

Un giorno ho avuto un cliente che consigliavo di essere più deciso nelle sue indicazioni e ha risposto: "ma non voglio arrabbiarmi per il mio cane". Bene, questo è il problema, spesso tendiamo ad associare il modo di dirlo con l'emozione che pensiamo di avere con esso. Mi spiego, quando il mio cane non mi ascolta, posso essere più deciso, ma non è questo il motivo per cui urlo contro di lui e mi infastidisce. Il nostro atteggiamento e le nostre emozioni sono qui importanti da controllare perché il cane è una vera spugna.

Se si sente arrabbiato, non sarà in un processo di successo e entrerai in un circolo vizioso. Mentre se sei sicuro di te stesso, certamente fermo ma non irritato dalla situazione, il tuo cane si fiderà del tuo stato d'animo.

Infine, tieni presente che puoi anche usare i codici cane del tuo cane per comunicare con lui. Per esempio, non appena sbadiglia, sbadigli anche tu, quando ti guarda negli occhi, socchiudi gli occhi lentamente, e così via. Questo ti permetterà di entrare in comunicazione reale con il tuo cane.

Vi invito a leggere i nostri articoli sul linguaggio del corpo del cane ma anche sui segnali di pacificazione. Completeranno le tue informazioni su questo argomento.