Le scadenze per il rimborso delle mutue animali

Quando si desidera acquistare un'assicurazione sanitaria per il proprio animale domestico, è importante garantire determinati criteri.

Tra l'assistenza sostenuta e il tasso di rimborso, il periodo di attesa, l'importo del premio assicurativo, il proprietario di un animale domestico deve prendere il tempo di riflessione per offrire al suo fedele compagno la migliore copertura possibile. Deve anche conoscere i termini di rimborso.

Termini di rimborso variabili

Molte mutue per gli animali accettano di rimborsare le cure veterinarie tra 48 e 72 ore dopo aver ricevuto i documenti giustificativi come la scheda di assistenza, la prescrizione, le fatture pagate. Questo periodo relativamente breve riguarda gli atti veterinari di routine come ad esempio una consultazione e le medicine prescritte dal veterinario. Tuttavia, è lungi dall'influenzare tutte le categorie di cure e benefici.

Periodo di rimborso e complessità degli atti veterinari

In molti casi, il padrone del cane riceve il rimborso delle spese sostenute solo da 15 a 21 giorni dopo il ricevimento delle ricevute da parte del mutuo animale. Questo perché la compagnia di assicurazioni ha l'opportunità di cercare esperienza da un veterinario. Questo esperto è nominato e remunerato dall'assicuratore. La sua missione principale è controllare (o controllare) le cure ricevute dall'animale, specialmente quando gli atti veterinari sono complessi. Ma deve anche verificare che sia l'animale assicurato con la mutua in questione a ricevere le cure in questione. In caso di incidente, l'esperto deve anche analizzare le circostanze dell'incidente prima che la cassa malati rimborsi, in tutto o in parte, le spese sanitarie sostenute dal proprietario dell'animale.

Il padrone del cane o del gatto preso di mira dalla perizia non deve opporsi al controllo ordinato dall'animale della salute reciproca. Deve anche fare ogni sforzo per consentire all'esperto di vedere le condizioni dell'animale che ha ricevuto le cure. Se l'insegnante obietta a questo tipo di controllo, il mutuo può rifiutarsi di rimborsarlo.

Comunque sia, dovresti sapere che questo tipo di verifica richiede tempo. Questo è il motivo per cui, in questo caso, i termini di rimborso possono essere di tre settimane o più. Ovviamente sono ancora più lunghi in caso di controversia. Ciò implica che ciascuna delle due parti (proprietario dell'animale e salute reciproca degli animali) designa un veterinario, o anche un terzo, quando i primi due esperti nominati non sono d'accordo.

Che dire del rimborso durante il periodo di attesa?

Quando il proprietario di un animale domestico stipula un'assicurazione sanitaria, non può essere rimborsato per le cure veterinarie dell'animale durante il periodo di attesa. Questo periodo, chiaramente specificato nelle condizioni generali, va dalla firma del contratto fino a quando non ha effetto. Questo periodo è utile perché consente di certificare che l'animale è in buona salute al momento della sottoscrizione del contratto. Questo è un periodo variabile da una compagnia assicurativa a un'altra, di solito da 7 giorni a 2 mesi . Può raggiungere anche 3 mesi in caso di incidente e 6 mesi in caso di malattia. Una compagnia di assicurazioni può decidere di prolungare il periodo di attesa se, al momento del contratto, l'animale è anziano o ha problemi di salute. Questo periodo è quindi lasciato alla discrezione dell'assicuratore. Va notato, tuttavia, che alcune compagnie di mutua assicurazione sanitaria non applicano alcun periodo di attesa.

Il periodo di attesa dovrebbe essere considerato con molta attenzione quando si vuole assicurare il proprio animale domestico. Questo è un criterio di scelta importante perché, durante questo periodo, se l'animale si ammala o è ferito, le cure correlate non saranno sostenute dal mutuo. È quindi molto importante utilizzare un comparatore di assicurazioni animali online per confrontare le numerose formule offerte dagli assicuratori specializzati e le condizioni generali. Il proprietario di un animale domestico può richiedere più preventivi senza impegno. Può quindi studiarli coscienziosamente e confrontarli prima di iscriversi.

Procedura per richiedere il rimborso delle cure veterinarie

Per il rimborso delle spese sanitarie per l'animale, il comandante deve seguire una procedura specifica. Questo non pone alcuna difficoltà particolare. È sufficiente rivolgersi alla salute reciproca degli animali, i seguenti documenti giustificativi:

  • Il foglio di cura debitamente compilato dal veterinario. Il proprietario dell'animale deve anche completare la parte a lui riservata. I fogli per la cura della Vergine sono scaricabili dal sito online del reciproco animale, quindi stampabili dal maestro dell'animale che deve solo consegnarli al veterinario.
  • Il conto (s) pagato dal professionista della salute degli animali.
  • La prescrizione, essenziale per ottenere farmaci e farmaci per l'animale. Il comandante deve assicurarsi di apporre gli adesivi corrispondenti sui prodotti prescritti dal veterinario.

Al ricevimento di queste prove, la compagnia di assicurazione dell'animale domestico controlla le informazioni e rimborsa le spese sostenute, secondo la formula scelta dal proprietario dell'animale. Riceverà un rimborso fino al 50% per una formula base e fino al 100% per una formula che offre una copertura completa. Il periodo di rimborso può essere compreso tra 48 ore e 3 settimane, a seconda dei casi.

Ovviamente è possibile cambiare la formula quando i bisogni dell'animale si evolvono. Il comandante deve contattare la compagnia assicurativa con cui ha stipulato il contratto. L'azienda procede quindi a uno studio del file al fine di proporre la soluzione più adatta.