Crocchette senza cereali per cani

La presenza di cereali in crocchette è stata oggetto di molta pubblicità negli ultimi dieci anni e la popolarità di molti proprietari di cani per la dieta Biologically Appropriated Raw Food (BARF).

Più recentemente, la presenza di cereali in crocchette è stata individuata dalla trasmissione del rapporto "What kibble for our animals" trasmesso su France 5 a ottobre 2017. Ma in realtà, perché i croccantini che contengono cereali pongono loro problema? E, cosa più importante, le crocchette senza cereali o "senza cereali" per i cani attualmente sul mercato sono davvero migliori per loro? Facciamo il punto.

Perché le crocchette del mio cane contengono cereali?

Per fabbricare crocchette, gli industriali hanno assolutamente bisogno di una fonte di amido che funga da "colla", da "legante" per agglomerare gli ingredienti tra di loro sotto forma di una pasta che sarà poi passata in un grosso cilindro chiamato estrusore essere cotto

Nella maggior parte delle crocchette, questa fonte di amido è portata da cereali come riso, grano, mais ...

Le crocchette del mio cane contengono cereali, quindi?

L'aggiunta di cereali in crocchette per cani pone in realtà diversi problemi:

Un problema di contaminazione da micotossine

I cereali utilizzati per la produzione di crocchette sono suscettibili alla contaminazione da micotossine, sostanze prodotte da muffe. Queste micotossine possono crescere sui cereali nel campo, prima del raccolto o crescere dopo il raccolto, se il grano viene conservato in condizioni sfavorevoli. Queste micotossine possono essere trovate in crocchette fatte da cereali contaminati.

Buono a sapersi!

Le micotossine hanno maggiori probabilità di svilupparsi nei cereali "biologici" rispetto ad altri perché i fungicidi usati per il trattamento dei cereali coltivati ​​convenzionalmente riducono il rischio di contaminazione da micotossine (ma in cambio c'è residui di pesticidi, siamo d'accordo!).

Il problema di queste micotossine è la loro tossicità! Il deossinivalenolo, lo zearalenone o le ocratossine sono tutte sostanze potenzialmente presenti nelle crocchette che possono causare problemi di salute nei nostri animali domestici come la ridotta fertilità, malformazioni congenite, prurito o effetti deleteri sul rene o sul sistema immunitario. La loro tossicità non è acuta (non si ammalano immediatamente) ma cronica . Possono alterare la loro salute assorbendo piccole quantità ogni giorno, cosa che i nostri cani fanno mangiando crocchette "contaminate" ogni giorno.

Si noti, tuttavia, che questo problema di contaminazione dei cereali da micotossine non è unico per i cereali destinati all'alimentazione animale, ma esiste anche nelle catene alimentari. Sebbene attualmente non vi sia uno standard rigoroso per le micotossine negli alimenti per animali domestici (ma solo valori indicativi), ciò non impedisce ai produttori di includere nei loro piani di controllo della qualità analisi sui lotti di cereali usati nella composizione delle crocchette per controllare la quantità di micotossine. I lotti contenenti troppe micotossine vengono quindi rimossi dalla produzione o mescolati con altri lotti il ​​cui contenuto di micotossine è inferiore in modo che il prodotto finale, la crocchetta, contenga il meno possibile.

Glutine, un problema?

I cereali forniscono anche una proteina di cui si parla molto nell'alimentazione umana per i problemi che può porre alle persone intolleranti: il glutine .

Nei cani il glutine non è un problema se non in alcuni setter irlandesi che sono stati diagnosticati come intolleranti al glutine.

Un problema di digeribilità

Gli altri problemi dei cereali sono l' amido e la presenza di fibre non digeribili (o cellulosa) che portano nella crosta di crocchette per cani.

Il cane è un carnivoro non severo che non è ben attrezzato "enzimaticamente" per digerire l'amido portato dalla sua dieta: non ha, come l'umano, l'amilasi salivare necessaria per pre-digerire amido prima del suo arrivo nello stomaco dove un'altra amilasi - pancreas questa volta - si impegna a "finire il lavoro di digestione". Ha anche un breve tratto digestivo e un transito relativamente veloce che non gli permette di digerire cellulosa e un essere umano.

Di conseguenza, il cane ha una capacità limitata di digerire i cereali : non può digerirli adeguatamente se vengono portati in grandi quantità nella sua dieta. Questo può causare disturbi digestivi come la diarrea.

Ciò è ancor più vero nei cani sensibili dal punto di vista digestivo, come le razze di cani brachicefali (bulldog, carlini, ecc.) E i cosiddetti cani "primitivi", come cani o cani nordici vicino al lupo. Lupo ceco, Siberian Husky ...).

Come potete vedere, i problemi di digeribilità non si verificano nelle crocchette che contengono cereali, ma in quelle che contengono troppo grano, che forniscono troppo amido e cellulosa nella razione. Si tratta spesso di crocchette di "primo prezzo" per le quali alcuni produttori "impongono la dose di cereali" a spese degli ingredienti a base di carne per ridurre i costi di produzione delle crocchette.

Alla fine, un problema di qualità nutrizionale

La contaminazione da micotossine, la presenza di amido e cellulosa nascondono spesso un altro problema di cui si parla meno: i grani ricchi di cereali sono poveri di proteine ​​di buona qualità nutrizionale per i cani . Dove c'è troppo grano "nel campo", non c'è abbastanza proteine ​​animali di buona qualità. Sì, i cereali forniscono certamente proteine ​​nella razione, ma forniscono meno della carne e in particolare hanno un valore biologico inferiore per il cane.

Crocchette senza cereali, è davvero meglio?

Tutti questi problemi sollevati da troppi cereali in crocchette cominciano gradualmente ad essere conosciuti dai proprietari di cani in modo che l'industria reagisca sviluppando crocchette "senza grano" o "senza grano". Attento, senza cereali non significa senza amido . Poiché l'amido è necessario per fare le crocchette, i cereali devono essere sostituiti da altre fonti di amido come patate, patate dolci o piselli ...

E, ancora, è tutto sulla quantità. Sul mercato sono presenti crocchette senza cereali che sono ricche di altre fonti di amido, che in definitiva non sono più qualitative delle crocchette che contengono cereali di alta qualità e crocchette senza cereali, sia a basso contenuto di amido che ad alto tenore di proteine ​​animali. . L'unico modo per navigare è ancora una volta imparare a decifrare le etichette ... per separare il grano dalla pula.