Gli animali sacri in Giappone

Gli animali sacri in Giappone

Lo sapevi che quasi il 65% del territorio del Giappone era terra disabitata? Naturalmente, queste terre disabitate non sono disabitate da tutti. La fauna selvatica del paese ha un gran numero di specie, alcune delle quali sono state il centro di leggende e storie incredibili nel corso dei secoli. Oggi alcune specie hanno conquistato il cuore dei giapponesi e nella loro filosofia, un luogo di animali sacri .

Se ami il Giappone e gli animali, oggi YourPetsBestFriends ti presenterà una lista di animali sacri in Giappone . Preparati a essere sorpreso!

Buona lettura!

Potrebbe interessarti anche tu: The sacred animals of India Index
  1. Il corvo
  2. La gru
  3. l'Orso dal collare
  4. il Tanuki
  5. Il macaco giapponese

Il corvo

Una volta considerati emissari divini, i corvi sono ora rappresentati come uccelli di fortuna, di buon auspicio. (A differenza del nostro dove sono piuttosto associati con la guinea).

Aneddoto : oggi è necessario sapere che i corvi sono riprodotti in massa in Giappone e attaccano la sporcizia della società dei consumi con una rara ferocia. Sviluppano persino strategie incredibili, gettando dadi sulla strada mentre i veicoli sono parcheggiati nel fuoco, quindi aspettando che li schiacciano per recuperare il frutto.

Il corvo

La gru

Le gru sono animali sacri in Giappone perché sono considerate fortunate . Inoltre incarnano la longevità. Un detto giapponese dice: "Chiunque piega un migliaio di gru di carta vedrà il suo desiderio adempiuto ... ".

Aneddoto : Esposto alle radiazioni del bombardamento atomico di Hiroshima, un ragazzo dodicenne di nome Sadako Sasaki riuscì a piegare solo 644 gru prima di morire di leucemia nel 1955. I suoi compagni di classe decisero di costruire il resto delle gru in modo che il loro amico possa essere seppellito sotto una ghirlanda di 1000 gru ...

La gru

l'Orso dal collare

Il Giappone oggi ha più di 10.000 orsi dal collare, riconoscibili dal loro punto bianco a forma di mezzaluna intorno al collo. L'arcipelago venerato questo animale per diversi secoli, ma si scopre che per alcuni anni, il loro punteggio di amore è in caduta libera dal momento che sono un po 'spaventati per gli abitanti del villaggio.

Aneddoto : affamato da quando l'uomo ha distrutto e modificato il suo habitat naturale, l'albero dal collare porta giù dalle foreste e si avvicina ai bidoni della civiltà. Questi incontri estemporanei tra l'uomo e l'orso hanno provocato numerosi feriti e alcuni morti. Tuttavia, possiamo davvero dare la colpa a questo animale cacciato dal suo habitat naturale dagli umani?

l'Orso dal collare

il Tanuki

Chiamato anche " cane procione ", questo cane vive da solo con la sua famiglia ed è uno degli animali sacri in Giappone . Sembra un grande procione e si iberna in inverno quando le temperature sono molto basse. Si nutre di piccoli animali e piante. Purtroppo, questo animale sacro in Giappone è anche cacciato per la sua pelliccia, tutto da solo, rappresenta oltre il 10% degli animali uccisi a caccia nell'arcipelago.

È sacro e rappresentato nell'arte giapponese sin dal Medioevo perché è attribuito all'astuzia, al malizioso e astuto aspetto che viene dato alla volpe in Europa.

Aneddoto : troviamo il Tanuki in un gran numero di leggende, barzellette giapponesi e storie per bambini. Il più noto è quello di "Monk and Kettle" o anche nel film d'animazione Pompoko diretto da Isao Takahata nel 1994. Ha la particolarità di metamorfosi e scherzi e giochi maliziosi per gli umani che circondano.

il Tanuki

Il macaco giapponese

Troviamo questa scimmia in tutto l'arcipelago, ad eccezione di Hokkaido. Sono le uniche specie di scimmie che vivono in Giappone e sono difficili da trovare nelle città in quanto risiedono nelle montagne giapponesi. Il macaco giapponese ha ispirato le famose scimmie della saggezza: un emblema asiatico che rappresenta 3 scimmie. Il primo tiene le orecchie, un altro la bocca e il terzo gli mette la mano davanti agli occhi.

Aneddoto : per riscaldarsi durante la stagione invernale, capita che i macachi giapponesi facciano bagni in onsen : sorgenti termali naturali (il più noto è il Jigokudani a Nagano). Per spiegare questo fenomeno e comportamento, una leggenda narra che durante un rigido inverno dei tempi antichi, i macachi resistessero così tanto al freddo che stavano per sparire per sempre. Il samurai decise di prendersene cura e chiese ai gufi una soluzione per salvare questo animale. I gufi volarono verso il sole per prendere un boccone nel loro becco, una volta tornati, li depositarono sulla neve che cominciò a sciogliersi all'istante per creare una sorgente calda in cui i macachi potevano nuotare e quindi sopravvivere riscaldando.

Il macaco giapponese

Per ulteriori articoli su animali sacri o leggendari, non esitare a leggere:

  • Gli animali sacri dell'India
  • I più potenti animali mitici

Se ti piacerebbe leggere articoli simili a Animali sacri in Giappone, ti consigliamo di visitare la sezione Curiosità del mondo animale.