Priapismo nei cani

Il priapismo è una malattia riproduttiva relativamente rara nei cani. Come riconoscerlo? Quali sono le sue cause e come trattarlo?

Priapismo: definizione e sintomi

Prima del suo nome al dio della fertilità nella mitologia greca, il priapismo è una malattia riproduttiva che può colpire i cani maschi. È caratterizzato da erezioni frequenti e anormalmente lunghe anche in assenza di stimolazione sessuale.

Anche se questa malattia può farti sorridere, è da prendere molto seriamente perché genera un forte dolore nel cane che lo fa leccare compulsivamente il suo pene. Può essere accompagnato da disuria, cioè da una difficoltà del cane di evacuare normalmente l'urina e dal gonfiore della vescica legato a questa difficoltà. Può infine essere complicato dall'infiammazione del pene e della mucosa del prepuzio, spesso dovuta a ripetute leccate del cane, o addirittura alla necrosi totale o parziale dell'organo .

Il priapismo deve essere distinto dalla parafimosi, che è un'impossibilità per il cane di ritrarre completamente il suo pene nella sua guaina dopo un'erezione. Molto spesso, questo disturbo è dovuto alla presenza di lunghi peli sulla guaina che si attaccano al pene e impediscono fisicamente che si ritragga.

Quali sono le cause del priapismo?

Le cause del priapismo nei cani sono molte e varie. Quindi, il disturbo può trovare la sua causa in:

  • un problema di ordine comportamentale,
  • disagio con il ritorno venoso,
  • una cistite,
  • Eccessiva stimolazione del sistema nervoso autonomo
  • traumi,
  • somministrazione di droghe.

Accade anche che nessuna causa venga identificata dal veterinario e che venga poi definita priapismo idiopatico.

Come viene trattato il priapismo del cane?

Il trattamento del priapismo può essere chirurgico o medico, cioè consiste nella somministrazione di un trattamento farmacologico.

Il trattamento chirurgico può consistere in:

  • castrare l'animale. Tuttavia, la castrazione chirurgica del cane non aiuta a risolvere il problema,
  • incidere o amputare completamente il pene dell'animale. L'amputazione è quindi accompagnata da ureterostomia ureterale, un'operazione che consiste nel chiudere l'uretra pelvica sulla pelle per permettere all'animale di evacuare la sua urina. L'amputazione è necessaria in caso di complicazione necrotica del priapismo.