Il passaporto per i cani

passaporto per cane

Tra i tanti proprietari di cani in Francia, sei tra quelli che affidano il loro compagno a dog-sitter o la buona cura di un amico per andare in vacanza o sei piuttosto quelli che non considerano separare un momento dal loro fedele compagno e portarlo ovunque con loro? Se appartieni a questa seconda categoria e prevedi di viaggiare fuori dalla Francia, dovrai ottenere un passaporto europeo per il tuo animale domestico. Questo documento ha lo stesso nome del nostro passaporto umano ma non comunica gli stessi dati. Inoltre, per sapere qual è lo scopo del passaporto per il cane, quali informazioni fornisce come ottenerlo, in base a quali modalità e perché è essenziale per il padrone che sei e il cane che hai, leggi velocemente seguendo questo articolo.

Qual è il passaporto europeo per i cani?

Il passaporto per animali domestici è un documento veterinario ufficiale e standardizzato: la sua struttura è conforme a un modello che è lo stesso per tutti i paesi della Comunità europea. Valido per tutta la vita del tuo cane, è progettato per fornire una serie di importanti informazioni a riguardo.

Il nuovo modello del passaporto europeo è stato rilasciato dal 29 dicembre 2014 in conformità con il modello del regolamento dell'Unione europea, ma non mette in discussione la validità del vecchio modello di passaporto, ancora valido oggi.

Quali informazioni fornisce il passaporto per cani?

Rilasciato al momento dell'identificazione animale o della vaccinazione contro la rabbia, questo documento menziona tutte le informazioni riguardanti il ​​cane, il suo stato di salute e quello della sua vaccinazione antirabbica. Può anche indicare le altre vaccinazioni del cane che non sono legalmente obbligatorie e le informazioni sulla sua storia medica.

Il passaporto specifica in particolare le seguenti informazioni organizzate sotto i titoli.

Una nota esplicativa

È il documento di accompagnamento per l'uso del passaporto che fornisce anche le informazioni relative al suo problema.

La sezione del proprietario

Deve essere firmato dal proprietario dell'animale e fornire tutte le informazioni di contatto: cognome, nome, indirizzo, numero di telefono.

La descrizione dell'animale

In questa sezione, troviamo i dati identificativi del tuo cane: il suo nome, la specie, la razza, il sesso, la data di nascita, il colore del suo cappotto e il suo riconoscimento distintivo e facoltativamente la sua foto.

La sezione di marcatura dell'animale

Questa sezione attesta l'identificazione del proprio cane esclusivamente con transponder elettronico e menziona il numero identificativo del chip elettronico, la data di impianto e la sua posizione.

A questo proposito, dovresti sapere che se il tuo animale è identificato da un tatuaggio, non è più ufficialmente considerato un valido documento di identità se è stato creato dopo il 3 luglio 2011.

La questione del passaporto

Questa sezione contiene il nome e i dettagli di contatto del veterinario che ha praticato la vaccinazione, nonché il suo timbro e la data di rilascio del documento.

Sezione di vaccinazione contro la rabbia

Riguarda la vaccinazione contro la rabbia, il veterinario indica la data di completamento dopo aver controllato l'identificazione dell'animale. Le date del vaccino, la sua validità e scadenza, così come il produttore del vaccino e il numero di lotto del vaccino sono menzionati.

Il riconoscimento della validità di questa vaccinazione e dei suoi richiami varia in base al regolamento del paese in cui è stato praticato e la sua validità, superiore a un anno varia a seconda del vaccino utilizzato e del paese in cui il cane è stato ricevuto.

Sappiate che il vostro animale deve essere vaccinato contro la rabbia da 3 mesi e che un esame del sangue deve essere eseguito nel caso di un viaggio da un paese non elencato in EG 592/2004 in Francia.

Inoltre, il passaporto può anche menzionare la sierologia del tuo animale. Infatti, anche se non è obbligatorio, alcuni paesi lo richiedono e il passaporto fornisce uno spazio per indicarlo.

Tra le indicazioni non obbligatorie, questo documento può anche fornire informazioni su tutti i trattamenti antiparassitari (richiesti in alcuni paesi) e gli altri vaccini somministrati al vostro cane, con per ciascuna la data di iniezione e l'etichetta del prodotto utilizzato.

Come ottenere un passaporto per cani?

Il passaporto è un documento che solo il veterinario è autorizzato a rilasciare per una tassa approssimativa di undici euro.

Il tuo cane dovrà soddisfare due condizioni per ottenerlo:

  • Dovrà essere identificato dal chip.
  • Dovrà essere vaccinato contro la rabbia.

Se il tuo cane è già identificato, ma non vaccinato, o se il periodo di validità del vaccino è scaduto, il veterinario lo farà prima di rilasciare il passaporto europeo del tuo animale. Viceversa, se il cane non viene identificato, il veterinario dovrà farlo e rilascerà il passaporto in quel momento.

Il passaporto europeo per i cani: perché deve essere?

Il movimento di animali domestici tra gli Stati membri dell'UE e di altri paesi è soggetto alle attuali normative del Parlamento e del Consiglio europeo. Se prevedi di viaggiare nell'Unione Europea con il tuo cane, dovrai essere in possesso del tuo passaporto. L'unico documento ufficiale in grado di attestare la sua vaccinazione contro la rabbia e la sua identificazione con un microchip, il passaporto standardizza e semplifica le procedure amministrative per la buona accoglienza del tuo cane all'estero.

A questo obbligo vengono aggiunte ulteriori regole in base ai seguenti casi.

Il tuo cane appartiene alle categorie 1 o 2

I cani appartenenti alla 1a o 2a categoria devono avere un passaporto aggiornato al vaccino antirabbico, anche se non lasciano il territorio francese.

Il tuo cane ha meno di 3 mesi

Prima di intraprendere un viaggio all'estero con il tuo cucciolo di età inferiore a tre mesi, controlla con il paese di destinazione per sapere se quel paese consente di viaggiare senza passaporto e quali prove di sostituzione dovrai presentare.

Viaggiare con il tuo cane in Inghilterra, Irlanda, Finlandia o Svezia

In questi paesi, il passaporto del cane deve includere, oltre alla vaccinazione antirabbica, un certificato di trattamento contro larve effettuato tra 24 e 120 ore prima dell'arrivo.

In viaggio con il tuo cane in un paese al di fuori della Comunità Europea

Anche in questo caso, i dettagli del passaporto potrebbero essere insufficienti. È quindi importante informarsi sulle informazioni richieste dal paese interessato al suo consolato o all'ambasciata.

Ritornerai con il tuo cane nella Comunità europea dopo un viaggio in un paese non appartenente alla CE o assente dalla sua lista

Prima di partire, il tuo cane dovrà sottoporsi a un esame del sangue in un laboratorio approvato almeno 30 giorni dopo la vaccinazione e dovrai presentare il certificato incluso nel passaporto.

Viaggiare con il proprio cane da un paese non appartenente alla CE in Francia

Il tuo animale domestico deve essere fornito non solo con il suo passaporto ma con un certificato di salute individuale il cui modello è conforme alle normative europee.

Se sei un globe-trotter e vai regolarmente con il tuo cane, capirai che è essenziale avere un passaporto che sarà richiesto in caso di controllo doganale e permetterà al tuo animale domestico di passarlo senza problemi. Altrimenti, dobbiamo ancora sapere che alcune usanze possono prendere la decisione di rimandare il cane nel suo paese d'origine, di tenerlo in quarantena o, purtroppo, di eutanasia.

Il passaporto per cani è un documento sintetico e completo che contiene tutte le informazioni necessarie in merito all'identificazione e alla salute del vostro animale domestico.

Inoltre, come abbiamo appena indicato, non richiede complicate formalità o lunghi tempi di attesa, quindi prima di viaggiare all'estero, non correre rischi e chiedi il permesso al veterinario.

Infine, sii ancora più vigile se vai in un paese che non è membro dell'Unione europea e scopri il più possibile, molto prima di partire, i documenti aggiuntivi richiesti oltre al passaporto. del tuo animale domestico. Le formalità sanitarie diventano sempre più severe, quindi non correre il rischio di viaggiare senza un passaporto aggiornato e anche prendere in considerazione l'assicurazione sanitaria per il tuo animale domestico chiedendo preventivamente un preventivo di assicurazione del cane perché nel caso problema durante il viaggio, le tariffe veterinarie sono più che corpose in alcuni paesi.

Infine, oltre al sesamo che questo documento rappresenta per il tuo cane all'estero che attesta la sua buona salute, il passaporto degli animali è una risorsa preziosa per combattere il traffico.

Se segui attentamente il nostro consiglio, i tuoi viaggi all'estero con il tuo migliore amico a quattro zampe con il suo passaporto funzioneranno senza intoppi.