Il linguaggio del corpo del cane

In considerazione delle numerose domande poste dai maestri in merito alla comprensione del loro cane, proviamo insieme a decifrare tutte le posture più comuni che i nostri cari amici possono usare per comunicare.

Capire il tuo cane è la base! Ciò ti consentirà di avere un atteggiamento e aspettative che corrispondono all'umore del tuo cane.

E per comprendere appieno il suo cane, bisogna ovviamente osservarlo perché se non può parlare, comunque, il suo corpo ci dice molto! Che si tratti del movimento delle sue orecchie, della sua postura generale, dei suoi occhi, della sua coda, ecc.

Penso che possiamo raggruppare un massimo di posture in tre grandi categorie: posture di gioco, posture "positive" e posture "negative".

Posture e atteggiamenti legati al gioco

Un cane che vuole giocare, specialmente con i suoi congeneri, capirà attraverso una singola postura che non ingannerà nessuno: le zampe anteriori a terra, il posteriore in aria, la bocca aperta, e forse qualche abbaiare per attirare l'attenzione ed evacuare troppe energie.

Quando giochi a cani, possiamo distinguere due atteggiamenti principali: "lotta" o inseguimento. Il combattimento sarà principalmente in piedi o sdraiato (per cuccioli o cani che si conoscono molto bene). Sarà comunque necessario essere vigili quando il combattimento sarà fatto in verticale (i due cani sulle zampe posteriori) perché potrebbe finire male. Sarà il momento di fermare il gioco.

Per quanto riguarda l'inseguimento, sarà "sano" se i ruoli vengono invertiti di volta in volta nel gioco e se non è sempre lo stesso cane che viene perseguito. Vedremo atteggiamenti successivi che tradurranno disagio perché a volte nel gioco, uno dei due cani non vuole più giocare e lo capirà. Sta a te intervenire se il cane che vuole continuare a giocare non "riceve" i segnali di stop dal suo amico.

Posture e atteggiamenti che esprimono serenità

Un buon cane tra le zampe è in piedi con le orecchie e la coda "rilassato". Inoltre, un cane che si sdraia naturalmente tradurrà un'appeasement totale poiché la posizione supina (così come quella sul retro) è quella che mette il cane in una situazione vulnerabile. In effetti, se il cane adotta questo atteggiamento, è perché è rilassato e sereno.

Inoltre, quando il cane sospira o si distende, è perché si rilassa e si trova bene nel suo ambiente. Personalmente, sorrido sempre un po 'quando sento il mio cane sospirare molto dopo essermi sistemato nel suo cestino e prima di iniziare la sua serata.

Molti segni di pacificazione riflettono anche una serenità o almeno un desiderio di passività come strizzare gli occhi, sdraiarsi, mettere sulla schiena, distogliere lo sguardo e / o tutto il corpo, ecc.

In generale, è "facile" vedere se un cane è nelle sue zampe, ha la bocca aperta, "sorride", sembra rilassato nella sua postura generale, non rimane fisso su qualcuno o qualcosa cosa, ha un aspetto "soft", ecc. È difficile decifrare in dettaglio certe posture e atteggiamenti, è spesso dell'ordine dei sentimenti.

Inoltre, per essere onesto, a volte uso i codici cane per dire ai miei cani che "è bello". Ad esempio, succede che uno dei miei cani mi fissa, aspettando "Non so cosa", ma con uno sguardo piuttosto interrogativo, anche un po 'stressato ... E spesso ho il riflesso di battere le palpebre, di strizzare gli occhi, gira la testa, sbadiglia o allunga per indicare che la situazione è serena.

Il più gratificante è quando si segue uno di questi segnali, il mio cane strabuzza gli occhi o va a letto, ecc. Questo dimostra che la vera comunicazione nasce tra di noi.

Posizioni e atteggiamenti né positivi né negativi

Un cane che sembra molto attento, con orecchie ben erette (girevoli), occhi fissi e coda rialzata, non è necessariamente un cane "buono nelle zampe" e sereno, ma non è neanche lui in una situazione di disagio: in breve, è un cane che si trova in uno stato di allerta, è finalmente interessato al suo ambiente, e in particolare da un particolare elemento per il quale svilupperà tutti i suoi sensi per raggiungere identificare.

Posture e atteggiamenti che trasmettono disagio

Veniamo agli atteggiamenti di "avvertimento" che sono certamente i più importanti da osservare, identificare e interpretare!

Un cane che è a disagio lo mostrerà per prima cosa a volte segnali del corpo molto sottili: leccare tartufi ripetuti o sbadigli per esempio.

Inoltre, un cane che vuole evitare una situazione avrà inizialmente un atteggiamento di volo, ma può anche scuotere, leccare o voltare le spalle per esempio. Spesso osserviamo questo tipo di atteggiamento quando, ad esempio, nel mezzo di una sessione di educazione, il cane inizia a stuzzicarlo, ci fa capire che è ubriaco e che, per il disturbo, si prenderà cura diversamente (molto grossolanamente).

Soprattutto, se un cane vuole fuggire, non devi MAI fermarlo! Quindi o può essere distaccato e tu gli permetti di prendere le distanze, o lo accompagni in un posto dove sarà più sereno. Perché se blocchi un cane che vuole tutto ma resta in questa o quella situazione, potrebbe essere aggressivo per uscire dal suo disagio con la stessa rapidità con cui il suo padrone non è in grado di farlo.

Poi, se vedi un cane con un dorso rotondo, orecchie molto basse, una coda tra le gambe e una testa abbassata: non è assolutamente in una situazione che lo mette a suo agio ... È piuttosto molto preoccupato e ansioso in quel momento. Soprattutto, non è assolutamente necessario accarezzare un cane che adotta un tale atteggiamento, il ruolo del padrone qui farà di tutto per placare il suo cane (deviare / attirare la sua attenzione, cambiare l'ambiente, giocare, ecc.).

Se una postura di paura e disagio non è ben interpretata, non presa in considerazione o addirittura ignorata completamente, come ho indicato in precedenza, il cane sarà quindi in una situazione così scomoda che la sua soluzione per sparare sarà un'aggressione. Da qui il grande vantaggio di imparare a leggere il suo cane e quindi riconoscere tutti i piccoli segni premonitori.

I principali segni di aggressività nei cani

  • I peli in modalità punk, completamente eretti sul dorso del cane.
  • Una coda dritta, tesa e che arriva in continuità con la colonia vertebrale (parallela al terreno se preferisci). Chiaramente quando un cane è in modalità "attacco", potremmo quasi mettere un righello dalla sua testa alla punta della sua coda, tutto è quasi sullo stesso asse.
  • Il cane avrà occhi "sporgenti", la bocca quasi chiusa (tranne se abbaia ovviamente), mostrando i denti sollevando le gengive.
  • Quando abbaiano, ci sarà una chiara differenza nell'intonazione che quando si suona, ad esempio, la corteccia sarà accompagnata da alcuni grugniti e mascelle nel vuoto.

Non esitare a leggere il nostro articolo su "come comunicare con il tuo cane", completerà questo perché i segnali di appeasement sono ben enumerati e dettagliati lì.