Il collare elettrico per cani: perché devi vietarlo?

A volte chiamato "collare educativo" sicuramente per alleviare le persone che lo usano, il collare elettrico è un vero e proprio oggetto di tortura, ampiamente democratizzato con alcuni proprietari di cani che non lo fanno più e che, nella maggior parte dei casi utilizzare questo strumento come ultima risorsa.

Alcuni parlano addirittura di una soluzione miracolosa!

Ma allora, soluzione miracolosa per chi? Potremmo fare la domanda perché, ti ricordo, è un oggetto di tortura che causa dolore, stress e traumi nei cani. Quindi sento da qui di dire che, certamente, il metodo è forse radicale ma comunque molto efficace ... E sì! Un po 'che è efficace, sarebbe più di traumatizzare i nostri cani per niente!

Ovviamente è una soluzione che funziona, ma a quale prezzo? Te lo chiedo! A costo di umiliazione e abuso di animali cosciente e provato. Con questo tipo di strumento, che si tratti di collare elettrico, strozzatore o collare a punta, si basa su un metodo coercitivo, un metodo di rinforzo negativo, un metodo che enfatizza l'evitamento e la paura. Grande non è?

Vi propongo di elencare qui 5 motivi che dimostrano che l'uso del collare elettrico è quello di vietare definitivamente la nostra cassetta degli attrezzi per educare i nostri cani.

Motivo n. 1: Disastrose conseguenze fisiche e comportamentali

È un peccato notare che uno strumento ha lo scopo di "risolvere" i problemi, creati ancora di più. Certo, puoi ben immaginare che le scosse elettriche non abbiano il semplice effetto di far capire al nostro cane che deve obbedire, sarebbe troppo semplice! Ciò causa problemi fisici come contrazioni muscolari, ferite al collo, un'accelerazione del cuore e della frequenza respiratoria, tremori, diarrea, ecc. La lista è molto lunga, credetemi. Ciò causa anche ovvi problemi comportamentali legati all'irritazione. Questo può quindi essere tradotto in urla, ansia permanente, aggressività o attività alternative.

Tranne se si desidera adottare un cane per presentare, umiliare, ferire, ferire o addirittura uccidere (sì sì, i collari elettrici, usati male o falliti, hanno già causato la morte di alcuni cani) Non vedo il punto di continuare a usare questi oggetti di tortura, tuttavia, che sono sopportati da così tante persone.

Motivo 2: i ricercatori parlano

Gli studi hanno dimostrato e dimostrato che l'uso di strumenti coercitivi come collari elettrici, strangolatori o punte, ha reso i cani più ansiosi, più reattivi di quanto dovrebbero e 'meno capaci di raggiungere il loro pieno potenziale nella loro partnership con gli umani ", cioè questi strumenti creano chiaramente uno squilibrio nel rapporto uomo / cane e, peggio, uno squilibrio intellettuale e nervoso nel cane.

Motivo 3: cosa dice la legge?

Una legge che regola la professione di educatore / allenatore canino stabilisce che tutti i metodi di educazione che utilizzano accessori che possono causare lesioni, sofferenze, stress o paura al cane sono vietati! Sapendo questo, ora la domanda è: perché le collane educative sono ancora consentite per la vendita? Perché molti educatori di cani usano, sostengono e rivendicano questo tipo di metodo?

Motivo 4: una conseguenza paradossale

I proprietari di cani aggressivi usano spesso il collare elettrico come ultima risorsa che non è riuscito a trovare altre soluzioni efficaci, ma è diventato chiaro che l'uso di tali strumenti - la cosiddetta - educazione potrebbe appena generare aggressione da parte del cane in questione. Paradossale no? E per una buona ragione, sfido te, o qualsiasi essere vivente su questa terra, a rimanere completamente neutrale di fronte a un simile approccio. Come avrai capito, l'uso del collare elettrico può generare nel cane un'aggressività per irritazione. In effetti, il cane interessato potrebbe essere aggressivo quando è in contatto con un essere umano alla testa o al collo, per esempio.

Motivo 5: un'associazione negativa

Ricorda, il cane impara, tra le altre cose, per associazione. E usando questo tipo di strumenti, i maestri finiranno per affrontare un certo squilibrio nel rapporto che hanno con il loro cane perché associerà il suo maestro e l'istruzione in generale a qualcosa molto negativo, anche traumatico. Tuttavia, questo non è assolutamente quello che vuoi quando istruisci un cane. Perché vogliamo educare un cane? In modo che possa adattarsi facilmente alla vita sociale che gli proponiamo non è vero? Bene, allora facciamo questo adattamento, questa abitudine, fatti con l'invidia, l'entusiasmo e la benevolenza.

Per concludere, direi che è sempre meglio, quando si vuole imparare qualcosa al suo cane, privilegiare il rinforzo positivo piuttosto che il negativo. Giocheremo alla motivazione del cane piuttosto che alla paura e all'evitamento.

E infine direi che ora, e per molti anni ormai, conosciamo altri metodi e abbiamo una prospettiva sufficiente per sapere che sono altrettanto efficaci e soprattutto molto più rispettosi del cane del benessere. È una semplice questione di buon senso per me favorire un approccio gentile, rispettoso e attento ai nostri amici cani piuttosto che un metodo coercitivo basato sulla tortura apertamente praticata.