Il personaggio del cane

Questo è un argomento vasto che cercheremo di affrontare oggi: il mio cane sarà buono o cattivo, sarà gentile o cattivo?

Tante domande a cui molti insegnanti vogliono risposte rapidamente quando adottano un cucciolo o un cane adulto.

Esistono molti test per valutare il carattere del cane, il più conosciuto è quello di Campbell. Personalmente e professionalmente, non uso / più perché per me non è necessariamente molto rappresentativo e richiede l'uso di esercizi e tecniche piuttosto obsolete secondo me.

I test comportamentali che permettono di disegnare il carattere futuro del cane sono spesso fatti in un posto neutrale, che il cane non sa ... Preferisco fare affidamento più su criteri diversi che posso valutare nel tempo, a seconda della situazione e a seconda dell'ambiente proposto al cane. Questo mi dà dati molto più obiettivi, ricchi e variegati.

In effetti, per valutare approssimativamente il carattere di un cane, osserverò di più:

  • La rabbia del cane: come reagisce di fronte a qualcosa di piuttosto sgradevole.
  • La reattività del cane: come reagisce quando si affrontano nuovi stimoli, soprattutto quelli ambientali.
  • Il modo in cui il cane gioca: preferisce "combattere" o "perseguire" o "essere perseguito".
  • Curiosità / vigilanza del cane: come reagisce a nuove situazioni, una nuova persona, un nuovo congenere, un nuovo oggetto, ecc.?
  • La possessività del cane: riesce a condividere le sue risorse: cibo, giocattoli, spazio, il suo padrone, ecc.?

Tutte queste osservazioni potrebbero già darci un'idea del carattere del cane. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che il carattere del cane non è qualcosa di fisso. È mutevole e malleabile.

Il carattere del cane è formato da diversi fattori

  • La razza del cane così come i geni dei suoi genitori.
  • Gli istinti naturali del cane.
  • Il corso buono o cattivo del periodo di gestazione della madre.
  • Il comportamento della madre durante lo sviluppo (è rassicurante per i suoi cuccioli, ecc.).
  • Il comportamento dell'uomo durante le prime settimane del cucciolo.
  • Il comportamento dell'Uomo durante i primi mesi del cucciolo.
  • La varietà di ambienti ed esperienze offerte al cucciolo durante il suo sviluppo.

Spesso sentiamo dire: "questa o quella gara è più facile di un'altra". E questo non è del tutto falso. In effetti, alcune razze avranno istinti naturali più pronunciati di altri, penso in particolare ai cani più "primitivi" (Husky, cane cecoslovacco lupo, ecc.), Che non hanno subito cambiamenti reali da parte dell'uomo. Questi cani avranno più carattere poiché sono più indipendenti.

Inoltre, anche all'interno di una razza comune, i cani possono avere comportamenti completamente opposti, dipende molto dalle esperienze vissute e dall'intervento dell'Uomo.

In effetti, il carattere di un cane, come ho indicato, può essere modificato. Ovviamente gli istinti non possono essere rimossi, ma tuttavia possono essere limitati e controllati dall'uomo.

Ad esempio, ho un cane molto affezionato a me, che mi ascolta quasi con le dita e mi fa sempre "felice" adottando i comportamenti che voglio che adotti. Tuttavia, con gli altri, sarà completamente diverso perché non avrà necessariamente una relazione speciale con loro e non coopererà facilmente. In effetti, per me, ha un carattere molto buono, per altri ha un carattere molto forte.

Hai un carattere buono o cattivo?

Questo rimane abbastanza soggettivo, come per gli umani altrove. Un cane può essere molto docile per una persona e molto testardo per un altro. Già perché il cane non adotterà necessariamente lo stesso comportamento con tutti, perché si fiderà dell'atteggiamento dell'umano che ha di fronte a sé, ma anche perché non abbiamo tutto il stessi requisiti o la stessa soglia di tolleranza per un particolare comportamento.

Diremo che un cane che ha un buon carattere è gentile, docile e abbastanza disponibile ad adottare i comportamenti desiderati. D'altra parte, si dirà che un cane ha un brutto carattere se non cede rapidamente e tende a testare più di collaborare.

Tuttavia, per me, un cane che testa e non ascolta necessariamente ciò che gli viene chiesto di fare non è necessariamente un cane con un brutto carattere. È semplicemente un cane che ha capito di poter testare e di trovare una certa soddisfazione.

L'aneddoto

A livello personale, e per darvi un esempio specifico della soggettività del concetto di carattere: ho adottato una puttana di 6 anni, che è stata recuperata da un'associazione a seguito di maltrattamenti ricevuti in la sua famiglia di adozione iniziale. Mi è stata descritta come un grande cane, che ha un carattere ma è comunque accomodante. Quindi era l'opinione di persone che avevano attraversato la sua strada in un momento T della vita di questa puttana.

Dopo diversi giorni / settimane al suo fianco, ho notato alcuni comportamenti piuttosto fastidiosi, per me comunque, dal mio punto di vista, e ho detto alla gente dell'associazione che mi ha detto: è il suo personaggio, lei è così.

Ma non penso che i comportamenti adottati dai cani in generale derivino necessariamente dal loro carattere, in ogni caso, non solo! A mio parere, questo non dovrebbe essere visto come una generalità, ma piuttosto come un atteggiamento adottato in un dato momento, seguendo una particolare situazione ed esperienza. E questo comportamento può quindi essere modificato se prendiamo in considerazione tutti questi aspetti (contesto, esperienza, ecc.).

Penso in particolare a persone che descrivono il loro cane come dominante. "Il mio cane è dominante, è così" ... Uh! NO! Un cane può essere dominante per un cane o un altro e abbastanza sottomesso a un altro. Questo non è assolutamente un tratto della loro personalità da incidere nel marmo.

Proprio come noi, per esempio, posso essere molto risoluto quando si tratta di riprendere i miei cani, e molto dolce quando si tratta di premiarli. Non è perché una volta ero fermo che lo avrei sempre saputo, in tutte le situazioni e con tutti i cani.

Cosa ricordare

  • I cani hanno due tipi di carattere: quello che è "innato", che corrisponde ai suoi istinti e quello che è "acquisito", che corrisponde a tutte le esperienze vissute, l'atteggiamento del padrone e le modifiche apportate dal 'Man più in generale.
  • Il carattere "cattivo" di un cane (inteso come un cane difficile, anche aggressivo) è spesso influenzato dall'uomo perché il cane non nasce cattivo, lo diventa.
  • Avere carattere non è necessariamente una cosa negativa, è semplicemente necessario sapere come analizzare e controllare, se necessario, i comportamenti associati a questo personaggio.