Vaccinazione del cane

Vaccinare il tuo cane è un atto di prevenzione progettato per proteggere contro varie malattie. Quali sono i vaccini obbligatori in Francia? Contro quali malattie si può vaccinare il proprio cane? Quanto spesso si verificano i richiami?

Cos'è la vaccinazione?

La vaccinazione dei cani si basa sugli stessi principi della vaccinazione degli esseri umani. Consiste nell'introdurre nel corpo dell'animale un agente esterno (generalmente un virus, un batterio inattivato o attenuato) per creare una reazione immunitaria che protegga il cane da una malattia .

La vaccinazione è quindi di grande interesse per la protezione contro malattie molto gravi e / o per le quali non esiste un trattamento o per cui il trattamento è lungo. La vaccinazione quindi impedirà al cane di contrarre la malattia contro la quale è vaccinato o potrebbe almeno ridurre i sintomi. Oltre a questo interesse individuale, ha anche un interesse collettivo nel proteggere gli esseri umani e altri animali dalla circolazione di agenti responsabili di queste malattie.

I diversi vaccini

Vaccini obbligatori

In Francia, non esistono vaccini obbligatori per i cani ad eccezione del vaccino antirabbico . Ma questo vaccino contro la rabbia è richiesto solo per:

  • Cani pericolosi delle categorie 1 e 2,
  • Cani che viaggiano all'interno o all'esterno dell'Unione europea.

I regolamenti interni di alcuni stabilimenti (campeggi, canili, ecc.), Club o scuole di cani possono anche richiedere che i cani che li frequentano siano vaccinati contro la rabbia.

Altri vaccini

Sebbene non siano richiesti dalla legge francese, i vaccini classicamente raccomandati per i cani sono vaccini contro:

  • cimurro (una malattia virale altamente contagiosa tra cani che può causare sequele neurologiche o morte dell'animale),
  • Epatite da Rubarth (malattia virale responsabile di gravi danni al fegato e alterazione cromatica degli occhi blu),
  • leptospirosi (infezione batterica responsabile di gravi danni ai reni che possono portare alla morte ed è trasmissibile all'uomo),
  • parvovirosi (una gastroenterite emorragica virale altamente contagiosa che spesso porta alla morte dell'animale),
  • tosse canina (tracheobronchite abbastanza a lungo da guarire e molto contagiosa per i cani).

A seconda dell'esposizione del cane a queste malattie che dipende dal suo stile di vita e dalla tua zona, il veterinario può scegliere di combinare i vaccini contro:

  • leishmaniosi (una malattia incurabile causata da un parassita trasportato da insetto che provoca spesso insufficienza renale fatale),
  • piroplasmosi (una malattia parassitaria causata da alcune zecche che provoca grave anemia potenzialmente fatale per i cani)

Da notare! I vaccini sono generalmente indicati dalle iniziali delle malattie contro cui proteggono. Ad esempio:

  • CHLRP per la tempera, l'epatite di Rubarth, la leptospirosi, la rabbia, il parvovirus
  • CHPPil per cimurro, epatite di Rubarth, parvovirosi, parainfluenza (kennel tosse), leptospirosi,
  • CHLP per tempera, epatite di Rubarth, leptospirosi, parvovirosi,
  • CHP per tempera, parvovirus,
  • ...

Queste sono le lettere sulla scheda di vaccinazione del cane in cui il veterinario attacca l'etichetta dal vaccino.

Sebbene non siano richiesti dalla legge francese, alcuni di questi vaccini possono essere richiesti per poter partecipare a raduni di cani o per mantenerlo in una pensione.

Vaccinazione del cane in pratica

Immunizzazione primaria

Durante i primi due mesi di vita, il cucciolo è protetto dagli anticorpi di sua madre che lei gli trasmette colostramente durante l'allattamento. Infatti, il suo colostro, la sostanza secreta nei primi giorni dopo la nascita del cucciolo, e in misura minore il latte materno sono ricchi di anticorpi. Questi anticorpi lo proteggeranno fino a quando il suo sistema immunitario non sarà operativo.

Quindi, sono due mesi, quando svezzati, un cucciolo sarà vaccinato per la prima volta: si chiama primo-vaccinazione . La vaccinazione su un animale mai vaccinato prima richiederà quindi due iniezioni a distanza di alcune settimane . La prima iniezione provoca sensibilizzazione del sistema immunitario e la seconda iniezione, in genere da 4 a 6 settimane dopo, ha un effetto di richiamo e un'alta produzione di anticorpi. Senza questa seconda iniezione, non vi sarebbe alcun effetto protettivo duraturo del vaccino. Il protocollo di vaccinazione del cucciolo, cioè la natura dei vaccini, il numero di iniezioni e l'intervallo tra di essi, sarà determinato dal veterinario caso per caso.

Il vaccino contro la rabbia è un caso speciale perché non può essere fatto prima dei 3 mesi dell'animale perché gli anticorpi materni possono persistere nel cucciolo fino alla sua undicesima settimana e rendere il vaccino inefficace. Durante la prima vaccinazione contro la rabbia, il veterinario può rilasciare un passaporto europeo se richiesto. Questa è la prova che l'animale è ben identificato da un tatuaggio o da un microchip ed è stato vaccinato contro la rabbia. Il documento è essenziale per viaggiare con il tuo cane in tutti i paesi dell'Unione Europea. Il vaccino antirabbico non richiede una seconda iniezione come per la prima vaccinazione.

I promemoria

L'effetto protettivo di un vaccino purtroppo non è definitivo e questo è il motivo per cui è necessario effettuare vaccini regolari (spesso annuali) . Il programma di vaccinazione del cane è sempre definito da un veterinario in base al rischio assunto dal cane su base giornaliera.

Quando i promemoria non vengono eseguiti in tempo, il veterinario è obbligato a ricominciare il protocollo di vaccinazione dall'inizio (le due iniezioni distanziate). Ma state tranquilli, la maggior parte delle cliniche veterinarie invia una lettera al momento dell'iniezione di richiamo per rinfrescare la memoria dei maestri distratti.

Il richiamo avviene sempre durante una visita di vaccinazione con un veterinario che, anche in assenza di malattia, è di interesse. È un momento di scambio tra il proprietario e il veterinario, un'opportunità per affrontare argomenti importanti come l'adeguatezza del cibo con i suoi bisogni o per individuare i problemi di salute molto presto.

Prezzo per i vaccini per cani

Il prezzo dei vaccini varia in base al numero di vaccini da fare e in base alle pratiche veterinarie, ma generalmente è compreso tra 30 e 90 € per consultazione .

Buon piano

Sempre più assicuratori animali offrono un pacchetto di vaccinazione, altrimenti noto come pacchetto di prevenzione. Questo pacchetto aiuta il master assicurato a finanziare le spese veterinarie non incluse nella copertura dell'assicurazione sanitaria del suo cane come vaccini.