Rabbia nei cani

rabbia del cane La rabbia è una malattia virale ben nota. È giustamente spaventoso perché è trasmissibile all'uomo e non esiste alcun trattamento: è sempre fatale. Sebbene sia diventato estremamente raro nell'Europa occidentale, non è completamente scomparso dalla superficie del globo, perché continua a imperversare nei continenti dell'Africa e dell'Asia e nell'Europa orientale. Oggi, la rabbia non parla quasi di lei in Francia grazie alla vaccinazione di animali domestici e volpi. Tuttavia, il rischio esiste ancora con l'importazione illegale di animali da paesi a rischio. La Francia è stata esente dalla rabbia dal 2001, ma i casi di rabbia sono segnalati su animali importati da paesi infetti. L'ultimo caso risale al 2013: si trattava di un caso di rabbia in un gattino importato dal Marocco nella Val d'Oise.

Cos'è la rabbia?

La rabbia è una malattia causata da un virus. Quest'ultimo, altamente concentrato nella saliva degli individui affetti, si contamina principalmente attraverso i morsi.

Dopo il morso, il virus migra nel cervello durante tutto il periodo di incubazione, che può variare da un mese a diversi anni a seconda della specie. Nei cani, questo periodo di incubazione è relativamente breve, dura in media da 15 a 60 giorni.

Una volta ospitato nel cervello, il virus si sviluppa infettando le cellule sane e provoca i seguenti sintomi: cambiamenti comportamentali (aggressività, paura, agitazione, ansia), difficoltà durante la deglutizione, cambiamento del tono della voce, eccessiva salivazione paralisi progressiva della laringe e della faringe a tutto il corpo.

Nessun trattamento esiste, la morte dell'animale rabbioso si verifica in 4 a 5 giorni dopo la comparsa dei primi sintomi.

vaccinazione

La vaccinazione è il modo più sicuro per prevenire la malattia nei cani. Questa vaccinazione viene eseguita in un'unica iniezione da tre mesi del cucciolo. Questa vaccinazione è efficace per un anno e deve essere oggetto di solleciti annuali, che possono essere rimborsati dalla vostra azienda. Usa la nostra assicurazione sanitaria comparativa per cani che offre questo tipo di formula.

La vaccinazione antirabbica è obbligatoria per uscire fuori dalla Francia metropolitana (Corsica, Reunion, Martinica, Guadalupa inclusa) e per gli animali soggetti alla legge sui cani pericolosi. Può essere richiesto dagli organizzatori di incontri canini (scuola di cuccioli, centro di educazione canina, gare di cani, corse di levrieri ...), da funzionari di luoghi pubblici (campeggi, centri di vacanza ...) o addirittura in canili e pensioni, ma si tratta di misure precauzionali individuali, non rese obbligatorie dalla legislazione francese.

Dal 2008, una vaccinazione antirabbica, per essere ufficialmente riconosciuta, deve essere registrata sul passaporto europeo dell'animale. Questo passaporto viene rilasciato dal veterinario durante la sua vaccinazione.