Pyelonephritis nei cani

La pielonefrite è una grave infezione del tratto urinario che colpisce i reni del cane. Quali sono le cause di questa infezione? Quali sono i sintomi? Come viene diagnosticata? E come viene trattata?

Cos'è la pielonefrite?

La pielonefrite è chiamata proliferazione di germi nella parte superiore del tratto urinario del cane . Per semplicità, si può dire che è un'infezione urinaria che colpisce l'uretere e il rene (più specificamente la cavità pielica del rene da cui l'affetto prende il nome).

L'infezione può interessare solo uno dei due reni o entrambi i reni del cane allo stesso tempo.

Quali sono le cause della pielonefrite nei cani?

La pielonefrite può essere una delle complicanze della cistite infettiva . Le cause principali della pielonefrite sono quindi essenzialmente uguali a quelle della cistite infettiva e sono spiegate in dettaglio nel nostro articolo sull'argomento. Tra queste cause, un indebolimento della funzione immunitaria del cane è quello che favorisce convenzionalmente l'insorgenza della pielonefrite. Ciò può essere dovuto alla malattia di Cushing, diabete mellito, insufficienza renale o trattamento con corticosteroidi.

La pielonefrite può anche essere la conseguenza:

  • la presenza di calcoli renali (nefrolitiasi),
  • un sondaggio urinario,
  • la presenza di un tumore al rene,
  • malformazioni urinarie come l'ectopia ureterale (il "tubo" che trasporta l'urina dal rene alla vescica è mal collegato a esso) o displasia renale (malformazione congenita del rene).

Pyelonephritis del cane: quali sono i sintomi?

Nei cani, la pielonefrite causa i seguenti segni clinici:

  • una poliuro-polidispia : il cane beve e urina di più,
  • segni di dolore addominale,
  • febbre,
  • sangue nelle urine (ematuria),
  • segni di dolore quando il cane sta urinando (stranguria),
  • molti stimoli a urinare ma che lasciano scappare solo poche gocce di urina (pollachiuria).

La pielonefrite può essere complicata dalle seguenti malattie:

  • insufficienza renale,
  • discopondilite (infezione di un disco intervertebrale e placche vertebrali),
  • sepsi,
  • endocardite,
  • comparsa di calcoli di struvite nei reni.

La maggior parte di queste malattie è dovuta alla diffusione di germi che infettano i reni attraverso il sangue o il sistema linfatico ad altri organi.

La diagnosi di pielonefrite

La diagnosi di pielonefrite nei cani può essere difficile da stabilire. Passa necessariamente dall'analisi delle urine e più particolarmente da un esame citotossico delle urine che viene chiamato ECBU . Questo test conferma la presenza di germi nelle urine e determina quali antibiotici saranno in grado di superarli. Deve essere fatto mediante cistocentesi, comprendere mediante puntura diretta nella vescica usando un ago sottile e lungo, per assicurare la raccolta di urina sterile (il campione non è quindi contaminato dal passaggio urina per via naturale o per l'ambiente). A meno che l'animale non sia particolarmente agitato, questo esame non richiede spesso anestesia o tranquillizzazione.

Queste analisi possono essere completate da:

  • un'ecografia renale per osservare l'aspetto dei reni e dell'uretere,
  • esami del sangue .

Quale trattamento per la pielonefrite?

Il trattamento della pielonefrite si basa sulla somministrazione di antibiotici per un periodo da 3 a 8 settimane. Durante questo periodo, il veterinario eseguirà regolarmente nuovi esami citobatteriologici delle urine per valutare l'efficacia del trattamento. Quando l'analisi dà risultati negativi, segno che l'urina è diventata di nuovo sterile (senza germi), è ancora necessario continuare il trattamento antibiotico per 2 settimane.

Il veterinario lavorerà anche per trattare la causa della pielonefrite e le eventuali complicanze associate.