Pancreatite del cane

La pancreatite nei cani è caratterizzata da sintomi lievi e talvolta è difficile da diagnosticare.

Pancreatite: che cos'è?

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas, un organo vitale situato dietro lo stomaco che svolge un ruolo cruciale nella digestione e regolazione del glucosio nel sangue (concentrazione di glucosio nel sangue). A seconda della durata della malattia e della sua insorgenza più o meno improvvisa, la pancreatite acuta si distingue dalla pancreatite cronica.

La pancreatite acuta, ad esordio improvviso, è una malattia grave ma che, curata nel tempo, può essere completamente reversibile a seconda dei casi.

La pancreatite cronica, che ha una durata di vita più lunga e spesso passa inosservata nelle sue fasi iniziali, è spesso la causa di lesioni pancreatiche irreversibili che portano all'insufficienza pancreatica o alla perdita della funzione dell'organo.

La pancreatite cronica può progredire in pancreatite acuta e viceversa.

Quali sono i segni?

I sintomi della pancreatite sono molto variabili. Essi dipendono dall'estensione delle lesioni pancreatiche, dalla gravità dell'infiammazione e, sfortunatamente, non sono molto specifici in caso di infiammazione moderata, rendendo la diagnosi complessa da stabilire per il veterinario senza la necessità di ulteriori esami.

Tra questi sintomi, possiamo incontrare:

  • vomito a volte emorragico (contenente sangue),
  • perdita di appetito,
  • diarrea,
  • un abbattimento dell'animale che poi rimane prostrato,
  • dolore all'addome,
  • un ittero chiamato ittero,
  • la presenza di una massa palpabile nella regione del pancreas,
  • febbre o ipertermia,
  • un aumento della sete e della frequenza delle urine chiamate sindrome poliuro-polidipsica. Questa sindrome è stata osservata nel diabete mellito associato a pancreatite.

Si dice che questi sintomi siano incoerenti. In altre parole, possono o non possono essere trovati.

Pancreatite nei cani: quali sono le cause?

Le cause della comparsa di pancreatite nei cani sono molte e varie . Quindi, la pancreatite può essere:

  • di origine metabolica

L'iperlipidemia, che è un eccesso di lipidi nel sangue, può causare pancreatite. Possono essere pietrificati primari o trovare la loro origine in malattie ormonali come la sindrome di Cushing, il diabete mellito o persino l'ipotiroidismo.

L'ipercalcemia, che si riferisce all'eccesso di calcio circolante nel sangue, può anche avere un ruolo nello sviluppo della pancreatite.

  • di origine nutrizionale.

L'ingestione di pasti troppo grassi o l'ingestione accidentale di una piastrina di burro può causare pancreatite.

  • di origine traumatica.

Traumi addominali dopo chirurgia addominale o incidente stradale possono causare pancreatite.

  • origine meccanica

L'ostruzione del dotto pancreatico da parte di pietre o un tumore può anche spiegare, come la presenza di reflusso duodenale, la comparsa di pancreatite.

  • di origine infettiva

La toxoplasmosi, un'infezione parassitaria, può essere la causa principale della pancreatite.

  • di origine medicinale

La somministrazione di alcuni farmaci nei cani può causare pancreatite acuta.

  • di origine sconosciuta.

Questo è chiamato pancreatite idiopatica.

Come diagnosticare la pancreatite?

Di fronte a un quadro clinico che potrebbe suggerire una pancreatite, il veterinario eseguirà numerosi test per confermare la sua diagnosi tra imaging addominale (ultrasuoni e raggi x) e analisi del sangue .

La diagnosi di certezza si basa sull'esecuzione di una biopsia pancreatica . Questo è un campione di un piccolo pezzo di pancreas per l'esame al microscopio. Questo esame è invasivo: richiede l'intervento chirurgico in anestesia generale dell'animale. In un cane già indebolito dalla malattia, la biopsia non è sempre indicata e il trattamento può essere messo in atto sulla base dei risultati agli altri esami praticati dal veterinario.

Pancreatite del cane: quale trattamento?

Il trattamento della pancreatite deve essere iniziato il più presto possibile.

Si basa su:

  • l'eliminazione di qualsiasi fattore noto che possa favorire l'insorgenza di pancreatite come una dieta troppo ricca di grassi o l'uso di farmaci "tossici" per il pancreas,
  • somministrazione di droghe. A seconda dei sintomi del cane malato, il veterinario può prescrivere antidolorifici, farmaci antiemetici per alleviare il vomito associato a una dieta di 2-4 giorni, una terapia fluida (infusione endovenosa di soluti per correggere la disidratazione e i disturbi elettrolitici). causato dalla malattia) o persino antibiotici per prevenire eventuali complicazioni batteriche,
  • trasfusione di sangue o plasma fresco,
  • trattamento chirurgico in alcuni casi.

In alcuni casi, la pancreatite acuta può progredire in pancreatite cronica o può essere complicata da insufficienza renale acuta, diabete mellito, aritmie cardiache, embolia polmonare o edema o coagulazione intravascolare disseminata (DIC). .

L'evoluzione della malattia a breve termine dipende dalla gravità del coinvolgimento pancreatico e dai sintomi ad esso associati.