Cistite infettiva nei cani

La cistite infettiva è un'infezione urinaria localizzata nella vescica e responsabile dell'infiammazione. Facile da individuare con sintomi caratteristici, può essere favorito da molti fattori.

Cistite del cane: definizione e sintomi

La cistite di un cane è un'infiammazione della parete della vescica . Nella grande maggioranza dei casi, questa infiammazione è dovuta a un'infezione batterica, ma può anche derivare da altre cause come la presenza di calcoli urinari, traumi alla vescica, infiammazione cronica o da farmaci, ecc.

La cistite può manifestare uno o più dei seguenti sintomi:

  • difficoltà a urinare (disuria),
  • la presenza di sangue nelle urine (ematuria),
  • segni di dolore durante la minzione (stranguria),
  • un aumento della frequenza della minzione (pollachiuria),
  • incontinenza urinaria .

Questi ultimi due sintomi possono spiegare perché un cane inizia a fare pipì dentro mentre è solitamente pulito o inizia a leccare i suoi genitali per molto tempo .

Cistite infettiva nei cani: a cosa serve?

Quando un cane ha cistite infettiva, la parete della vescica viene colonizzata da batteri responsabili della sua infiammazione. In cima alla lista dei batteri spesso responsabili della cistite infettiva appare la famosa Escherichia Coli ma non è l'unica. Possono essere responsabili anche altri come stafilococchi o proteo .

Molto spesso, i batteri, naturalmente presenti sulla pelle del cane o nel suo intestino, tornano nella vescica per colonizzarlo prendendo in prestito l'uretra, il canale che collega la vescica alla bocca della vulva o del pene. Poiché l'uretra è più corta nella femmina rispetto al maschio, le infezioni del tratto urinario sono più comuni che nei maschi perché i batteri raggiungono più facilmente la vescica.

A volte i batteri possono essere ricondotti ai reni causando una complicazione della cistite infettiva: pielonefrite (infezione renale).

C'è molto spesso una causa o un fattore che favorisce l'insorgenza di cistite infettiva nei cani che il veterinario cercherà di scoprire se sono ripetuti. Si sa che molti meccanismi fisiologici "difendono" il corpo dalle infezioni del tratto urinario. Quando questi meccanismi sono danneggiati da una condizione, un'anormalità o un trauma, non possono più svolgere questo ruolo e le infezioni del tratto urinario e della difesa possono quindi svilupparsi.

I meccanismi limitanti delle infezioni del tratto urinario includono:

  • svuotamento urinario

Ogni volta che il cane urina, i batteri della vescica vengono espulsi dalla minzione (evacuazione dell'urina dalla vescica). Se il cane ha difficoltà a urinare (disuria), i batteri ristagnano nella vescica. Non più correttamente rimossi, causano un'infezione del tratto urinario.

Pertanto, tutte le cause che influiscono sulla corretta evacuazione delle urine come un'ostruzione urinaria da parte di pietre o un tumore, una insufficiente contrazione della vescica non consentono il suo completo svuotamento , un'anomalia anatomica dell'uretra, ecc. promuovere l'insorgenza di cistite infettiva.

L'effetto di flussaggio dei batteri dalla vescica durante la minzione può avvenire solo se l'emissione di urina è sufficientemente abbondante. Nel caso dell'incontinenza urinaria, la perdita urinaria impedisce al cane di avere un grande volume urinario per eseguire questa "pulizia" della vescica e spiega anche che tale problema promuove l'insorgenza di cistite infettiva.

Il ristagno di urina nella vescica in un cane che non esce abbastanza spesso da urinare può anche favorire l'insorgenza di cistite.

  • le difese naturali della vescica

Naturalmente, il tratto urinario produce anticorpi e mucoproteine ​​che impediscono ai batteri cattivi di aderire alla superficie della vescica. Quando questi meccanismi di difesa naturale sono alterati da un trauma al rivestimento della vescica a causa della presenza di calcoli o dopo il posizionamento di un catetere urinario, può svilupparsi una cistite infettiva. Alcuni farmaci si scindono in sostanze che possono anche danneggiare la superficie della vescica e indebolire le sue difese naturali.

Alcuni cani soffrono di una deregolazione del sistema immunitario ereditario che assume la forma di una carenza di immunoglobulina A selettiva . Queste immunoglobuline sono importanti proteine ​​nella lotta contro gli agenti infettivi delle mucose, il che spiega perché la loro carenza espone più cani alle infezioni urinarie. Le razze di cani predisposti a questo deficit sono pastori tedeschi, Beagle e Shar Pei.

  • le proprietà antimicrobiche dell'urina

L'urina ha normalmente un pH acido e contiene molecole ad una certa concentrazione che la proteggono dalla proliferazione dei batteri. Se queste condizioni fisico-chimiche cambiano e diventano favorevoli allo sviluppo batterico, aumentano i rischi di infezione urinaria. Tra le condizioni favorevoli per l'insorgenza di infezioni del tratto urinario, è riconosciuta la presenza di glucosio nelle urine nei cani diabetici, urine insufficientemente acide o anche una diminuzione della concentrazione urinaria, le cui cause possono essere molteplici.

  • immunità

Alcune malattie note per influenzare l'immunità possono anche promuovere l'insorgenza di cistite infettiva. La malattia di Cushing, il diabete mellito, il cancro, l'insufficienza renale sono tra i più comuni.

Come si diagnostica la diagnosi di cistite infettiva nei cani?

La diagnosi della natura infettiva della cistite viene effettuata attraverso un test delle urine eseguito dal veterinario e / o un esame citotossico delle urine (ECBU) in laboratorio dopo la puntura dell'urina direttamente nella vescica da parte del veterinario.

Per determinare la causa della recidiva di cistite infettiva, il veterinario può anche ricorrere a:

  • una radiografia o un'ecografia per mostrare la presenza di calcoli, una malformazione o un tumore,
  • un esame del sangue .

Come trattare la cistite infettiva del cane?

Trattamento antibiotico per combattere le infezioni

Per combattere i batteri che colonizzano la vescica, il veterinario prescriverà degli antibiotici all'animale. La durata del trattamento dipenderà dall'aspetto acuto o cronico della cistite e sarà generalmente compresa tra 1 e 4 settimane .

Gli antinfiammatori per alleviare il dolore possono anche essere prescritti dal veterinario in aggiunta agli antibiotici.

Trattamento che dipende dalla causa

Se una causa della cistite infettiva è stata diagnosticata dal veterinario, la curerà anche con mezzi appropriati.

Può essere tra gli altri:

  • un'operazione chirurgica in caso di pietre o tumori,
  • somministrare una dieta appositamente formulato per sciogliere le pietre urinarie dissolvibili,
  • trattamento medico per l'incontinenza urinaria o qualsiasi malattia che promuova l'insorgenza della cistite.

Trattare le cistite infettive del cane con cura naturale

La maggior parte dei germi che causano cistite infettiva stanno diventando più resistenti agli antibiotici. Questa crescente resistenza giustifica l'uso della fitoterapia in aggiunta ai trattamenti convenzionali per "aumentare" la loro efficacia.

Ci sono molti antisettici naturali nelle piante farmacopee che possono essere di grande aiuto nei casi di cistite infettiva. Il più noto di questi è ovviamente il mirtillo (Vaccinum macrocarpon) .

Può essere associato ad altre piante con proprietà diuretiche come l' uva ursina (Arctostaphylos urva ursi L.) in caso di cistite legata a calcoli di struvite e alla pilosella (Hieracium pilosella L.) in caso di cistite legata a calcificazioni. ossalato . Tuttavia, l'uva ursina non deve essere utilizzata in animali gravidi, animali molto giovani o animali antinfiammatori non steroidei senza consulenza veterinaria.

Possiamo prevenire la cistite infettiva?

È possibile implementare alcune semplici misure per ridurre il rischio di insorgenza o recidiva di cistite infettiva nei cani.

Incoraggia il tuo cane a bere più acqua

Più il cane beve e più elimina e meno i batteri ristagnano nella sua vescica.

Per incoraggiare il cane a bere di più, offre sempre acqua fresca a volontà . Per fare questo puoi:

  • cambiare la sua acqua più volte al giorno,
  • servitegli la sua acqua in una ciotola di ceramica per preservare la freschezza dell'acqua più a lungo,
  • investire in una fontana di acqua per cani che fornisce acqua fresca costantemente rinnovata (e priva del suo odore di cloro per i modelli a carbone attivo),
  • Metti diverse ciotole d'acqua a tua disposizione in diverse stanze della tua casa.

Alcuni cani possono essere disturbati dall'odore di cloro dell'acqua del rubinetto. In tal caso, offrire acqua di sorgente in bottiglia (ma non acqua minerale!) O tirare l'acqua del rubinetto in una caraffa poche ore prima di offrirla. Il cloro avrà quindi il tempo di evaporare.

Se ti piace il tuo cane, puoi anche aromatizzare la sua acqua con un po 'di succo di tonno naturale in scatola. Ma attenzione, questo gli porterà un po 'di sale allo stesso tempo, che è controindicato nei cani che ricevono una dieta speciale per le pietre di struvite, o che soffrono di ipertensione, malattie renali o insufficienza cardiaca congestizia.

Esprimi il tuo cane più spesso

I cani che mantengono per lunghi periodi di tempo senza urinare sono a maggior rischio di sviluppare cistite. Proponi un numero sufficiente di uscite di cani ogni giorno (da 3 a 4 uscite minime) in modo che possa urinare.

Dai al tuo cane mirtillo

Senza effetti collaterali noti o controindicazioni nei cani, i mirtilli possono essere tranquillamente somministrati come trattamento preventivo a un cane soggetto a recidiva di cistite infettiva.

(Vedi Cistite infettiva dei cani con cura naturale)