Epilessia nei gatti: sintomi, trattamento e cura

Epilessia nei gatti: sintomi, trattamento e cura

Guarda le carte gatto

L'epilessia è una malattia che colpisce quasi tutti gli esseri viventi, compresi gli esseri umani. Questo è un disturbo molto comune, che rende difficile vivere una vita normale perché in qualsiasi momento potresti essere affetto da un attacco epilettico.

Quando questa malattia viene diagnosticata in un gatto, devi assicurarti che il suo ambiente sia calmo e, soprattutto, sicuro per lui. I proprietari di gatti dovrebbero sapere che non è così comune come l'epilessia nei cani, che è una buona notizia.

In questo articolo, vi diremo come rilevare l' epilessia nei gatti - i suoi sintomi, il suo trattamento e la cura di essere tranquillo quando si vive con questa malattia.

Potrebbe anche interessarti: Perché il mio ratto perde i capelli - Cause e indice di trattamento
  1. Cos'è l'epilessia?
  2. Sintomi di allarme
  3. Diagnosi e trattamento dell'epilessia nei gatti
  4. Come prendersi cura di un gatto epilettico
  5. Cose da non fare in una convulsione
  6. Cosa fare se il tuo gatto ha un attacco epilettico

Cos'è l'epilessia?

L'epilessia è essenzialmente il sintomo della disfunzione cerebrale neurologica. Questo sintomo di cui stiamo parlando sono le convulsioni, ma possono anche essere sintomatiche di altre malattie oltre all'epilessia.

L'epilessia nei gatti può essere causata da vari fattori, tra cui l' ereditarietà, le cause idiopatiche o, causate dallo shock . In quest'ultimo caso, può essere uno shock per la testa nei gatti!

Le cause del verificarsi dell'epilessia saranno determinate dal capo veterinario dell'animale. Ne parleremo più avanti in questo articolo

Cos'è l'epilessia?

Sintomi di allarme

Se pensi che il tuo gatto possa soffrire di epilessia, considera i seguenti sintomi per determinare se lui / lei è realmente affetto da questa condizione:

  • Crisi spontanee
  • Rigidità muscolare
  • Perdita di equilibrio
  • Difficoltà a mangiare e bere
  • Difficoltà a camminare
  • iperattività
  • Iperventilazione (di solito prima di un attacco)
  • nervosismo

Diagnosi e trattamento dell'epilessia nei gatti

Sebbene nei gatti sia presente una percentuale inferiore rispetto ai cani, alcune razze pure hanno una predisposizione ei primi anni di vita sono cruciali per il tuo piccolo gatto. Come spiegato nell'introduzione, la malattia può essere dovuta a cause diverse, ma se noti che il tuo gatto ha uno o più dei suddetti sintomi, devi recarti dal veterinario per una diagnosi il prima possibile.

diagnosi

Il veterinario del tuo gatto prenderà in considerazione il peso, l'età e il tipo di epilessia e darà la sua diagnosi dopo i test, come esami del sangue e delle urine, radiografie e talvolta encefalogrammi.

trattamento

La scelta del trattamento avverrà in base ai risultati ottenuti dopo i test. Qui ci sono diverse possibilità di valutare:

  • Medicina allopatica o tradizionale: i farmaci sono a breve e lungo termine e regolati dal veterinario per ciascun animale.
  • Omeopatia: molto efficace nel tentativo di stabilizzare l'animale e fornire la migliore qualità di vita possibile con una malattia che non ha trattamento, solo una modulazione nel tempo.
  • Fiori di Bach: aiuta gli animali in modo più naturale, ma non in modo olistico. Può essere combinato con altre terapie presentate qui.
  • Reiki: aiuta l'animale a comunicare meglio con l'ambiente e a migliorare la sua pace interiore. È molto utile per gli animali domestici in cui il numero di convulsioni aumenta e i farmaci non hanno l'effetto desiderato.

Per saperne di più su Reiki, offriamo il nostro articolo su come praticare il Reiki nei cani!

Ma come diciamo sempre, puoi avvicinarti ad altre terapie con i veterinari, ma solo lui deciderà in base alle sue conoscenze scientifiche.

Diagnosi e trattamento dell'epilessia nei gatti

Come prendersi cura di un gatto epilettico

Prima di tutto, devi far vivere il tuo gatto in un ambiente sicuro e accarezzare la casa. Ridurre al minimo le situazioni che possono causare stress, in quanto ciò può innescare un attacco. Sai che non ha una vita facile, ma un gatto con questa malattia può avere un'aspettativa di vita di 20 anni se te ne prendi cura.

A casa cerca di evitare di lasciare le finestre aperte e le scale accessibili senza la tua supervisione o di mettere dei rischi sulla strada. Cambiare bruscamente ciotola, acqua o lettiera può anche causare un attacco epilettico nei gatti .

Come prendersi cura di un gatto epilettico

Cose da non fare in una convulsione

  • Tieni la testa (puoi romperle il collo)
  • Dagli cibo, bevande o medicine
  • Coprilo con una coperta o scaldalo (può soffocare)

Cosa fare se il tuo gatto ha un attacco epilettico

  1. Non farti prendere dal panico
  2. Non toccare il tuo gatto
  3. Guarda il suo ambiente e rimuovi tutti gli oggetti dal suo percorso
  4. Sii attento alla frequenza delle crisi
  5. Portalo a vedere un veterinario

Questo articolo è semplicemente informativo, su YourPetsBestFriends non abbiamo la competenza per prescrivere trattamenti veterinari o effettuare alcuna diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale al veterinario se mostra segni di una condizione o disagio.

Se desideri saperne di più sull'epilessia nei gatti - sintomi, trattamento e cura - ti consigliamo di leggere la sezione Problemi mentali.