Dovremmo fare il bagno a un gatto?

Dovremmo fare il bagno a un gatto?

Guarda le carte gatto

Se ti piacciono i gatti o ne hai uno a casa, probabilmente ti chiederai se lavare un gatto sia una cosa buona o cattiva e se sia davvero necessario. Bene, in questo articolo di YourPetsBestFriends risponderemo a tutte queste domande e ti forniremo anche alcuni suggerimenti per sapere esattamente cosa devi fare se devi fare il bagno per il tuo animale domestico.

La convinzione che i gatti non amano l'acqua e che trascorrono le loro giornate a pulirsi e quindi non hanno bisogno di un bagno non è veramente giustificata, e se continui a leggere sotto scoprirai perché. La verità è che tutto dipende da diversi fattori attivi dall'età più giovane dell'animale, se hanno avuto un'esperienza negativa con l'acqua, o se non hanno imparato a pulirsi per una ragione particolare, tra gli altri. Dai un'occhiata a questo articolo e vedi se puoi o dovresti lavare il tuo gatto.

Potrebbe anche interessarti: dovresti lasciare uscire il tuo gatto? indice
  1. Hai bisogno di lavare un gatto?
  2. Quando lavare un gatto?
  3. Suggerimenti per lavare correttamente un gatto

Hai bisogno di lavare un gatto?

La risposta a questa domanda dipende da ciascun animale, e i veterinari dicono che non hai davvero bisogno di lavare il tuo gatto se sta bene e ha un buon profumo, almeno non su base regolare, ma solo quando è strettamente necessario. Inoltre, se lavi il tuo gatto troppo spesso, rischi di perdere il sebo contenuto nella sua pelliccia e, inoltre, causare un'esperienza traumatica. Quindi lava il tuo gatto solo se necessario . Inoltre, i gatti sono gli animali più igienici che esistono, dal momento che passano la maggior parte del tempo a pulirsi facendo scorrere la lingua tutt'intorno al loro corpo, quindi se il gatto ha i capelli corti e vive in casa, una buona spazzolatura regolare sarà quasi sempre sufficiente.

Tutti conoscono la frase tipica dei gatti che odiano l'acqua, ma questa affermazione è incerta perché è sufficiente, in effetti, abituarsi ad essa. Come succede con altri animali, puoi educare un gatto fin da piccolo e abituarti ad avere un contatto con l'acqua, sì, idealmente inizia a lavarlo da 2 o 3 mesi quando è già vaccinato e nella fase intermedia della socializzazione, per impedirgli di ammalarsi e capire che l'acqua non è "cattiva". Se devi abituare un gatto adulto all'acqua, sarà molto più complicato.

Inoltre, ci sono alcune razze di gattini che amano l'acqua come il gatto bengalese che non vede alcun problema giocando con l'acqua e che sono eccellenti nuotatori. Ma ovviamente queste razze sono eccezioni. Tuttavia, è possibile abituare un gatto all'acqua a casa senza esperienza negativa.

Hai bisogno di lavare un gatto?

Quando lavare un gatto?

Sia che sia abituato al lavaggio o meno, ci sono alcune situazioni straordinarie in cui potrebbe essere necessario lavare un gatto:

  • Se hai trovato un gattino o un gatto vagabondo adulto ed è sporco.
  • Se il tuo gatto ha allergie o infezioni della pelle
  • Se il tuo gatto ha subito un colpo di calore o è solo molto caldo
  • Se hai un gatto con peli semi-lunghi o lunghi, non puoi districarli con un pennello o se ha la pelle grassa.
  • Se il tuo gatto ha le pulci e devi eliminarle con uno shampoo speciale.
  • Se il tuo gatto ha tigna che colpisce i capelli, la pelle e le chele.
  • Se il tuo gatto si sporca con un prodotto, soprattutto se è chimico o tossico, e non può essere rimosso con le salviettine.
  • Se il tuo gatto ha smesso di governare per qualsiasi motivo.

Solo in questi casi specifici, avrai davvero bisogno di lavarlo, ma semplicemente per l'igiene quotidiana. Spazzolare più o meno regolarmente a seconda del tipo di capelli e salviette imbevute di uno specifico shampoo a secco rispettando il pH della pelle dei gatti per rimuovere alcuni detriti senza fare veramente il trucco e non sarà necessario darlo un bagno

Suggerimenti per lavare correttamente un gatto

Soprattutto, è importante prendere in considerazione una serie di linee guida che vengono seguite al meglio per rendere l'esperienza il più piacevole possibile.

I primi bagni del tuo gatto sono sempre i peggiori perché tutto è sconosciuto a loro e non sanno cosa li aspetta, quindi è molto importante che tu rimanga calmo, paziente, e non faccia rumore improvviso o alzi la voce, che renderebbe il tuo gatto ancora più nervoso. Devi accarezzarlo e trattarlo con amore in quel momento.

Inoltre, se possibile, chiedi a qualcuno di aiutare a tenere il tuo gatto e di sostenerlo se necessario. Riempi la vasca o il contenitore che prevedi di usare con acqua tiepida prima di inserire il tuo gatto perché il suono dell'acqua che fuoriesce dal rubinetto può renderlo ancora più nervoso o aggressivo. Inoltre, puoi anche applicare un tappeto sul fondo della vasca.

Usa uno speciale shampoo per gatti per evitare di danneggiare la pelle o la pelliccia del tuo animale e lavarlo delicatamente cercando di non toccare l'intera testa e non avvicinarti troppo per evitare graffi. Una volta insaponato e sciacquato bene, prendi il tuo gatto e asciugalo al meglio per eliminare tutta l'umidità. Se pensi che il tuo gatto tollererà il rumore dell'asciugacapelli, mettilo a una temperatura e potenza media e asciughi i capelli rimanendo a distanza.

Come bagni, è probabile che il tuo gatto finirà per amare l'esperienza e diventerà facile per tutti, quindi non devi avere paura e chiediti se è bello lavare un gatto o no perché, in realtà, dipende da molti fattori.

Suggerimenti per lavare correttamente un gatto

Se vuoi leggere più come questo, vuoi fare il bagno a un gatto?, ti consigliamo di visitare la sezione Assistenza di base.