Ci sono mutui per cani senza periodo di attesa?

L'attivazione delle garanzie non è immediata quando una compagnia di assicurazioni animali applica un periodo di attesa.

Questo è un criterio di selezione importante per i proprietari di cani quando desiderano stipulare un contratto per proteggere la salute del loro fedele compagno. Scopriamo insieme che cos'è questo cosiddetto periodo di attesa e se è possibile trovare degli assicuratori animali che si distinguono dagli altri in quest'area.

Qual è il periodo di attesa di un cane reciproco?

Un periodo di attesa è un periodo di latenza durante il quale l'animale non è ancora coperto. Inizia dalla firma del contratto e può durare da 2 giorni a 6 mesi, a seconda del rischio, cioè malattia, chirurgia o incidente. L'età del cane e il suo stato di salute al momento dell'abbonamento sono elementi su cui il professionista si basa per cambiare il tempo in su o in giù. In effetti, ogni assicuratore imposta il proprio periodo di attesa che certifica che l'animale è in perfetta salute. Il contratto mutuo cane ha quindi effetto solo alla fine di questo periodo specificato nelle condizioni generali.

Durante questo periodo di tempo, se il cane si ammala o è ferito - indipendentemente dall'età - tutti i costi veterinari derivanti da esso sono interamente a carico del proprietario. Le tariffe sono stabilite liberamente dai veterinari, questo può essere un importo significativo. Per ovviare a questo inconveniente, molti proprietari di cani danno la preferenza a mutuelle della salute animale che offrono contratti senza periodi di attesa.

Optare per una copertura per la salute del cane con effetto immediato

Oggi, sempre più assicuratori stanno dando ai proprietari di animali domestici un occhio morbido con le formule le cui garanzie entrano in vigore immediatamente dopo la firma del contratto. Tuttavia, va notato che nella maggior parte dei casi, queste formule senza periodi di attesa sono offerte principalmente per i cani in buona salute e non hanno ancora aderito alla categoria degli anziani. Statisticamente, un cane anziano costa di più in costi veterinari rispetto a un cane di 2 anni, perché il suo organismo che invecchia è soggetto a varie patologie, come l'artrosi, difficoltà respiratorie e persino problemi comportamentali. La maggior parte delle volte richiedono farmaci, costosi test aggiuntivi e, in alcuni casi, assistenza chirurgica e fisioterapista. Dobbiamo anche considerare l'alto costo dell'eutanasia e della sepoltura.

In alcuni casi, il comandante di un cane può chiedere all'assicuratore di abbreviare o addirittura eliminare il periodo di attesa se presenta un modulo di esame sanitario debitamente compilato da un veterinario. Questo documento deve essere consegnato all'assicuratore prima che il contratto venga stipulato. Se un veterinario certifica l'eccellente salute del cane, la compagnia di assicurazione per la salute degli animali si assume pochi rischi per coprire questo animale senza applicare un periodo di attesa.

Richiedi più citazioni prima di stipulare un'assicurazione sanitaria per cani

La concorrenza avvantaggia il consumatore. Questo è valido in tutte le aree, compresa quella dell'assicurazione sanitaria per animali domestici. Per realizzare questo, tutto ciò che dovete fare è usare un comparatore di assicurazione per gli animali e cercare una formula che possa soddisfare perfettamente le esigenze del cane rispettando il budget del proprietario. In pochi secondi, il maestro ha l'imbarazzo della scelta. Deve ancora chiedere diverse citazioni, che è totalmente gratuito e senza alcun impegno. Alla reception può studiare uno ad uno le offerte nei dettagli, per conoscere le condizioni generali di ogni compagnia assicurativa. Questo è molto importante perché specifica, tra le altre cose, il periodo di attesa o l'assenza di un periodo di attesa, la franchigia, le esclusioni, l'età oltre la quale il cane non è più supportato, il tetto annuale di rimborso, la necessità o meno di fornire un modulo di esame di salute per l'abbonamento, ecc.

Nella stragrande maggioranza dei casi, gli assicuratori di animali domestici offrono almeno tre livelli di copertura : formula base, formula comfort, formula premium o di fascia alta per un contributo medio mensile compreso tra € 10 e € 50. Una volta firmato l'abbonamento, potrebbe essere utile dopo qualche tempo per modificare la formula durante il contratto, a seconda delle esigenze del proprio cane. Questa possibilità è anche specificata nelle condizioni generali. Per cambiare la formula, il master deve stabilire un contatto diretto con la compagnia assicurativa che farà ogni sforzo per soddisfare il suo cliente. Ma se non gli viene offerta alcuna soluzione, il cliente può rescindere il contratto e assicurare il suo animale a un concorrente con condizioni che gli si addicono meglio.

Assicurati che il tuo cane protegga meglio la sua salute

Per abbonarsi a un animale sanitario reciproco, è offrire garanzie al suo cane per tutta la vita. Questo è il motivo per cui è fortemente raccomandato di assicurare il tuo fedele compagno sin dalla più tenera età, cioè da 2 o 3 mesi, età minima da cui le aziende accettano di assicurare i cani. Ciò consente sempre più frequentemente di beneficiare delle offerte senza periodi di attesa e, di conseguenza, di non dover sostenere spese impreviste se il cane si ammala improvvisamente o è vittima di un incidente.

Assicura che il tuo cane quando è molto giovane gli consenta anche di beneficiare di tutti i possibili atti di prevenzione. Per fare questo, è meglio scegliere una formula:

  • Il massimale annuo di rimborso è di almeno € 2.000, alcuni massimali fino a € 2.500. Ciò consente al proprietario del cane di essere rimborsato perfettamente per consulenze veterinarie, emergenze, medicinali, atti di medicina alternativa, interventi chirurgici o ulteriori esami come analisi o imaging, ecc.
  • Che include un pacchetto di prevenzione, che consente di essere parzialmente rimborsati per le spese di vermifugo, sterilizzazione, identificazione dell'animale, vaccini o anche lozioni terapeutiche o lozioni per gli occhi per esempio.

Il proprietario di un cane è comunque interessato a non ritardare per assicurare il suo piccolo compagno perché molti assicuratori rifiutano di coprire i cani di 7 anni e più, altri imponendo un limite di età anche prima in base al razza del cane.