Etichette per cibo per cani: come decrittografarle?

È difficile scegliere e giudicare la qualità del cibo per cani industriale senza sapere come decifrare le etichette. Ti diamo qui alcune chiavi per renderti un acquirente informato!

Informazioni obbligatorie e informazioni opzionali

Sulle etichette del cibo per cani industriali, troviamo almeno le seguenti informazioni:

  • il riferimento al cibo completo o complementare,
  • la lista degli ingredienti,
  • i componenti analitici.

Queste informazioni obbligatorie possono essere integrate da menzioni facoltative: indicazioni nutrizionali.

Un tipico pacchetto di crocchette

Le parole "cibo completo" o "cibo complementare"

Le parole "cibo completo" o "cibo complementare" devono apparire sull'etichetta del prodotto. Queste menzioni hanno lo scopo di informare l'utente del cibo sulla completezza o complementarità di un alimento. Un alimento completo è sufficiente per nutrire un animale a differenza di alimenti complementari che sono destinati a integrare nutrienti animali o micronutrienti.

La lista degli ingredienti

Una lista più o meno precisa

Nell'elenco degli ingredienti che appaiono sull'etichetta di un pacco di alimenti industriali per cani, gli ingredienti usati prima della cottura nel prodotto sono elencati in ordine di importanza . I primi ingredienti citati sono quindi generalmente presenti in quantità maggiori a meno che un titolo non sia suddiviso in più sottotitoli e a meno che questo prodotto sia ricco di acqua (che evapora quando cotti).

Facciamo un esempio per capire bene: Elenchi di ingredienti diversi ma dicono la stessa cosa sui pacchetti di crocchette

Sul pacchetto A, la voce "cereali" è al primo posto nell'elenco degli ingredienti: è quindi l'ingrediente presente in quantità maggiori nelle crocchette.

Nel pacchetto B, i cereali sono probabilmente anche l'ingrediente numero uno delle crocchette. D'altra parte, è molto meno ovvio solo leggendo la lista degli ingredienti perché il titolo "cereali" è diviso tra "ma", "riso" e "grano" e non è più in cima alla lista. Per essere chiari, incrocierà le informazioni in questa lista di ingredienti con quelle dei componenti analitici.

I regolamenti non impongono un livello di precisione ai produttori per stabilire questo elenco di ingredienti. Alcuni quindi scelgono di rimanere piuttosto vaghi nella descrizione degli ingredienti quando altri sono molto più trasparenti indicando le specie di carne utilizzate, la natura dei cereali / legumi o verdure usate ecc. In questo modo, gli alimenti con ingredienti molto dettagliati e precisi sono miscelati sul mercato e altri per i quali gli elenchi degli ingredienti sono relativamente vaghi e categorici.

Facciamo un altro esempio per capire bene:

Elenchi di ingredienti più o meno dettagliati sui pacchetti di crocchette

Sul pacchetto Croquetix, l'elenco degli ingredienti è vago e categorico: carne, sottoprodotti di origine animale, cereali, verdure ... Quando leggiamo "cereali", non sappiamo se si tratta di riso, mais, di grano Allo stesso modo, quando leggiamo "carni", non sappiamo da che specie provengano queste carni.

Nel pacchetto Carnicroc, l'elenco degli ingredienti è molto più preciso e dettagliato. Il marchio specifica le specie di carne cruda utilizzata (pollo, maiale, anatra ...), la natura di frutta e verdura (carote, mele, zucca ...) e le fonti di amido utilizzate nella ricetta (piselli, patate ...).

Le proporzioni degli ingredienti non sono sempre indicate

Osservando l'elenco degli ingredienti sull'etichetta industriale per alimenti per cani, noterai che la percentuale di ingredienti nella ricetta non è sempre specificata.

La menzione di questa percentuale è obbligatoria per il produttore solo quando desidera evidenziare questo ingrediente sulla confezione del cibo per mezzo di un'illustrazione o di un reclamo nutrizionale.

Un altro esempio per capire bene:

L'indicazione della percentuale di ingredienti sulle crocchette dipende spesso dalla presenza di un'accusa

Sul pacchetto Croquettor, la frase "pollo" e la foto di un pollo arrosto richiedono che il produttore indichi la percentuale di carne di pollo utilizzata nella ricetta delle sue crocchette.

Sul pacchetto Croquetix, il produttore non evidenzia gli ingredienti sulla confezione e pertanto non è indicata alcuna percentuale di ingrediente.

Componenti analitici

La formulazione obbligatoria sull'etichetta del mangime include "componenti analitici" a volte indicati come "Analisi nutrizionale" o "Costituenti analitici" ...

Per tutti i mangimi completi, questi componenti analitici devono includere almeno:

  • il livello di proteine ​​grezze,
  • il contenuto di grassi o grassi,
  • la fibra grezza o il contenuto di cellulosa grezza
  • il tasso di ceneri grezze o di materia minerale.

La visualizzazione del contenuto di umidità di un alimento è obbligatoria solo se supera il 14%. Di conseguenza, questo tasso è raramente visualizzato su cibi secchi come crocchette, che in genere non supera l'8-10% di umidità.

Il tasso di carboidrati assimilabili - che alimenta regolarmente polemiche su crocchette - non è obbligatorio. È quindi molto raramente esposto sulle etichette dei cibi industriali per cani. Tuttavia, può essere dedotto dal seguente calcolo:

% di carboidrati assimilabili = 100% di proteine-% di lipidi-% di fibre-% di ceneri * -% di umidità *

* Per calcolare la percentuale di carboidrati, si può stimare l'umidità delle crocchette al 10% se l'umidità non è specificata sull'etichetta.

Altri nutrienti o micronutrienti possono essere indicati, così come il loro contenuto, ma non è un requisito per i produttori a meno che non si impegnino a farlo presentando un reclamo nutrizionale sui pacchetti di alimenti. Ad esempio, se un pacchetto di crocchette aumenta per essere ricco in "omega 3", il produttore deve necessariamente indicare il contenuto di omega 3 del suo cibo nei componenti analitici.

Un esempio di una composizione analitica

Affermazioni nutrizionali

Le richieste nutrizionali sono promesse, piazzole di vendita su imballaggi di mangimi per animali o pubblicità dei produttori.

Questi sono messaggi che affermano, suggeriscono o implicano che un alimento per cani ha proprietà nutrizionali benefiche particolari, di solito dai nutrienti che contiene.

Le indicazioni nutrizionali che si possono trovare sui cibi industriali per cani sono ad esempio le menzioni "carne di manzo" o anche "ricco di pollo" . Queste sono menzioni facoltative aggiunte allo scopo di promuovere il cibo.

Sebbene queste accuse siano strettamente regolate dalla Direzione generale per la concorrenza, i consumatori e il controllo delle frodi, non garantiscono che l'ingrediente evidenziato sia presente in grandi quantità.

Essere consapevoli del fatto che la legge consente ai produttori di proporre un ingrediente con un'illustrazione o una "X" o "con X" in quanto questo ingrediente rappresenta almeno il 4% degli ingredienti totali. Questa affermazione è diversa dal nome del marchio seguito dal nome dell'ingrediente (ad esempio: "Croquetix Chicken" o "Croquetix Beef") che obbliga il produttore a includere nella sua ricetta almeno il 26% dell'ingrediente inserito prima. Per quanto riguarda il claim "rich in X", i produttori possono normalmente usarlo solo se il cibo contiene almeno il 14% dell'ingrediente X in questione.