E l'animale preferito dei francesi è ...

... e rimane il pesce rosso. Ciò è rivelato dai risultati del nuovo sondaggio FACCO-KANTAR TNS pubblicato martedì 30 maggio 2017. I pesci sono seguiti da gatti, cani, uccelli e piccoli mammiferi come i conigli.

Ogni 2 anni, la FACCO (Unione dei produttori di alimenti per animali domestici preparati), sostenuta dall'istituto di indagine KANTAR-TNS, conduce uno studio sul numero e sulla natura degli animali domestici nelle famiglie francesi. I risultati dello studio condotto nell'autunno del 2016 sono stati rilasciati il ​​30 maggio 2017.

Secondo questo sondaggio, sono i pesci che sono tenuti in maggior numero dai francesi con 32, 7 milioni di animali nel 2016. Sono seguiti da gatti (13, 5 milioni), cani (7.3 milioni), uccelli (5, 8 milioni) e piccoli mammiferi (3, 4 milioni).

Numero di animali domestici in Francia nel 2016

Sempre più gatti

I risultati del sondaggio mostrano che ci sono ancora più gatti che cani nelle famiglie francesi. I gatti sono addirittura due volte più numerosi dei cani, con quasi 13, 5 milioni di gatti piccoli rispetto ai soli 7, 3 milioni di cani.

Già nell'ultima indagine i cui risultati sono stati pubblicati nel 2014, il numero di gatti era superiore al numero di cani, con rispettivamente 12, 6 milioni e 7, 2 milioni di animali.

Nel 2016, la popolazione felina ha continuato la sua ascesa meteorica, iniziata nel 2000 quando c'erano "solo" 10 milioni di persone.

Evoluzione del numero di gatti in Francia dal 2006 al 2016

La popolazione canina si sta stabilizzando ...

Quando la popolazione felina è aumentata, la popolazione canina è diminuita. In effetti, negli ultimi quindici anni, il numero di cani è diminuito costantemente da 9 milioni di cani nel 2000 a 7, 2 milioni nel 2014.

L'anno 2016 ha segnato un'inversione di tendenza con un lieve aumento dell'1, 1% nella popolazione canina rispetto al 2014.

Evoluzione del numero di cani in Francia dal 2000 al 2016

Animali domestici, un rifugio dalla crisi

Lo studio rivela anche che una persona su due ha un animale domestico fino ad ora, sia che si tratti di un pesce rosso, un coniglio, un uccello, un gatto o un cane. .

Questo non è sorprendente, secondo Nelly Papapanayotou, direttore di KANTAR TNS, che commenta i risultati in un comunicato stampa:

"In un contesto di crisi, l'animale è sempre più popolare perché permette di dimenticare i suoi problemi quotidiani e di contrastare la solitudine. Ciò è particolarmente vero per il gatto e il cane trattati come un compagno da oltre il 60% delle case in possesso, anche un membro della famiglia per il 59, 7% dei proprietari di cani e il 49, 5% dei proprietari di gatti ".