Avvelenamento nei gatti: sintomi e pronto soccorso

Avvelenamento nei gatti: sintomi e pronto soccorso

Guarda le carte gatto

I felini sono molto curiosi ma cauti allo stesso tempo, ma come tutti gli esseri viventi possono commettere errori o essere attaccati. Ecco perché i baffi possono essere soggetti ad avvelenamento.

Se hai un gatto o stai pensando di adottarne uno, il tema dell'avvelenamento, i suoi sintomi e il primo soccorso e un argomento molto importante di cui devi essere al corrente per evitare qualsiasi risultato tragico come la morte di animale.

Potresti essere interessato anche a: Canary Care Index
  1. Principali cause di avvelenamento nei gatti
  2. Sintomi generali di avvelenamento nei gatti domestici
  3. Pronto soccorso e come reagire in caso di avvelenamento da gatto

Principali cause di avvelenamento nei gatti

Come abbiamo detto, il gatto è un animale molto cauto ma anche curioso. Questo li porta ad esplorare e gustare cose nuove, che sfortunatamente possono finire male e possono essere avvelenate, avvelenate o secche in un modo o nell'altro. Tuttavia, conoscendo il potenziale pericolo di certe sostanze e prodotti , possiamo evitare che ciò accada tenendoli fuori dalla portata del nostro animale domestico.

In caso di avvelenamento o intossicazione, non possiamo fare molto nella maggior parte dei casi, ma possiamo identificare i sintomi in tempo e andare da un veterinario il prima possibile.

Alcuni dei più comuni veleni e tossicità che i gatti trovano nei loro vestiti sono:

  • Medicinali per l'uomo (aspirina e paracetamolo)
  • Cibo umano (cioccolato)
  • Insetticidi ed erbicidi (arsenico)
  • Prodotti per la pulizia (candeggina e cloro)
  • Prodotti per il controllo dei parassiti (alcuni spray per animali domestici)
  • Insetti velenosi (cantaridi)
  • Piante velenose (cianuro)

Questi prodotti, piante e insetti contengono sostanze chimiche tossiche ed enzimi per gatti perché i loro corpi non possono metabolizzarli.

Principali cause di avvelenamento nei gatti

Sintomi generali di avvelenamento nei gatti domestici

Sfortunatamente i sintomi sono molto vari e dipendono dall'origine dell'avvelenamento e dal grado di intossicazione . Tuttavia, ti mostreremo i sintomi e i segni più comuni che i gatti potrebbero avere in caso di avvelenamento:

  • Vomito e diarrea, a volte con sangue
  • Eccessiva salivazione
  • Tosse e starnuti
  • Irritazione gastrica
  • Pelle irritata (area di contatto con il prodotto tossico)
  • Difficoltà a respirare
  • Convulsioni, tremore e spasmi muscolari involontari
  • depressione
  • Pupille dilatate
  • debolezze
  • Difficoltà di coordinazione delle estremità per problemi neurologici (atassia)
  • Perdita di coscienza
  • Minzione frequente
Sintomi generali di avvelenamento nei gatti domestici

Pronto soccorso e come reagire in caso di avvelenamento da gatto

Nel caso in cui rileviamo uno o più sintomi precedentemente descritti, è necessario agire rapidamente e in modo adeguato. La cosa più importante è chiamare il veterinario, stabilizzare l'animale e identificare il veleno e, se possibile, prendere un campione in modo che il veterinario possa essere in grado di aiutare il meglio. Ogni volta che è possibile, due persone dovrebbero aiutare, perché uno di loro può prendersi cura del gatto e stabilizzarlo mentre l'altra persona contatta il veterinario. dobbiamo pensare che in caso di avvelenamento, ogni minuto è prezioso.

Ecco i passaggi comuni da seguire in caso di avvelenamento:

1 . Se il nostro animale è molto debole, ai margini di svenimento o incosciente, dobbiamo posizionarlo in un'area aperta, ventilata e illuminata. Questo ci permetterà di osservare meglio altri sintomi e permettere al gatto di respirare meglio. Al momento di spostarlo, dobbiamo prestare particolare attenzione e farlo afferrando fermamente tutto il corpo. Se non disponiamo di un'area esterna, la cucina e il bagno sono camere ben illuminate e dispongono di acqua corrente, che può essere utile.

2 . È molto importante rimuovere accuratamente la fonte dell'avvelenamento. se potessimo rilevarlo, per evitare di avvelenare altri animali in casa, o anche altre persone.

3. Una volta che abbiamo potuto osservare il nostro gatto, dobbiamo chiamare con urgenza il veterinario, che ci aiuterà a calmarci e a dirci come procedere nell'immediato futuro. Abbiamo bisogno di identificare la fonte dell'avvelenamento, in quanto questa sarà una delle prime domande che il veterinario ti chiederà. Questo aiuterà a sapere se indurre il vomito o no. Non dovremmo farlo senza sapere quale prodotto ha ingerito, pensando di aiutare il nostro gatto, perché se si tratta di un avvelenamento più di due ore fa, non ti sarà di alcun aiuto il tuo gatto. Se il gatto è incosciente, non dovresti nominare più indurre il vomito, proprio come se sei certo che il tuo gatto abbia ingerito una sostanza corrosiva come un prodotto acido o alcalino (antiossidante, candeggina, ecc.) O derivati ​​del petrolio (benzina, cherosene, liquido per accendini ecc.) perché facendo vomitare, possiamo causare ancora più ustioni caustiche e danneggiare l'esofago, la gola e la bocca.

4. Se siamo in grado di identificare il veleno, dobbiamo dare quante più informazioni possibili al veterinario, come il nome del prodotto, il suo principio attivo, la potenza, l'ammontare che il gatto potrebbe ingerire e il tempo necessario è passato dall'avvelenamento.

5. Non dobbiamo dargli acqua, cibo, latte, olio o qualsiasi tipo di rimedio casalingo finché non sappiamo con certezza quale veleno ha ingerito e cosa dobbiamo fare. Devi aspettare le istruzioni del veterinario. Questi alimenti potrebbero avere effetti contrari a ciò che ci aspettiamo se non sappiamo a cosa reagiranno.

6. Se il veterinario non contravviene a dare da bere al tuo gatto mentre lo aspetti, puoi dargli dell'acqua o dell'acqua con un po 'di sale usando una siringa.

7. Se, a seconda dell'origine del veleno, dovessimo provocare il vomito del nostro gatto, dobbiamo seguire i passi appropriati per indurre il vomito del gatto per evitare danni inutili durante il processo. Il veterinario te lo dirà.

8. Anche se causiamo il vomito del gatto, parte del veleno sarà stata assorbita dall'intestino, sarà necessario rallentare il progresso dell'assorbimento del veleno. Questo può essere fatto usando carbone attivo.

9. Se la contaminazione è il risultato di una sostanza oleosa o polverosa, e che è aderita al mantello del gatto, dobbiamo rimuoverla con un'intensa spazzolatura in caso di polvere, o usando un prodotto per lavare mani se la sostanza è oleosa. Se non riusciamo a rimuovere il prodotto tossico dal mantello, dobbiamo tagliare la parte del mantello raggiunta.

10. Nel caso in cui il gatto sia sveglio e meno stordito, e il veterinario non lo proibisca, possiamo dargli acqua fresca, perché nella maggior parte dei casi di avvelenamento da gatto domestico è di prodotti che influenzeranno i suoi reni e fegato. L'acqua ridurrà l'impatto su questi organi. Se non può bere da solo, daglielo con una siringa o una pipetta.

Pronto soccorso e come reagire in caso di avvelenamento da gatto

Questo articolo è semplicemente informativo, su YourPetsBestFriends non abbiamo la competenza per prescrivere trattamenti veterinari o effettuare alcuna diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale al veterinario se mostra segni di una condizione o disagio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Poisoning in Cats - Sintomi e primo soccorso, ti consigliamo di consultare la sezione Primo Soccorso.