Educa il tuo cane: le basi per insegnarglielo

Ci incontriamo oggi per parlare dell'essenziale, del principale, dell'inevitabile! Parlo ovviamente delle indicazioni di base per insegnare al tuo cane, passando per le nozioni di base "seduto, sdraiato, non spostato, promemoria", al più tecnico ma comunque essenziale "al cestino" o "tu fai".

Vi presenterò quali sono, per me, le 6 principali indicazioni che il vostro cane deve conoscere per adattarsi alla vita nella società e quindi a rendere un successo il cane / la convivenza.

Regole per un apprendimento di successo

Prima di tutto, è importante ricordare alcune "regole" in modo che i diversi tipi di apprendimento che si mettono in atto siano i migliori:

  • Regola n. 1 : devi essere assiduo, coerente e regolare nell'educazione del tuo animale domestico. Non dovresti prenderlo alla leggera perché meno bravo avrai ora, più sarà complicato e il tuo cane diventerà più un vincolo che un simpatico animaletto.
  • Regola n. 2 : non prendere lezioni di apprendimento troppo lunghe, attenersi al ritmo di apprendimento del cane e non andare troppo veloce. Ho sempre detto che prima di arrivare all'apprendimento della divisione, è necessario passare dall'apprendimento dell'aggiunta, della sottrazione e della moltiplicazione. Sappi che bastano 5 o 10 minuti al giorno (se sono ben fatti) per fare del tuo cane un asso di educazione.
  • Regola n. 3 : l'apprendimento è buono ... ma non è solo questo! Ovviamente devi sempre trascorrere il tuo cane fisicamente e olfattivamente in modo che possa "aerare la mente" dopo una sessione di dispendio mentale (cioè imparando le diverse indicazioni che hai scelto).
  • Regola n. 4 : non c'è un'età da apprendere. Ovviamente, un cucciolo assimilerà le nuove indicazioni molto più rapidamente (proprio come un bambino di fronte a un adulto) ma sa che un cane di qualsiasi età può ancora imparare. Ovviamente è più lungo (e ancora ... non sempre, varia a seconda dei cani, ognuno è unico e quindi diverso), ma dobbiamo semplicemente adattare la tecnica di apprendimento a tutti, e il risultato finale sarà lo stesso.
  • Regola n. 5 : Allo stesso modo, se hai un cucciolo: non c'è bisogno di aspettare non so quanti anni abbia iniziato la sua educazione: prima è meglio è (sempre con il rispetto del ritmo di apprendimento ovviamente).
  • Regola n ° 6 : capire come funziona il cane è essenziale per insegnargli le indicazioni con coerenza e accuratezza. Sappi che il cane è un animale opportunista che andrà a ciò che è bello per lui. Siate consapevoli di questo aspetto per rinforzare sempre positivamente il buon comportamento del vostro animale in modo che lo riproduca.
  • Regola n ° 7 : sii coerente nelle tue posture ma anche nelle tue parole. Usa sempre gli stessi gesti e le stesse parole quando parli con il tuo cane.
  • Regola n ° 8 : le sessioni di apprendimento devono essere svolte in un luogo tranquillo, senza troppa stimolazione circostante. Quindi preferisci le lezioni all'interno (per esempio nel tuo salotto) piuttosto che all'esterno (a meno che non sia il tuo giardino e il tuo cane lo sappia a memoria).

Iniziamo con le basi

L'indicazione del promemoria

Questa indicazione è essenziale ed è sicuramente la più facile da mettere in atto con un cucciolo: da qui l'interesse di iniziare l'educazione dall'arrivo del cucciolo nella tua vita.

Affinché il tuo cane possa tornare quando gli chiedi, deve capire che tornare da te gli dà qualcosa di molto piacevole . Come abbiamo visto, il cane è un animale opportunista, non andrà a qualcosa di spiacevole per lui ... Pertanto, se quando lo chiami non viene ricompensato o peggio, viene punito (di per non tornare abbastanza presto, ad esempio), puoi essere certo che non tornerà mai (o molto poco) quando glielo chiedi.

Quindi, ogni volta che il tuo cane torna da te, congratulati con lui molto calorosamente. Se stai camminando, non richiamarlo solo per attaccarlo, nel qual caso farà una cattiva associazione e non vorrà più tornare da te.

Se hai "paura" che il tuo cane non ritorni quando lo chiami, non esitare a usare un grande cordino (10, 15 o 20 metri) per mantenere la sicurezza.

L'indicazione di "seduta"

È anche un'indicazione relativamente semplice da mettere in atto perché la posizione seduta è naturale nel cane.

Puoi anche aspettare "naturalmente" il tuo cane e poi premiarlo. Nel corso del tempo, il tuo cane alla fine farà l'associazione tra la sua posizione e la ricompensa che segue costantemente.

Altrimenti, puoi semplicemente insegnargli ponendoti di fronte con un regalo che ti porti dal suo tartufo alla coda (senza darglielo). Il tuo cane avrà il riflesso di seguire gli occhi (o meglio il tartufo) la delicatezza e il suo posteriore si abbasserà automaticamente. Una volta che il cane è corso, congratulati con lui come dovrebbe e soprattutto: dagli il trattamento, ma fai attenzione: solo quando si è seduto.

L'indicazione di "mentire"

Per quanto riguarda i seduti, possiamo sfruttare le posizioni naturali del cane per rafforzare positivamente e quindi mettere una "parola" sull'azione naturale del vostro cane.

Ma ancora, è possibile in pochi minuti insegnare a un cane a sdraiarsi usando lo stesso metodo della seduta, cioè l'esca!

Metti il ​​tuo cane in posizione seduta e poi, sempre con un regalo tra le mani (o il tuo giocattolo preferito se non è molto goloso), abbassa delicatamente il trattamento tra le zampe anteriori del tuo animale domestico. Non andare troppo veloce, metti il ​​buon tartufo sul tartufo del tuo cane in modo che segua e finisca sdraiato e poi prendilo. Non mettere la cura troppo in avanti, potrebbe far sollevare i glutei al cane per prenderlo.

L'indicazione di "non mosso"

Questa indicazione è essenziale perché insegna al cane a contenersi e rimanere in una posizione statica, che può, naturalmente, avere alcuni vantaggi nella vita di tutti i giorni.

Per farlo, metti il ​​cane in posizione seduta o prima di coricarsi e dì "fermamente" "fermamente". Inoltre metti la mano dritta di fronte a te. Quindi fai qualche passo indietro e poi torna immediatamente al tuo cane ricompensando se ha eseguito l'indicazione. Se è troppo difficile per il tuo cane, facilita l'esercizio diminuendo la durata, la distanza o le distrazioni circostanti.

Indizi bonus ma comunque essenziali nella vita di tutti i giorni

L'indicazione "al carrello"

Per questa indicazione ti invito a scoprire o riscoprire il nostro articolo specificamente dedicato all'apprendimento del "paniere"

L'indicazione "te ne vai"

Questa indicazione ti sarà utile ogni giorno perché insegna al tuo cane a rinunciare a qualcosa e poi a concentrarsi su di te.

Per farlo, crea semplicemente la seguente associazione: lascia = caramelle!

All'inizio, non fare di più e non meno di dire al tuo cane "te ne vai" e segui questa parola con una sorpresa. Non chiedere nient'altro al tuo cane.

Quindi, una volta terminata l'associazione, "intrappola" il tuo cane mettendo un giocattolo o qualcosa vicino a lui. Non appena guarda nella direzione dell'oggetto in questione, dì "te ne vai" e incatena una delicatezza se il tuo cane ha effettivamente abbandonato la sua idea di andare al giocattolo per guardarti.

Se il tuo cane è ancora attratto dall'oggetto è perché il condizionamento non è ancora ottimale (riprendi la classica associazione di "you let = candy" o perché l'oggetto in questione ha troppo importante per il tuo cane e sei stato troppo veloce nell'apprendimento, quindi ripeti l'esercizio rendendolo più facile.

Per scoprire tutte queste indicazioni nell'immagine, non esitate a guardare il nostro video / tutorial: