Come prendersi cura di un gattino svezzato?

Come prendersi cura di un gattino svezzato?

Guarda le carte gatto

La cura di una madre per i suoi figli è difficile da gestire per gli altri, e quando parliamo di un essere umano che si prende cura dei cuccioli orfani può diventare ancora più complicato ...

Tuttavia, su AnimalPlant sappiamo che con saggi consigli e cure adeguate i felini possono cavarsela. Si tratta di dare ai tuoi cuccioli tutto ciò di cui hanno bisogno per crescere correttamente.

Se hai una cucciolata e non sai come gestirla, questa guida per i gattini non sposati è esattamente quello che stai cercando. Ti invitiamo a continuare a leggere il nostro articolo Come prendersi cura di un gattino non svezzato in modo da poter scoprire tutti i nostri consigli per sapere come prendersi cura dei tuoi preziosi gattini!

Buona lettura!

Potrebbe anche interessarti: come prendersi cura di un indice pugile
  1. Un ambito orfano
  2. Come dovrebbe essere il nido di gattini?
  3. Gattini
  4. Igiene dei gattini:
  5. Come dovresti gestirli?

Un ambito orfano

È purtroppo possibile che tu debba assumere il compito di madre per una cucciolata di gattini ... È possibile che il tuo gatto non accetti i propri bambini e che si rifiuti di dar loro da mangiare, è anche possibile che il tuo gatto essere malato e non avere la forza di prendersi cura dei suoi figli o nel peggiore dei casi in cui la madre morisse dando alla luce ...

In ogni caso, prendersi cura dei gattini appena nati è un lavoro a tempo pieno ma che ti farà sentire utile. Le prime settimane sono le più complicate perché è in questo momento che i gattini sono i più vulnerabili . A partire dalla quarta settimana, la probabilità che i tuoi cuccioli sopravvivano aumenta.

Un ambito orfano

Come dovrebbe essere il nido di gattini?

La prima cosa che devi fare è preparare uno spazio in cui il personale possa sentirsi a proprio agio, al caldo e al sicuro. Ti consigliamo di installare una scatola, un cestino o un letto per gatti che è riservato solo ai tuoi cuccioli, dovrai metterlo in un luogo che è lontano dal passaggio delle persone, i rumori forti e le bozze ma che non è troppo lontano in modo da poterli tenere d'occhio.

È molto importante che i gattini appena nati ricevano il calore corporeo che la madre dovrebbe dare loro perché in questa età i gattini non sono ancora in grado di regolare la propria temperatura. Per arrivarci consigliamo:

  1. Metti coperte nel nido dei gattini (che dovrai lavare frequentemente).
  2. Porta calore grazie a:
  • Cuscini termici per animali domestici che dovrai avvolgere in un tessuto polare per evitare incidenti.
  • Una bottiglia di acqua calda con 37 gradi di acqua che si lascia avvolto in un panno.
  • Anche il calore del tuo corpo può aiutarli. Inoltre, i gattini si scaldano tra loro mentre dormono, quindi è importante non separarli.
Come dovrebbe essere il nido di gattini?

Gattini

Proprio come per i bambini umani il cibo perfetto per i gattini è il latte materno. Comunque in questo caso non puoi fare affidamento sulla madre, dovrai comprare latte artificiale .

Per almeno le prime tre settimane puoi dar loro da mangiare solo con questo cibo. Puoi trovarli presso cliniche veterinarie, farmacie e negozi di animali speciali. Ti consigliamo di parlare con il tuo veterinario in modo che possa indirizzarti alla migliore marca da dare ai tuoi cuccioli.

Non dovresti dar loro da mangiare latte o prodotti caseari per l'uomo, perché questo potrebbe causare diarrea e altri problemi digestivi e, data la giovane età dei cuccioli, la disidratazione potrebbe essere fatale.

Se li hai appena adottati e non hai nulla da offrire, dai loro un po 'di acqua calda per evitare che si disidratino mentre acquisti la ricetta che li salverà.

Quando hai il latte tra le mani, prepara il latte secondo le indicazioni sul contenitore e riscaldalo con i gattini, assicurandoti che non sia troppo caldo. Il modo giusto per nutrirli è usare una bottiglia, che devi mettere come se fosse il seno della madre: con i gattini in posizione orizzontale, in modo che possano succhiare da soli. Non metterlo mai nello stesso modo in cui nutriamo i bambini umani perché possono affogare.

I gattini vorranno impastare mentre li nutri, quindi ti consigliamo di lasciarli in modo che possano farlo. Quando noti che non stanno allattando o dormendo, questo sarà il momento in cui saranno soddisfatti.

Quando hanno finito, mettili accanto alla spalla e toccali sulla schiena per farli ruttare . Le prime due settimane, dovrebbero mangiare ogni due ore, anche di notte. Quindi, il cibo può essere distanziato di quattro ore e così via.

Vi invitiamo a continuare a leggere il nostro articolo Come prendersi cura di un gattino non svezzato per scoprire tutto ciò che sappiamo sull'igiene dei gattini.

Gattini

Igiene dei gattini:

È la madre che con la sua lingua stimola gli sfinteri dei suoi cuccioli in modo che possano defecare e urinare, quindi dovrai fare lo stesso. Per fare questo, inumidisci un panno o un piccolo asciugamano e inizia a strofinare delicatamente i genitali di ciascun gattino (sempre nella stessa direzione) finché non riescono a fare i loro bisogni. Si consiglia di posizionarli su un foglio che non è troppo prezioso per evitare qualsiasi disastro.

Devi continuare finché il bambino smette di defecare o di urinare in modo da essere sicuro di aver espulso tutto. Devi ripetere questa routine ogni giorno dopo che hanno mangiato .

I loro bisogni non dovrebbero essere troppo brutti, se questo è il caso, significherebbe purtroppo che hanno un problema di salute e, come puoi immaginare, consigliamo di andare direttamente da un veterinario.

Per lavare i gattini è più o meno lo stesso processo del precedente: inumidire uno straccio con acqua tiepida e accarezzare il cappotto con piccoli movimenti. In chiusura, assicurati di asciugare completamente il tuo cappotto perché il freddo può essere mortale. Ricorda che non dovresti mai bagnare completamente il gattino se non è obbligatorio.

Igiene dei gattini:

Come dovresti gestirli?

Poiché durante le prime settimane i gattini sono estremamente vulnerabili e per impedire loro di contrarre una malattia o un'infezione, dovrai applicare alcune misure sanitarie ogni volta che le tocchi:

  • Lavati le mani e le braccia prima di toccare i gattini.
  • Tieni gli altri animali lontani per le prime tre settimane per evitare che possano ferire i tuoi cuccioli o diffondere malattie.
  • Non condividere gli utensili che usi per i gattini.

Speriamo che questi suggerimenti ti siano stati utili e che abbiano aiutato i tuoi cuccioli a sopravvivere senza la loro mamma. Ricordati di andare sempre dal veterinario per un consiglio e di essere sempre attento a qualsiasi cambiamento comportamentale. Una volta che sei dal veterinario dovrai stabilire con lui il programma di vaccinazione e gattini vermifughi.

Se ti è piaciuto il nostro articolo Come prendersi cura di un gattino non svezzato, ti consigliamo di consultare questi link:

  • Come prendersi cura di un gatto sordo
  • Come conoscere l'età di un gatto
  • Come prendersi cura di un vecchio gatto

Se vuoi leggere altri articoli come Come prendersi cura di un gattino non svezzato?, ti consigliamo di consultare la sezione Extra Care.