Assicurazione per cani per cane corso

Il Cane corso o cane da corte italiano è un maul atletico di straordinaria muscolatura, di grande gentilezza e molto affettuoso.

È un buon cane di bestiame, difesa e guardia, e le forze dell'ordine lo usano come cane da caccia. Coraggioso, è persino in grado di cacciare l'orso come un grosso gioco di cinghiali. Il Cane Corso ha la fortuna di avere un capitale sanitario eccezionale. Tuttavia, è predisposto a due gravi patologie che richiedono una supervisione veterinaria dall'inizio alla fine della sua vita e trattamenti a volte pesanti. Grazie alla Dog Health Insurance adattata alle esigenze di Cane Corso, il monitoraggio degli animali può essere effettuato a un costo inferiore.

Prolasso della ghiandola nittitante a Cane corso

Frequentemente osservata in medicina veterinaria, questa patologia oftalmologica è comune in Cane corso e riguarda in tre quarti dei casi cani giovani di età inferiore a un anno. D'altra parte, si trova raramente nei cani anziani. Tocca una delle due ghiandole lacrimali dei canidi. La ghiandola interessata è quella della membrana nittitante chiamata anche terza palpebra. Allo stato attuale delle conoscenze, l'origine esatta di questa patologia rimane sconosciuta. Tuttavia, si sospettano fattori genetici e secchezza oculare, cioè KCS (cheratocongiuntivite secca).

All'inizio, il prolasso della ghiandola nittitante è più spesso unilaterale, vale a dire che tocca solo un occhio. Ma nel tempo, diventa molto spesso bilaterale soprattutto al corso di canna. Questo rischio è ancora maggiore in assenza di trattamento dall'inizio della malattia. Per evitare che colpisca i due occhi del cane, al veterinario potrebbe essere richiesto di intervenire preventivamente sull'occhio risparmiato. Questo è chiamato un intervento profilattico. Prima che venga tentata un'operazione chirurgica, il professionista può intervenire manualmente per proteggere la ghiandola nittitante da qualsiasi rischio di infiammazione poiché favorisce notevolmente l'atrofia della ghiandola.

Displasia dell'anca

La displasia dell'anca è un'altra malattia comune nei cani da corte italiani, come nel caso di molti grandi canini. Ma, come hanno confermato diversi studi, Carne corso è di gran lunga il più preoccupato per questo difetto genetico. Questa patologia paralizzante a medio termine è inclusa nella lista dei difetti inaccettabili, come previsto dalla legge del 22 giugno 1989. Si riferisce a un difetto di sviluppo del giunto. I suoi sintomi principali sono il dolore, un'andatura ondeggiante o anche una sincera zoppia, un'affaticabilità allo sforzo abbastanza marcata nel cane. Nel più o meno lungo periodo, c'è amiotrofia muscolare nella pelvi e nella coscia.

Per confermare la sua diagnosi, il veterinario usa l'imaging, e più specificamente la radiologia, dopo aver anestetizzato l'animale. Oltre a visualizzare la discrepanza articolare e ad evidenziare la forma della testa del femore, la radiologia aiuta il veterinario a trovare la presenza di osteoartrite. Una volta che la diagnosi è stata fatta, deve essere prescritto un trattamento. Dipende dall'importanza della displasia che può essere lieve, moderata o grave. A seconda dei segni clinici, il veterinario può optare per una procedura chirurgica che consenta il posizionamento di una protesi. Questo è un intervento estremamente costoso. Questo è il motivo per cui è eseguito principalmente su Canes Corso assicurati con una salute animale reciproca. Sicuramente, in assenza del supporto di un'assicurazione per cani, il proprietario dell'animale potrebbe sfortunatamente essere costretto a rinunciare a questo tipo di intervento per motivi finanziari.

Assicurati il ​​tuo Corso Cane il prima possibile

Il Cane corso è un cane robusto generalmente non affetto dalla malattia ... ad eccezione di queste due patologie che sono il prolasso della ghiandola nittitante e della displasia dell'anca. Come abbiamo visto in precedenza, richiedono una cura lunga e costosa da parte di un veterinario. Ma anche se vigoroso, il cane da corte italiano può ancora ammalarsi, essere colpito da parassiti esterni o interni, o essere vittima di un incidente. Questa molosse non è invincibile. È quindi utile stipulare un contratto di assicurazione cane Cane corso il più presto possibile, e in ogni caso senza aspettare che l'animale abbia problemi di salute. La maggior parte degli assicuratori di animali domestici impone un periodo di attesa durante il quale il cane non viene curato.

Dobbiamo anche essere vigili perché le compagnie di assicurazione generalmente rifiutano di assicurare un cane più grande, indipendentemente dalla razza. Tuttavia, sappiamo che l'aspettativa di vita dei canidi dipende proprio dalla razza a cui appartengono. Nel caso di Cane corso, l'aspettativa di vita è di circa dieci anni e entra nella categoria dei cani di età compresa tra 6 anni. Sottoscrivendo un contratto di assicurazione sanitaria canino quando il suo cane da corte italiano è molto giovane, vale a dire tra 2 e 3 mesi, il padrone fa ogni sforzo per proteggere il suo fedele compagno.

Quale contratto di assicurazione per cani posso scegliere per un Cane Corso?

Ci sono molte compagnie di assicurazione cani e ognuna offre formule diverse. Come regola generale, il proprietario di un corso di carne ha la scelta tra la formula mini, la formula comfort e la formula di fascia alta. Se il costo dell'iscrizione varia da uno all'altro, le garanzie non sono uguali. La prima soluzione copre il minimo mentre il contratto di fascia alta garantisce una gestione molto migliore del cane, in caso di malattia e infortunio. I rimborsi possono raggiungere il 100% delle spese sostenute dal comandante del cane entro il limite del massimale annuale fino a € 2.500. Questa formula molto completa incorpora spesso un pacchetto di prevenzione che consente la gestione parziale di atti non correlati a malattie o incidenti come vaccinazione, identificazione, sterilizzazione, lozioni per gli occhi o sverminazione. molti altri.