Assicurazione Cat: l'importanza di garantire il tuo gatto

assicurazione del gatto

Baby Kitten, British Shorthair, Great Burmese Cat, Maine Coon o persino Gutter Cat ... il tuo gatto ha bisogno di essere protetto come qualsiasi altro animale della famiglia. Per prendersi cura del tuo piccolo gatto e risparmiare su tutte le spese veterinarie, un'assicurazione per i gatti copre le spese più comuni: sterilizzazione, vaccini, medicinali, antiparassitari (pulci, zecche) ... ma anche le relative spese chirurgiche a un incidente oa una malattia grave.

Non sei necessariamente convinto della reale utilità di una mutua assicurazione sanitaria per il tuo gatto. È legittimo che ti poni delle domande. Li esaminiamo per provare a rispondere loro.

Un gatto comune, quanto costa?

Avere un gatto ti costringerà necessariamente a dedicare un piccolo budget. Ha bisogno di un posto tutto suo: cuscino o materasso ... Ha bisogno di una lettiera pulita, spesso cambiata, crocchette e / o pasticci di gatto, giochi, ciotole e un contenitore per acqua dolce ... Tutto questo genera una tassa per ogni proprietario, anche se sono bassi. Certo, tutti non hanno intenzione di spendere più denaro su di esso. Ma è un buon calcolo?

Se pensano così tanto prima di contrarre un gatto comune, i proprietari di animali domestici sono rallentati dalla tariffa dell'assicurazione sanitaria. Molto spesso, i proprietari di gatti pensano che l'ammontare dell'assicurazione sanitaria reciproca per il loro animale domestico finirà per costare loro più delle spese effettive per i veterinari.

Sebbene le assicurazioni per i gatti siano diventate più comuni di prima, la gente è cauta perché talvolta è vista come un oggetto di lusso, che può sembrare un po 'ridicolo, persino superfluo o semplicemente troppo alto. . Hanno paura di pagare di più nell'assicurazione mensile che in costi sanitari reali. Ma in realtà, si dovrebbe sapere che queste mutue operano sullo stesso principio della nostra salute reciproca. A seconda delle formule, coprono le spese mediche dovute alle malattie ma anche le spese veterinarie che potrebbero essere dovute a incidenti! Alcune formule forniscono anche copertura per i costi di prevenzione come i vaccini o il controllo dei parassiti. La buona domanda da porsi è: preferisci pagare un'assicurazione sanitaria mensile di circa € 10 al mese o improvvisamente dover affrontare costi che non hai considerato?

Quindi, è vero: finché il tuo gatto è giovane e sano, i costi per la salute dovrebbero essere ragionevoli ma includeranno comunque tasse di identificazione, possibili sterilizzazioni, vaccinazioni, visite di routine dal veterinario, dai tablet o dalle pipette anti-pulci e anti-zecche ... per non parlare dei costi legati a un incidente di un giovane gatto senza paura.

Come per gli umani, è allora che il gatto invecchia quando il rischio di malattia può iniziare a pesare sul budget dei proprietari. In caso di malattia grave, l'assistenza sanitaria, a prescindere dall'animale, è molto alta: radiografie, scansioni, analisi di laboratorio, procedure chirurgiche, medicinali, spese di clinica veterinaria, costi di trasporto, ecc. Ma, se il tuo animale non è stato assicurato sufficientemente giovane, non sarà più possibile farlo perché le assicurazioni animali hanno sottoscritto limiti di età! Pensaci! Non è sempre un buon calcolo ragionare a breve termine. Un'assicurazione per gatti può anticipare e risparmiare a lungo termine.

Quali sono i termini di rimborso di un'assicurazione per gatti?

I tempi di rimborso variano a seconda della compagnia assicurativa. Alcuni si impegnano a rimborsarti le spese sanitarie sostenute per il tuo gatto entro pochi giorni dal ricevimento della richiesta di rimborso. Come regola generale, questo periodo non supera mai i 15 giorni.

Cosa significano i termini franchising e rimborso cap?

La franchigia è la parte non rimborsata dalla compagnia di assicurazione a causa di una malattia o di un incidente verificatosi sul tuo gatto. In base alle formule assicurative per gatti e società, questa franchigia può essere dedotta per ogni atto medico o una somma annuale, trimestrale o mensile detratta dal primo rimborso nel periodo in questione. In genere si applica agli atti veterinari e alle tasse di farmacia. Per quanto riguarda la cosiddetta assistenza "preventiva" (vaccini, vermifuga, sterilizzazione), in genere non sono influenzate dalla franchigia annuale e vengono rimborsate come parte di un pacchetto. L'ammontare del franchising e le sue condizioni di applicazione sono elementi da prendere in considerazione e studiare bene quando si sceglie un'assicurazione sanitaria per il proprio gatto.

Il limite di rimborso annuale è l'importo oltre il quale non ti verrà più rimborsato per le spese sanitarie del tuo gatto. Non è comune andare oltre; il limite di rimborso annuale varia tra € 900 e € 3.000, ma varia in base alle formule. Potrebbe anche esserci un limite per le procedure mediche relative a una particolare patologia del gatto. Questo massimale viene quindi applicato per l'intero periodo di abbonamento del contratto e non più su base annuale.

Alcuni assicuratori offrono talvolta trattamenti denominati "pacchetti di prevenzione" che assumono la forma di assegni annuali; il loro ammontare varia tra 25 e 180 €. Possono essere utilizzati per microchip, vaccini, interventi chirurgici legati alla sterilizzazione e non fanno parte di un altro rimborso, in quanto non correlati a incidenti o malattie.

È abbastanza comune che le formule più economiche di un mutuo per gatti coprano effettivamente solo le spese mediche o chirurgiche a seguito di un incidente o di una malattia. Ricordarsi di consultare la scheda di garanzia prima di effettuare la scelta.

Qual è il periodo di attesa o l'assenza di un mutuo per un gatto?

Questo è il tempo tra il giorno in cui il contratto è firmato e quando le garanzie diventano effettive. In linea di principio, il periodo di attesa per gli incidenti è più breve di quello delle malattie perché gli incidenti sono intrinsecamente imprevedibili, mentre il proprietario di un gatto può essere a conoscenza di una malattia nel suo animale prima di firmare un contratto. . Anche in questo caso, i periodi di attesa variano da un assicuratore all'altro.

Circa le condizioni di sottoscrizione di un gatto assicurativo

Il tuo gatto, per essere coperto da un'assicurazione per gatti, dovrà rispondere ad alcuni criteri. L'assicuratore, per offrirti un contratto, ha il diritto di chiederti l'età del tuo gatto, la sua razza, il suo peso, il suo numero di identificazione, la sua famiglia e gli antecedenti medici. Nella maggior parte dei casi, deve essere almeno di tre mesi per essere protetto da una salute reciproca. Queste condizioni di sottoscrizione sono relativamente coerenti da un contratto a un altro e da un assicuratore all'altro. Ci sono anche sottoscrizioni di limiti di età per i gatti più anziani: se alcune razze di cani (1a e 2a categoria) sono a volte escluse dalla salute reciproca, sappiate che questo non è il caso dei gatti.