Insegna al tuo cane a nuotare

Ti piacerebbe vedere il tuo cane tuffarsi in acqua in estate quando fa molto caldo? Ti piacerebbe lanciare la sua palla contro di lui e andare a cercarlo in mezzo al lago?

Sì, il tuo cane non ama l'acqua, può averne paura?

Quindi sei nel posto giusto, ti spiegherò come insegnare al tuo cane a nuotare, che sia cucciolo o adulto, grande o piccolo, ansioso o semplicemente non abituato all'acqua . C'è sempre una soluzione e questo articolo ti darà tutte le chiavi per imparare con successo a nuotare per il tuo cane.

Prima di ogni altra cosa, sappi che, contrariamente alla credenza popolare, i cani non nascono con l'innata capacità di nuotare. E sì, come per molte cose, richiede apprendimento e soprattutto una graduale abitudine .

Devi sapere che tutti i cani possono imparare a nuotare a qualsiasi età e razza. D'altra parte, è vero che alcuni saranno più a proprio agio di altri. In effetti, non sono tutti uguali di fronte a questo apprendimento. Alcuni cani avranno il riflesso naturale per aiutare se stessi con le loro zampe in modo che non affondino, quando altri si fanno prendere dal panico e possono sviluppare traumi e persino fobia dell'acqua a causa di una brutta esperienza.

Come avrai capito, il tuo cane deve essere autorizzato ad assimilare l'acqua a qualcosa di positivo, o almeno a qualcosa che è sicuro. E per fare questo, devi seguire una serie di passaggi molto progressivi, non dovresti voler andare troppo veloce per rischiare, ancora una volta, di traumatizzare il tuo cane.

Come maestro tu sei il referente del tuo cane, lui ha fiducia in te e tu devi in ​​qualche modo dare l'esempio. Hai un ruolo molto importante in questo apprendimento perché il tuo atteggiamento, i tempi dei tuoi premi, il tuo incoraggiamento e il rispetto del ritmo di apprendimento del tuo cane saranno gli elementi chiave per il successo dell'esercizio.

Fase uno: assicurarsi che il posto sia sicuro

Suggerimento n. 1 : per insegnare al tuo cane a nuotare, inizia da un luogo tranquillo, senza troppa stimolazione che potrebbe distrarlo o stressarlo.

Suggerimento n. 2 : preferisci anche un luogo di balneazione calmo, senza troppa corrente o nessuna corrente per mettere le probabilità dalla tua parte.

Suggerimento n. 3 : Se possibile, scegli un luogo dove il tuo cane vede il fondo e dove l'acqua è limpida, come ad esempio un fiume. I cani non hanno la stessa percezione di noi e puoi immaginare che non andranno dove prima non hanno "zampe" il "tartufo", specialmente se non sono abituati ad entrare. acqua.

Suggerimento n. 4 : controlla bene prima che sia permesso fare il bagno, sia per gli umani che per i nostri amici canidi ...

Secondo passo: una gentile familiarizzazione

Suggerimento 1 : non affrettare le cose, non buttare il cane in acqua e non aspettare con le braccia incrociate fino a quando non ci saranno più bolle sulla superficie. Lo so, è un atteggiamento estremo, ma vedo un sacco di persone che gettano il loro cane in acqua e aspettano di vedere come reagisce. Questa non è la soluzione giusta, al contrario, così facendo, c'è il rischio di traumatizzare il cane.

Suggerimento n. 2 : Il cane impara, tra le altre cose, per imitazione, inoltre si fida di te e tu sei il suo referente: così sii il suo modello. Accompagnalo, incoraggiarlo a unirsi a te.

Suggerimento n. 3 : non schizzarlo per chiarire che l'acqua non fa male. No, non fa male, in realtà, ma è molto spiacevole.

Suggerimento n. 4 : non aspettarti che il tuo cane salti in acqua al primo tentativo, agitando la coda. Ricompensa e incoraggiarlo a mettere anche i piedi nell'acqua.

Suggerimento # 5 : essere rassicurante! Il tuo atteggiamento, come ho indicato sopra, sarà molto importante. Se sei anche stressato che annega dove non funziona, il tuo cane sentirà apprensione e non si sentirà sicuro. Quindi sii calmo, rassicurante e soprattutto incoraggiante e non forzare le cose.

Suggerimento 6 : il bonus! Se hai un altro cane che è abituato ad andare in acqua e per chi è diventato un vero piacere, non esitare a portarlo con te. Ricorda, il cane impara per imitazione, infatti, se un altro cane va in acqua con gli occhi chiusi, il tuo cane si fiderà e potrebbe persino seguire il suo ragazzo senza pensarci.

Terzo passo: dopo familiarizzazione, rinforzo

Suggerimento n. 1 : il tuo cane è a suo agio quando è in acqua e ha un piede. Per rinforzare questo passaggio, non esitare a giocare con lui nell'acqua. Con il suo giocattolo preferito, per esempio.

Suggerimento n. 2 : non lanciare il giocattolo troppo lontano all'inizio, potrebbe scoraggiare e frustrarlo. Preferisci lanciare il giocattolo pochi metri all'inizio. E, cosa più importante, ripeto, essere nel rinforzo positivo di ogni sforzo fatto dal tuo cane.

Suggerimento n. 3 : puoi anche aiutare con i dolcetti per rafforzare ulteriormente il buon comportamento del tuo cane e soprattutto per rafforzare la seguente associazione: acqua = piacere.

Quarto passo: il verdetto

Una volta che il tuo cane ha familiarità con l'acqua, non ne ha più paura ed è disposto ad andare, puoi fare un buon esercizio e andare oltre nell'apprendimento, vale a dire: nuota, quello vero!

E sì, mi dirai: tutti questi passaggi senza che lui sappia ancora come nuotare? Ci sono ancora altre cose da fare? Ebbene si! Il nuoto richiede una progressiva assuefazione. Per alcuni cani, tutte le fasi precedenti andranno molto velocemente e in breve tempo gli insegnerai a nuotare, ma per gli altri, il più grande "lavoro" sarà quello di familiarizzare con l'acqua.

Ad ogni modo, se hai raggiunto questo stadio con il tuo cane, è perché hai fatto la parte difficile e quello che devi fare: è una torta!

Suggerimento 1 : accompagnalo sempre, incoraggia il tuo cane a seguirti in un posto dove avrà meno "zampe". Proprio come i passaggi precedenti, il tuo atteggiamento sarà molto importante, rassicurante, incoraggiante e ricompenserai sempre ogni sforzo fornito dal tuo cagnolino.

Suggerimento n. 2 : una volta che il tuo cane non ha più "zampe", hai due opzioni a tua disposizione:

  • Il tuo cane si adatta da solo e in modo riflessivo, usando le gambe per andare avanti: il trucco è giocato! Devi solo rinforzarlo. D'altra parte, non lasciarlo nuotare troppo a lungo, soprattutto se è un cucciolo. Nuotare dovrebbe rimanere un piacere così all'inizio, facciamo sessioni brevi ma regolarmente. La linea di fondo è che tutte le esperienze che il tuo cane sperimenterà nell'acqua sono positive. Se si esaurisce e si lascia prendere dal panico all'idea di non avere più "zampe", sei bravo a tornare al punto di partenza, sarebbe un peccato.
  • Il tuo cane va in panico, eccitato: tu, non farti prendere dal panico! Stai calmo e sereno e metti la mano sotto il tuo cane per mantenerlo. Non accarezzarlo per non rafforzare la tua paura. Sii neutrale e rinnova l'esperienza un po 'più tardi. Torna al passaggio precedente.

E ora, ora hai tutte le chiavi in ​​mano per insegnare al tuo cane a nuotare rispettando il suo ritmo di apprendimento, pur essendo sempre nel rafforzamento di ciò che è positivo e pur essendo rassicurante e incoraggiante.

La cosa principale da ricordare è prendere il tuo tempo! È troppo veloce per bruciare le fasi e che traumatizzerà il tuo cane, naturalmente a livello inconscio. Ma ora non hai più scuse, sai esattamente come procedere, quindi buttati in acqua !!