Akita americano

Akita americano

Akita americano è un cane dolce quanto forte. Può essere molto docile e affettuoso se l'atteggiamento del maestro è giusto e coerente.

La sua carta d'identità

Nomi : American Akita, American Akita, (precedentemente chiamato Great Japanese Dog).

Gruppo: Gruppo 5: Spitz e cani di tipo primitivo. - Sezione 5 : Asian Spitz e razze correlate. Senza prova di lavoro.

Altezza al garrese : tra 66 cm e 71 cm per i maschi e tra 61 e 66 cm per le femmine .

Peso : tra 45 e 60 kg in base alla taglia e al sesso.

Colore : diverse tonalità sono accettate: bruno, rosso o bianco, ma anche abiti stropicciati e variegati.

Capelli : l'Akita americana ha i capelli lisci e dritti, forniti a parte la testa, le orecchie e la parte inferiore delle gambe. Il sottopelo dell'Akita americano è più morbido e più spesso.

Cura dei capelli : Akita americana perde molti capelli (specialmente durante i due periodi annuali di muta). Sarà quindi necessario un lavaggio regolare, e ancor più durante i periodi di muta.

Corpo : grande e forte.

Testa : la testa dell'Akita americano è massiccia, il cranio (piatto), il tartufo (nero) o il muso (alto con una fermata ben marcata) sono ampi e ben proporzionati al resto del corpo.

Occhi : Gli occhi dell'Akita americano sono piccoli, in confronto a tutto il resto, di forma triangolare e di colore scuro.

Orecchie : le orecchie dell'Akita americano sono piccole, erette dritte sulla testa, di forma triangolare e leggermente arrotondate ai "punti".

Coda : la coda dell'Akita americano è provvista di capelli molto spessi, legati e avvolti in loop o doppio passante sul retro.

Aspettativa di vita : 11 anni in media.

Bisogno di spese : importante.

Nota: l' Akita americano ha bisogno di molto esercizio, sia fisico che intellettuale. Un Akita americano chiuso in un appartamento o anche nel suo giardino tutto il giorno non sarà un Akita felice.

Attività possibili : tutte le attività legate alla ricerca, per stimolarla in modo olfattivo. Anche le lunghe passeggiate e le sessioni di gioco saranno molto apprezzate dall'American Akita.

Abitazione dell'appartamento : possibile.

Nota: tutti i cani possono vivere in un appartamento, tuttavia, non trascurare il "luogo" che prenderà un Akita americano. Quindi non lasciare che l'appartamento sia troppo piccolo. Inoltre, l'americano Akita avrà bisogno di diverse uscite, non solo passeggiate "igieniche" in un piccolo quartiere.

Le persone che desiderano adottare un Akita americano devono essere presenti e disponibili per offrire buone attività fuori casa al proprio cane. Questo è vero anche per le persone che desiderano adottare un Akita americano in casa.

Compatibilità con i bambini : possibile.

Nota: la coabitazione con i bambini sarà possibile ma saremo molto vigili con i bambini piccoli perché l'Akita americano non è famoso per la sua pazienza. Inoltre, poteva interpretare erroneamente i gesti, a volte brutali, dei bambini.

Sarà quindi sempre necessario rispettare le regole della vita a casa che saranno messe in atto dall'arrivo dell'Akita americano all'interno della casa, sia per i bambini, ma anche per il cane in modo che ognuno di loro rispetti il ​​rispetto spazio e tranquillità degli altri.

Costo di acquisto : occorrerà in media 1500 € per adottare un Akita americano in allevamento, registrato nel LOF.

Budget mensile : occorrerà in media 70 € / mese per soddisfare le esigenze dell'American Akita offrendo una dieta di qualità.

Coabitazione con altri animali : possibile.

Nota: l' americano Akita è stato inizialmente selezionato per il combattimento, ha mantenuto l'istinto di conflitto con i suoi simili. Una buona socializzazione dalla più giovane età del cane sarà quindi essenziale per una convivenza con altri animali è possibile.

Robustezza : l'Akita americano è un cane molto robusto, grazie al suo denso sottopelo che consente una buona protezione dal freddo e dall'umidità.

La sua storia

L'Akita americana, come il nome non indica, proviene dal Giappone, dalla regione di Akita più precisamente, ma si è espansa ampiamente negli Stati Uniti. Originariamente usato come cane da combattimento, l'Akita americano ha molte croci con Tosa o Mastiff per renderlo ancora più potente. Fu solo nel 1900 che le autorità bandirono i combattimenti.

Poi la razza quasi scomparve, specialmente durante la seconda guerra mondiale, in seguito alle richieste del governo: tutti i cani in Giappone (eccetto il pastore tedesco che erano usati per compiti militari) furono requisiti per creare vestiti in pelle di cane. In effetti, molte razze giapponesi erano, a quel tempo, incrociate con pastori tedeschi per cercare di eludere la legge. Alcuni lignaggi erano molto apprezzati dagli americani e quindi l'Akita giapponese divenne l'Akita americana. La Fédération Cynologique Internationale (FCI) ha riconosciuto la razza nel 1999.

Il suo personaggio

L'Akita americano è allo stesso tempo calmo, coraggioso e con un carattere forte. È un bel mix di caratteristiche piuttosto paradossali. Bravo guardiano, è gentile come protettivo. Non è da mettere nelle mani di nessun maestro perché il suo carattere richiede un'educazione che sia sia ferma e coerente, senza l'uso di metodi coercitivi.

La sua educazione

L'Akita americana non sosterrà un metodo troppo brutale o severo. L'atteggiamento del maestro dovrebbe essere coerente e i metodi usati rispettosi. Il lavoro dovrà iniziare dalla più giovane età del cane e soprattutto essere costante. Molto lavoro sarà fatto per la socializzazione e per smettere di fare ordini per consentire una tranquilla integrazione nella società.

I suoi possibili problemi di salute

Le principali malattie a cui Akita American sarà sottoposta sono le malattie dermatologiche (pemfigo, piodermite) o problemi alle ossa come la displasia dell'anca.