Adotta un cane abusato: come procedere?

Quando adotti un cane, in un rifugio, tramite un'associazione o un individuo che vuole separarsi dal suo cane, non sai mai veramente quale sia il suo passato.

Nel migliore dei casi conosciamo alcuni dettagli ma non possiamo mai essere sicuri al 100% delle condizioni di vita reali del cane in questione. È quindi necessario sapere come creare una nuova relazione, avendo sempre presente il passato potenzialmente doloroso del cane.

Cos'è un cane maltrattato?

Quando parlo di un passato doloroso, non parlo solo di un passato fisicamente doloroso. Certamente, molti cani sono abusati fisicamente ma sfortunatamente il più grande abuso è quello che non sospettiamo.

Lasciatemi spiegare, può sembrare un po 'estremo per alcuni, ma a mio parere, l'abuso è molto più presente di quanto crediamo in alcune case ed è anche in molti casi, completamente inconscio .

Un cane abusato è un cane che, per definizione, non ha avuto un buon trattamento. Possiamo quindi includere molte carenze e molti errori spesso commessi da maestri che non sono molto preoccupati per il futuro del loro animale domestico o che semplicemente non sanno di cosa ha bisogno il loro cane.

Perché il mio discorso sia un po 'meno estremo, potrei usare il termine non-benevolenza piuttosto che il maltrattamento, ma in tutti i casi, è lo stesso in termini di stato fisico ed emotivo del cane. Quindi, ad esempio, un cane a cui non è permesso fisicamente, mentalmente e olfattivo, è a mio parere un cane abusato.

In generale, parleremo di maltrattamento solo quando queste carenze hanno un impatto fisico e comportamentale sul cane con pesanti conseguenze, ma a mio avviso, ad esempio, oltre una settimana senza uscire a camminare e spendere: un cane è abusato!

Curare bene un cane è rispettarlo nella sua vera natura, è prendere in considerazione i suoi bisogni e assicurarsi di poterli riempire, è per permettergli di vivere serenamente e stare bene nelle sue zampe ed è quello di offrire un ambiente rassicurante e amorevole.

Adottare un cane abusato: i segni che non ingannano

Se conosci il passato del cane che adotti e le persone che lo hanno raccolto ti forniscono maggiori dettagli sul possibile trauma fisico e / o mentale: tanto meglio!

Tuttavia, a volte non sappiamo nulla delle possibili esperienze di cani cattivi che adottiamo. E a volte non sospettiamo nemmeno un possibile abuso! Ma lasciatemi elencare alcuni comportamenti che possono metterti nelle orecchie.

  • Hai problemi ad accarezzare e / o semplicemente ad avvicinarti al tuo cane. È molto distante e hai difficoltà a stabilire un rapporto di fiducia.
  • Oppure, al contrario, il tuo nuovo compagno ti segue ovunque, è costantemente attaccato a te e ha sempre bisogno di attenzione e affetto.
  • Vedete danni fisici nel vostro cane con certe parti del corpo dove il vostro cane sembra ferire.
  • Non appena ti avvicini al tuo cane, che ti pieghi, anche solo per accarezzarlo, abbassa la testa, distoglie lo sguardo e / o la testa, la coda tra le gambe, o addirittura completamente sulla schiena.
  • Ha atteggiamenti paurosi, persino aggressivi in ​​presenza di persone che non conosce o in presenza di qualcuno dello stesso "genere" del suo ex proprietario.

Adottare un cane abusato: un ritorno all'equilibrio

Per creare un rapporto di fiducia con il tuo cane, devi soddisfare i suoi bisogni. Ecco alcune routine che dovrai reintrodurre con il tuo nuovo compagno.

cibo

Dagli del cibo mattina e / o sera, naturalmente, con particolare attenzione al cibo di qualità. Lascia il tuo cane da solo durante i pasti perché non sai se è stato privato di esso in passato o se è stato picchiato in quel momento. Il tuo cane deve capire che può mangiare tranquillamente senza essere disturbato. Tuttavia, puoi, in seguito, fargli capire che la tua presenza accanto alla ciotola non è sinonimo di violenza o restrizioni che passano facendo niente o passando aggiungendo cibo a lui in modo che assimilasse la tua presenza a qualcosa di positivo

spazio

Dagli un posto dove possa rifugiarsi se ne sente il bisogno in qualsiasi momento della giornata. Attenzione, il cestino del tuo cane deve essere rispettato! Se lui è dentro, non disturbarlo, anche se lo accarezza, preferisci chiamarlo per venire da te. Puoi anche optare per una cassa / nicchia coperta come un cestino (con la porta ancora aperta) in modo che il tuo cane si senta ancora più sicuro quando è al suo posto. Il posto del tuo cane deve trovarsi in un angolo del tuo salotto, in un luogo senza troppo passaggio e dove il tuo cane può riposare serenamente.

Le passeggiate

Permettigli di uscire il più spesso possibile, ogni giorno. Non si tratta di eliminarlo solo una volta alla settimana, sperando che tutti questi bisogni per le spese fisiche e olfattive siano soddisfatte. Il tuo cane deve essere in grado di lavorare fuori dal suo giardino e soprattutto sentire tutti i messaggi lasciati dagli amici. Faremo in modo di far uscire il suo cane circa 1 ora al giorno (con una passeggiata di almeno 30 minuti consecutivi).

I giochi

Per rafforzare la tua relazione, niente di meglio delle sessioni di gioco con te. È possibile promuovere giochi ludici ed educativi promuovendo giochi di ricerca, riflessione e / o autocontrollo. Dai tempo al tuo cane, non è una pianta verde. Fai attenzione, tuttavia, all'inizio il tuo cane potrebbe essere un po 'troppo sensibile per fidarti abbastanza e giocare con te. Non esitare a prendere il tempo per stabilire una vera routine e buone abitudini prima di iniziare a giocare con lui. Per alcuni, questa transizione sarà più lunga rispetto ad altri.

Incontri con i congeneri

Per consentire al tuo cane di trovare un equilibrio, sarà molto importante offrirgli incontri con i suoi coetanei. Questi incontri dovranno ovviamente essere controllati e positivi, per essere fatti, i cani dovranno essere scelti (sesso opposto, stessa taglia, cane bilanciato e codificato ecc.) E l'ambiente dell'incontro dovrà essere adattato (luogo neutro e vasto). Puoi anche chiamare un addestratore di cani professionista che saprà quale cane presentare in base al tuo temperamento. Il cane è un animale sociale in primo luogo, ha bisogno di avere un contatto regolare con i suoi coetanei. Questo gli permetterà di rinforzare o ri-sviluppare i suoi codici canini, ma anche di spendere fisicamente e soprattutto socialmente.

Adotta un cane abusato: l'atteggiamento giusto

Il tuo atteggiamento sarà cruciale nel processo di adozione di un cane maltrattato! In effetti, dovrai adattarti costantemente al tuo cane all'inizio. Sii paziente, rispetta le paure, sii coerente e soprattutto non traumatizza mai il cane in questione.

Questo può sembrare ovvio, ma a volte involontariamente aggrava la situazione. Soprattutto quando si vuole andare troppo in fretta nell'apprendimento o nel progresso della relazione.

Inoltre, devi avere un atteggiamento rassicurante per il tuo cane. Se anche tu hai paura di lui, non sarà in grado di trovare un equilibrio emotivo. Il cane è una spugna emotiva, quindi se non sei sicuro di te stesso, si sentirà insicuro ... Mentre se sai dove stai andando e come arrivarci, ti seguirà con piacere, confidenza e interesse.

Non dare tutto a lui

Inoltre, fai attenzione a non essere troppo invasivo per il cane. Anzi, a volte quando adotti un cane maltrattato, vuoi essere molto attento e non lasciarlo mai per sentire quanto lo amiamo e quanto saremo sempre lì per lui ... è buono, ma fai attenzione perché non gli farà un buon servizio. Anzi, fai attenzione a non rendere i tuoi (troppi) contatti con il tuo cane stressanti e invasivi per lui.

E sì, perché devi dare al tuo cane il tempo di riposare, momenti in cui non avrà bisogno che la tua presenza sia buona. È anche un primo passo per non sviluppare un iper attaccamento e ansia legati alla separazione in seguito.

In effetti, un cane a cui dedichiamo tutta la nostra attenzione potrebbe essere scomodo e frustrato quando non avrà accesso a questa attenzione (quando sei occupato o semplicemente assente). E un cane frustrato che non riesce a gestire questa emozione può fare molti danni.

Riprendere il controllo

Parallelamente a tutto il lavoro per trovare una relazione basata sulla fiducia, devi anche riprendere il controllo del tuo animale domestico, sempre con l'obiettivo di fornire un ambiente sicuro.

Ciò implica mettere o rimettere in piedi basi educative ma privilegiando qui la tecnica di R + / P- (ricompensa positiva, punizione negativa). Chiaramente, promuove la ricompensa del buon comportamento ed evita la punizione di aggiungere qualcosa di spiacevole per il cane (P +). Per "punire" il suo cane, preferiamo rimuovere qualcosa di carino in modo da non traumatizzare di più (P-).

Ad esempio: il tuo cane salta su di te per salutare, invece di rimproverarlo e / o respingerlo fisicamente (ad esempio aggiungendo qualcosa di sgradevole, P +), preferiamo interrompere tutte le interazioni sociali girando le spalle a lui (poi rimuovi qualcosa di carino per il cane per conoscere il contatto P-).

Quindi insegneremo al cane l'apprendimento di base che consente una buona integrazione all'interno del gruppo sociale, ma anche all'interno della società in generale, insegnandogli indicazioni statiche (seduti, sdraiati), di rinuncia (si lascia) e di ricordare. Il tutto con un rinforzo positivo in modo che il cane entri in una dinamica di cooperazione con il suo maestro piuttosto che con la paura.

Vi esorto a chiamare un addestratore di cani professionista per accompagnarvi in ​​questi diversi apprendimenti ad adottare i metodi che saranno adattati al vostro animale e all'atteggiamento giusto.

Ulteriori suggerimenti

  • Ricordati di identificare il tuo cane, metti una collana con una medaglia che porta il suo nome e il numero di telefono perché un cane che non si trova in una situazione può avere il riflesso di fuggire. Quindi metti tutte le possibilità dalla tua parte per essere in grado di trovarlo.
  • Sii paziente perché un cane maltrattato può avere difficoltà a fidarsi di un umano. Non cercare di andare troppo veloce e adattarsi al ritmo del tuo animale domestico.
  • Sii coerente: né troppo rilassato né troppo duro. Trova il tuo equilibrio nel rapporto con il tuo cane.
  • Chiedi aiuto ad un professionista! Egli sarà in grado di guidarti in particolare a svolgere vari esercizi di contro-condizionamento o desensibilizzazione nei confronti di possibili oggetti / situazioni che rendono scomodo il tuo cane.