Adotta un cane alla SPA quest'estate?

In questo periodo di vacanze estive, i rifugi SPA purtroppo non prendono le vacanze.

Nonostante le campagne di 30 milioni di amici, troppi proprietari di cani senza scrupoli abbandonano i loro compagni di viaggio in vacanza. Questi sono i rifugi SPA che raccolgono gli animali dai maestri indelicati, li trattano se necessario, li sterilizzano e li propongono per l'adozione.

E se l'estate fosse stata l'occasione per fare una buona azione adottando un cane alla SPA?

Ma fai attenzione: accogliere un cane SPA nella tua casa non dovrebbe essere fatto per un capriccio. L'adozione deve essere un atto ben pensato all'interno della tua famiglia, preceduto dai seguenti punti da sollevare prima di fare il grande passo.

Sebbene sia meno costoso dell'adozione di un cane di razza in un allevamento o in un negozio di animali, l'adozione presso la SPA non è gratuita. Il rifugio ti chiederà infatti un contributo finanziario per ammortizzare le spese veterinarie o alimentari sostenute per il cane raccolto. Allo stesso modo, una volta a casa, fornirà un budget per cibo, accessori (guinzaglio, collana, cestino ...), igiene (shampoo, spazzola ...) e cure veterinarie. Il budget sarà proporzionale alla taglia del cane. Non dimenticare di dargli un po 'del tuo tempo per i giochi e le uscite che avrà perso durante la sua permanenza nel rifugio. Anche se i volontari SPA fanno del loro meglio per garantire il benessere dei cani nei rifugi, non possono dedicare tutto il tempo che vorrebbero a tutti i cani. Inoltre, il tempo delle passeggiate è necessariamente limitato a poter lasciare tutti gli animali imbalsamati del rifugio.

Non saprai sempre il motivo dell'abbandono di un cane. Potrebbe aver avuto esperienze traumatiche che possono influenzare il suo comportamento. Quindi evita di lasciare un cane da solo con i bambini, soprattutto se sono giovani. Questo consiglio è valido per tutti i cani, e ancora di più se lo adotti. Tuttavia, fermati ai cliché! La maggior parte degli abbandoni è il risultato di incidenti nella vita dei proprietari (divorzio, morte ...) e non perché i cani sono aggressivi.

Chiedi consiglio ai volontari di rifugi che conoscono il carattere dei loro residenti pelosi. Non scegliere il tuo cane in base al suo "buon umore" ma in base alla compatibilità del suo carattere o delle abitudini con il tuo stile di vita. Un vecchio cane che ha sempre avuto uno spazio e un giardino non sarà sicuramente al suo meglio in un piccolo appartamento senza giardino al sesto piano.

Se la tua scelta è un cane, fai uscire il cane, manipola e gioca con lui per abituarti a te. Prendi tempo per riflettere e non esitare a tornare a vederlo più volte.

Una volta adottato, comportati nel modo più normale possibile con lui. Anche se c'è un grande desiderio di coccolare il tuo piccolo piccolo protetto con molta attenzione, resisti alla tentazione di integrarlo il più rapidamente possibile nella tua operazione. D'altra parte, sii benevolo con lui e sii paziente. È possibile che non sia abbastanza pulito dopo aver vissuto in box per qualche tempo o che sia disturbato da un punto di vista intestinale a causa di un cambiamento di ambiente o cibo. Dagli qualche giorno per abituarsi e tutto dovrebbe tornare presto normale. Se ha problemi comportamentali, chiama un comportamentista cane o vai ad alcune sessioni di addestramento del cane. Una o due sessioni sono a volte sufficienti per superare i problemi riscontrati.